Il primo pensiero, quando ho letto le frasi di Brunetta, è stato: Non so come faccia a pestarle più grandi di lui. Subito dopo mi sono dato dello stupido, la misura è quella.


imagesNon so quante case abbia ma se ha dovuto chiedere un prestito in banca per pagare l’Imu ne ha certamente molte, tutti sappiamo che le banche ti danno l’ombrello quando c’è il sole e te lo tolgono quando piove.
Da qualche anno piove sulla maggioranza degli italiani e le banche hanno i portaombrelli pieni, prestano solo ai pensionati perchè hanno un reddito, per adesso, garantito e gli fanno pagare l’assicurazione, se schiattano sono coperti.
Quindi se gli hanno dato il prestito è perchè ha garanzie almeno 100 volte superiori a quanto richiesto. Potràcomprarsi le scarpe con il rialzo.
Quando ero giovane io per definire un pochino ottuso  si diceva, sei ragioniere? Se aveva la Prinz non ponevamo nemmeno la domanda.
Oggi, a giudicare dalle azioni e dalle parole, i ragionieri sono stati surclassati dai professori di economia o di finanza basti pensare a Tremonti, Brunetta, Monti e compagnia.
Parola di Brunetta:
Purtroppo lo sviluppo economico italiano si è basato sull’evasione fiscale. Che ci debba essere disciplina fiscale per far pagare tutti e per pagare meno ci vuole. Tutto questo però non si fa con il fisco spettacolo. Io sto pagando la seconda rata dell’Imu e i soldi non li ho, ho dovuto chiederli in banca. E come me, immagino, molti altri italiani. La pagheremo cara, Monti ha sbagliato.
Per fare una critica, giusta, a Monti l’ha fatta fuori dal vaso forse perchè, come ho detto sopra, è più grande di lui.
Nel 2011 ha dichiarato un reddito di oltre 262000 euro non credo li abbia spesi tutti per galleggiare a pelo d’acqua in quel di Venezia da quello che mi risulta, da che mondo è mondo, si è dempre detto che lo stronzo galleggia.
Quindi la ragione deve essere un’altra, avrà investito sino all’ultimo centesimo in case e adesso non ha i soldi per l’Imu.
Se voleva essere solidale con i pensionati rapinati da Monti con l’unica casa di proprietà ha toppato ancora una volta e se qualcuno lo incontrasse e lo prendesse a calci nel culo oltre a fare una cosa giusta e doverosa non farebbe neanche fatica, basterebbe alzare una gamba di pochi centimetri.
Forse le parole di Brunetta confermano quello che si dice intorno ai nani, premetto che salvo il caso in questione io non ci credo anche perchè supero di poco il metro e 65.
Per non sporcarmi con quello che si dice intorno ai nani userò le parole del poeta, De Andrè:
Passano gli anni, i mesi,
e se li conti anche i minuti,
è triste trovarsi adulti
senza essere cresciuti;
la maldicenza insiste,
batte la lingua sul tamburo
fino a dire che un nano
è una carogna di sicuro
perché ha il cuore toppo,
troppo vicino al buco del culo.
Nel caso specifico credo che troppo vicino al buco del culo Brunetta abbia anche il cervello.
Penso anche che Brunetta non sia nemmeno dotato della virtù meno apparente, ha piccolo anche il pisello oltre al cervello.
Lo si capisce da come sparla che non ha rispetto per la gente.
Giorgio Conte, del Fli, ha commentato così il suo collega: «Le parole di Renato Brunetta che sostiene di non riuscire a pagare l’Imu – dice all’agenzia Asca il vicecapogruppo di Fli alla Camera – sono uno schiaffo a tutte quelle famiglie che hanno reali difficoltà economiche e che davvero non riescono ad arrivare alla fine del mese».
Io lo mando semplicemente a cagare, così scompare.
Per i leghisti, non stiamo parlando della brunetta dei Ricchi e Poveri, stiamo parlando dell’ex ministro del loro governo.

Annunci

10 Risposte

  1. Sì, Nat, mi piace anche se sono convinto che commentare Brunetta sia un’ assoluta perdito di tempo. Ciao.

  2. Ci sto sull’articolo, ma gradirei che evitassi citazioni fuori luogo sui proprietari delle prinz, e te lo avevo già fatto notare in passato…grazie, carlo

    • Carlo si fa dell’ironia, si cazzeggia. Non prendiamoci troppo sul serio.
      C’era anche la Duna.

      • Te lo avevo già detto, nessuna ironia su queste cose è giustificabile secondo il mio modesto parere…ci sono persone che possono avere dei ricordi sulle prinz o sulle dune affettivi e seri credimi…evita per favore, detto educatamente, scordati l’esistenza delle prinz…grazie…carlo

    • Sulla Duna potrei scrivere un libro, non prendiamci troppo sul serio.
      Mi ricordo ancora che l’interruttore alzacristalli di sinistra, quello doppio, costava 98000 lire. Più della macchina.

      • Non cambiare discorso….a me della tua preparazione sulla Duna non interessa piu’ di tanto…poi se tu le cose le scrivi o le prendi non seriamente me ne dispiace…ma tu NON devi e non puoi giudicare chicchessia con Duna o Prinz…se leggi il contesto dichiari che chi guidava o comprava Prinz era un deficiente…e ti ribadisco, visto che comunque sei in un contesto pubblico mi sembra scorretto…io ho mio padre che ha comprato 2 prinz e io le ho guidate, se ti sembriamo deficienti dimostramelo….e ricordati…prima di scrivere certe cose rifletti…detto col cuore…carlo…

        Ps: non ti rispondo piu’ qui…ma se ti permetti di riscrivere la parola prinz a sproposito te lo faro’ notare con stile ma sempre piu’ deciso…e smetti di dire che è ironia…io la sento pura cattiveria gratuita…poi se vuoi, invece di scrivere tu un libro sulla duna ti mando io un libro serio sulla prinz 4L in cui si dimostra, dati alla mano, che era una utilitaria seria e di qualità…e credo che chi ha scritto il libro non è deficiente come i suoi guidatori…come piu’ volte vorresti farci credere “ironicamente” tu…poi se le cose vuoi pensarle sei libero di farlo…ma non pubblicarle se offendono persone serie, non dico di me, ma mio padre non lo merita credimi…poi infine…se tu giudichi in un certo modo i guidatori di prinz, io sono libero di giudicare te che scrivi certe cose…valuta tu a sto punto…

    • Sono luoghi comuni che non hanno senso, non hanno valore. Come pensare che chi guida con il cappello è uno stupido, lo porto anch’io.
      Capisco che ti tocca personalmente ma io ho una lista infinita di cazzate che mi toccano e cerco di riderci sopra. Sono il primo della fila e cerco di farmi coraggio.
      La Prinz sembrava una vasca da bagno e chi aveva l’ 850 credeva di essere più furbo. Comunque la si pensi ci hanno fregato tutti.
      Oggi si prende per il culo quelli che hanno il Suv, la monovolume, manca solo che viaggino con la mitragliatrice sul tetto.
      E la usano per portare i bambini all’asilo.
      Tuo padre ha avuto la Prinz, il mio era fascista. Non so chi dovrebbe restarci più male.Certamente non tu.
      Ciao.

  3. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: