Dopo la rivalutazione del fascismo buono, da parte del pregiudicato e di una grillina, siamo arrivati alla “dittatura morbida”. Un fascismo ma senza guerra.


indexFortunatamente in Europa non c’è un Hitler disponibile, quelli che ci sono sono caricature, altrimenti ci avrebbe fatto un pensierino giusto per arrivare in fretta al 51%, ed oltre.
Non sto qui a criticare per l’ennesima volta Renzi, cresciuto ed impregnato di berlusconismo, sino al punto di rivalutare il pregiudicato come il pregiudicato bravo imprenditore rivalutò e rivitalizzò i fascisti che in questo ventennio si sono riorganizzati al meglio.
Mi preme mettere in risalto, ancora una volta, la “filosofia” di Grillo che ho paragonato ai fascisti sin dalla prima ora della sua scesa in campo.
Ha indetto un referendum, democratico, sul suo blog chiedendo alla base se volessero che il M5S partecipasse alle consultazioni e la base ha detto si.
Faccio un preambolo, Renzi ha una prosopopea ed una presunzione di se smisurata, forse superiore al pregiudicato di Arcore e, dopo avere sbertucciato Bersani, ha pensato bene di avere un confronto con Grillo
pensando di essere più intelligente e furbo di Bersani.
Dall’Unità: Meno di un anno fa, quando Pierluigi Bersani fece l’errore di accettare la diretta streaming per il turno di consultazioni  con i grillini, Matteo Renzi, in una intervista al Corriere della Sera lo accusò con queste parole: “Mi veniva da dire, Pierluigi, sei il leader del Pd, non farti umiliare così! Ho pensato a cosa doveva provare una volontaria che va a fare i tortellini alla festa dell’Unità: credo ci sia rimasta male nel vedere il suo leader trattato così”.
Sappiamo come è andata.
Non l’ha fatto nemmeno parlare, per la gioa della redazione del Fatto Quotidiano che ha avuto degli orgasmi, ma così facendo ha disatteso il volere della base.
Grillo e Casaleggio non volevano partecipare alle consultazioni con il presuntuso, cosa che tutto sommato condivido, ma è quello che è successo dopo che mi fa riflettere, il fatto che Grillo ha preso per il culo la sua base che l’ha “costretto” a partecipare.
E’ andato preparato per far fallire il tutto così facendo non ha fregato Renzi ma ha tradito il mandato della sua base.
Si è limitato a ripetere sempre le stesse cose che scrive nel blog impedento, di fatto, un confronto.
Intendiamoci, non me ne frega meno di niente di come ne è uscito Renzi il bomba, a Milano lo chiameremmo il pirla, ma di come ne è uscita la base del M5S che intende veramente cambiare le cose, o almeno tentarci.
Lui, con l’atteggiamento tenuto ieri, ha detto alla sua base: Io sono io e voi non siete un cazzo. Copiando il Marchese del Grillo perchè i migliori testi per i suoi spettacoli sono quelli scritti da altri, come in questo caso.
Ha fatto pure lo spiritoso: sono per una dittatura democratica.
Ho pensato subito: lui è per un fascismo “buono” come quello che blaterava il pregiuducato e, se non sbaglio, la sua ex capogruppo.
Insomma un fascismo alla genovese, probabilmente con il pesto ma senza mortaio, senza guerre e senza Ventotene.
I dissidenti, i senatori dissidenti, sono indicati nel blog con nome e cognome e tanto di foto, ma tranquilli, nessuno verrà mandato a Ventotene gli basta farlo in modo virtuale.
Mi sono preso migliaia di  offese per aver considerato Grillo un fascita, fortunatamente c’è lui stesso che non perde occasione per darmi ragione.
Senza pubblicare il mio nome e la mia foto, ma sono contento lo stesso, non cerco visibilità o fama temo solo per la democrazia traballante in un Paese sfinito che pensa all’uomo forte.
Guarda caso quello a cui puntava Gelli che era convinto di arrivarci con il Cavaliere pregiudicato e qualche Generale pronto alla bisogna.
Gli è andata male, ma forse ci riesce con Grillo, se campa abbastanza, il tempo di arrivare al 51%.
Come saranno contenti i bravi elettori di sinistra che hanno votato Grillo sperando nel cambiamento, nella svolta.
Obiettivamente una svolta c’è stata, a destra, ma non penso che questo fosse il loro obiettivo.
Avete voluto che andassi a Roma ad incontrare Renzi? Ed io vi ho fatto un mazzo così.
IO sono io e voi non siete….

33 Risposte

  1. ahahhahah ma ci 6 o ci fai?Forse non ti 6 accorto ma ti sta prendendo per il….a te e a quelli come te..potremmo fare l elenco…debendetti,saccomanni,annunziata,scalfari,sallusti,santachè,vendola,renzi,draghi,berlusconi….l ultima trincea della democrazia in Italia…la pensa,elabora,riemette gli stessi giudizi che partorisci tu.
    Ma questo è il sito di famiglia cristiana o radio popolare?o oramai è il corriere dei piccoli?

    • L’elenco lo conosco anch’io ma non sto discutendo di quello e come sempre, o quasi, il commento è fuori tema.

      • no, ma se tu prendi sul serio battute come “voglio una dittatura morbida”, “decido io”, ecc., allora smettila di fare l’opinionista, il blogger, o di occuparti di comunicazione e cambia mestiere perché la parafrasi non è proprio il tuo forte… ma te lo dico con simpatia eh!!! Grillo è un maestro nella comunicazione e quando da queste risposte ai giornalisti, ti dimostra proprio la ridicolezza delle loro domande. e poi, dove l’hai letto che la gente gli avesse detto di andare da Renzi per discutere?
        io sono stato orgoglioso che abbia portato in faccia a Renzi il mio pensiero, tra l’altro l’ha fatto anche in modo educato e ironico allo stesso tempo, insomma è stato un mito.
        stai tranqui che noi attivisti della base non siamo dei balilla, non ti ritroverai assediato da fascisti, semmai meno condannati e più gente onesta ai posti di comando!

      • Sono un blogger per passione, ultimamente calata di molto, non sono un giornalista ma sono un pensionato che ha lavorato 43 anni, nel privato.
        Scrivo quello che penso, che ho vissuto, e come la vedo. La mia opinione.

  2. Non so se saranno contenti i bravi elettori di sinistra che hanno votato Grillo sperando nel cambiamento. Però mi chiedo come stanno i bravi elettori di sinistra che continuano a votare PD, e magari spendono anche due euro per incoronare Renzi segretario, nel vedere quello che il loro partito, “azionista di maggioranza” del Governo, sta partorendo. La lista sarebbe lunga ma possiamo limitarci alle ultime due sconcezze di oggi e di ieri. Decreto svuotacarceri: respinto (con votazione segreta!) l’emendamento che aboliva gli sconti di pena per reati co corruzione e concussione. Abolizione finanziamenti ai partiti: approvato il decreto che non abolisce un bel niente, solo fumo negli occhi per l’opinione pubblica. A proposito di questo argomento ho scoperto una cosa veramente “carina”: sapete che per i dipendenti dei partiti che dovessero perdere il posto di lavoro è prevista la cassa integrazione “a vita”? – P.S. ho volutamente evitato di parlare di tutte le altre sconcezze, ben più gravi, partorite nell’ultimo anno. E siccome al peggio non c’è mai fine aspetto di vedere Renzi al lavoro! Auguri a tutti!

    • Ho scritto anche sui miei ex compagni del Pci che votano Pd. Li incontro al mercato e mi spiace per loro, sempre peggio.
      Soffrono ma, per adesso, non hanno avuto il coraggio di mollare.

  3. Guarda sono d’accordo che il voto della base è stato poco rispettato e per me è un errore. Ma definire Grillo e il movimento fascisti o dittatoriali vuol dire non averci capito una benamata mazza. E’ una forzatura che tiene conto solo del carattere e delle modalità di Grillo. Anche se Grillo fosse di destra (ma NON LO È) il movimento è formato da attivisti, parlamentari e elettori e NOI NON SIAMO NE FASCISTI NE DITTATORIALI perciò vaff….te e le tue analisi da bambini delle elementari

  4. io ho votato sì per le consultazioni ma non mi aspettavo uno show così diverso da quello visto, forse grillo non doveva partecipare?
    indubbiamente è stato per l’ennesima volta “maleducato” ma probabilmente è stata la mossa mediatica più opportuna..
    comunque queste consultazioni a cosa servono?
    grillo è fascista? sì sì lo abbiamo capito

  5. E tu non soffri?ti autoinfliggi danni alla corteccia cerebrale cercando di vivere nel passato,come vivono nel passato i baluardi della democrazia in Italia..abbi anche tu il coraggio di mollare la superstizione della destra e della sinistra e scrivi che finalmente qualcuno(oramai siamo TANTI) si sta ribellando a massoneria,delinquenti in doppio petto,finti industriali,corrotti politici,banksters e media farlocchi.Sono convinto della tua buona fede,ora raccontaci qualcosa di NUOVO.Come fanno quei ragazzi in parlamento in cui ormai è impossibile NON riconoscersi.

  6. ci crede? in questi giorni pensavo che è da un pò che non leggevo un suo articolo…quello che stà succedendo con i senatori 5stelle è scandaloso..non sò chi gestisce il blog ma stanno facendo un autogol pazzesco..x il resto,come dice giustamente andrea scanzi,da questa faccenda ne guadagnano solo i megafoni dei rispettivi partiti…(il fatto quotidiano ha lanciato anche il sondaggio su chi avrebbe “vinto” questo confronto). Comunque una cosa giusta grillo l’ha detta,e cioè, come mai nessuno si scandalizza al fatto che un pregiudicato(riferito a se stesso) incontri un mezzo pregiudicato(renzie) subito dopo un altro pregiudicato (silvio) x le consultazioni di un governo che nessuno ha eletto…..ma come sempre i media tradizionali tendono a dimenticarsi certe cose…io poi come sempre faccio fatica a capire una cosa….e cioè questa paura che l’italia da un giorno all’altro ritorni al fascismo (così,come per magia)…io sono del sud,e al sud ha sempre regnato un solo potere(indipendentemente dalla dittatura) e cioè LA MAFIA..che sia prima che dopo la seconda guerra mondiale ha sempre dialogato bene con la politica. notizia di oggi,il quotidiano ora della calabria oggi non è uscito,per un misterioso guasto alle rotative….guarda caso il pezzo in copertina andava contro il figlio del senatore gentile…cos’è che succedeva nel ventennio che ancora oggi non subiamo da parte della mafia,o dello stato,o tutti e due? siamo già sotto una dittatura…il mio commento naturalmente non è in difesa di grillo…non doveva nemmeno andare lui a parlare con renzie,ma solo GLI ELETTI DEL M5S. il m5s non ha mai indicato chiaramente il loro candidato premier,spero che qualora vincano non lo chiedano a grillo,perchè sicuramente non è una persona democratica,ma l’italia è da sempre una mezza democrazia,dove ci illudono che siamo liberi,ma in realtà sarà sempre qualcun altro a decidere per noi

  7. Mamma mia….Grillo ha detto che non è democratico perchè di fronte aveva il muppet renzi che dovrebbe essere il fiore all occhiello del partito che si chiama democratico….ma davvero ma che è l edizione politica di topolino????I senatori sono degli uomini pubblici e come tali vanno giudicati.Hanno preso un mandato e si sono fatti partecipi,ora se disattendono sono al giudizio del corpo votante.Non è Grillo a pigliarli a calci in culo,sono IO,cittadino votante,che rivelo a slash16 sono di formazione e convincimento di sinistra(se questo può rassenerenarlo).Ora partono tutti i sondaggi del mondo…tutti concordi..l ultimo sondaggio che ricordo è quello delle elezioni parlamentari che al momento del voto si materializzò in un 10% in piu così dal nulla….Grillo è andato su invito dei parl/senatori.Grillo ha fatto quello che un cittadino normale e NON colluso farebbe,lì ha bastonati e ammoniti.Ma davvero mi sembra di spiegare il ghiaccio a un eschimese…

  8. Ottima fotografia della paradossale situazione farsa-politico attuale.

  9. slash16 è convinto che ancora esiste una sinistra..! a proposito qualcuno l’ha vista? (la sinistra)

    • andando a lavorare,passo sempre davanti alla sede di sel…e c’è un cartello enorme che recita”BENVENUTA SINISTRA”,sono sempre stato tentato di entrare a chiedere dove fosse!!

  10. L’articolo è ben scritto e quasi per induzione matematica tutto il ragionamento fila fino alla conclusione. C’è solo un MA, un solo piccolissimo MA: esattamente dove hai potuto apprendere che “la base” voleva altro ed è stata disattesa? No, perché mi pare di ricordare i capisaldi del M5S. fin dal primo giorno in Parlamento: Tutti a Casa, nessun accordo con nessuno di voi, siete tutti responsabili, chi ha creato il problema non può esserne la cura, e via discorrendo. Se mediaticamente non mi è sembrata il massimo quella strategia dialettica, ma è una mia opinione, non capisco dove starebbe il tradimento della cosiddetta “base”. In 30 anni non mi ricordo un movimento/partito così ortodossamente coerente come il M5S. Mi spiace ma credo tu abbia preso un abbaglio.

    • Benissimo, ed allora cosa è andato a fare a Roma? A ripetere quello che dice ogni giorno? Altri hanno rifiutato l’invito, forse cercava la platea per soddisfare il suo ego.

      • Può essere. Oppure potrebbe aver scelto una platea più ampia per ribadire le proprie intenzioni arrivando ad una platea più ampia della sola rete. Tieni presente che una delle tante contraddizioni del M5S sta anche nei numeri proprio di quella che tu chiami “base”. 8,7Ml di voti alle politiche, 350mila accessi giornalieri al web e solo 80mila aventi diritto al voto online.

    • Penso che la cosa che lo interessa di più siano gli accessi. Io non mi illudo sui milioni di voti perchè l’Italia è un Paese opportunista e conservatore.
      Dimenticavo una cosa importantel la coerenza può anche essere paralisi, non credo che arriverà al 51%.

      • Sarà come dici tu. Io preferisco ricordare il suo impegno reale, dal vivo, nel consegnare i risultati delle Primarie dei Cittadini a Prodi, grazie a mesi di confronto pubblico con semplici cittadini, premi nobel, economisti, attivisti verdi. oppure le firme per liberare il Parlamento dai condannati, anche quelle raccolte nella vita reale e non sul web. Sarà certamente tutto facente parte di un piano commerciale ben preciso; al momento preferisco appoggiare 160 persone per bene che mi pare stiano mantenendo quello che mi avevano promesso.

  11. vi attaccate ad ogni parola per attaccare grillo, è proprio vero che per capire la comicità bisogna essere intelligenti…ancora a pensare se il movimento è di destra o di sinistra, per alcuni passare allo step successivo ed andare oltre il “dividi et impera” è impossibile!!! il movimento è un insieme di buone idee, e le idee non sono ne di destra ne di sinistra!!!

    • Non so quanti anni ha ma seguo Grillo sin dall’esordio e quanto gli altri gli scrivevano i testi era molto più divertente.
      Può darsi che l’evoluzione della comicità sia per me incomprensibile ma non tutti hanno la fortuna di avere commenti come i tuoi per recepirla.
      Allora mi stai dicendo che è un comico e non un leader? E come mai comanda lui?

      • grillo ha sempre detto che si sarebbe messo da parte,ed invece partecipa ancora troppo attivamente…in questo mostra la stessa moralità di un renzie o un silbio qualsiasi….io comunque credo negli eletti 5stelle,non credo che lui li controlli,e sono tra i + presenti e preparati parlamentari che abbiamo oggi in aula,con uno stipendio che è la metà dei soliti fancazzisti poltronari che abbiamo sul groppone…stanno facendo tante cose buone…forse è per questo che i media attaccano solo grillo

  12. Ma senti chi parla d’intelligenza…
    Poveri italioti che sbavano dietro ogni “ruttino” del loro capo/guru/milionario, Convinti che sia motivato dal senso di altruismo e dal suo essere filantropo, con tanto di beni materiali da offendere il popolo di cui si è proclamato difensore.
    Non perdete tempo a confrontarvi con certa “statura” intellettuale a cui
    non resta che prostrarci e trasformarci tutti in lacchè.offrendo umilmente anche il bacio accademico!

  13. L’articolo si basa sulla premessa che Beppe Grillo abbia disatteso la volontà di chi sul suo blog ha votato a favore dell’incontro con Renzi. In realtà questo non è vero perché l’incontro ha avuto luogo: Beppe Grillo, per volontà di chi ha votato sì per l’incontro, ha incontrato Renzi. Come ha scritto sul suo Blog prima che si svolgessero le votazioni, la sua volontà sarebbe stata quella di non partecipare. I votanti hanno deciso che avrebbe dovuto partecipare e quindi Beppe Grillo ha di buon grato assecondato la loro volontà. Quindi, per riassumere, Beppe Grillo su mandato degli iscritti al suo blog o al movimento cinque stelle ha partecipato alle consultazioni. Questo è un chiaro esempio di democrazia. Se Beppe Grillo, nonostante il risultato delle votazioni, avesse comunque deciso di non partecipare, allora sarebbe criticabile. Per quanto riguarda il comportamento che Beppe Grillo avrebbe dovuto tenere durante il colloquio non c’è stata alcuna votazione. E’ chiaro che Beppe Grillo avrebbe disatteso la volontà e degli iscritti al blog, e degli iscritti al movimento cinque stelle e di chiunque abbia votato movimento cinque stelle se fosse venuto a patti con Renzi e PD. La maggior parte degli iscritti al movimento cinque stelle è immune al tipo di campagna mediatica che ha portato all’ascesa di Renzi a ruolo di primo ministro, ed ha memoria. Quel che è avvenuto durante l’incontro è stato inevitabile, e la maggior parte di chi ha votato movimento cinque stelle, compresi coloro che hanno votato a favore dell’incontro, posso affermare con certezza che lo auspicava. Molti desiderano solo che certi concetti, come la totale estraneità del movimento cinque stelle con il PD, siano ribaditi, non solo in campagna elettorale ma anche nelle dovute sedi istituzionali. Ecco perché l’incontro ha avuto luogo.

    • Fingi di non capire, Grillo è stato costretto ad andare all’incontro ma di fatto l’ha mandato a vuoto e quindi ha fatto quello che volevano fare lui e Casaleggio. E’ stata più seria la lega che non è andata. Poi girate la frittata come voleta resta il fatto che ha preso in giro la base.
      O ci si nasconde dietro uno stuzzicadenti, poteva risparmiare la benzina.

    • Anche non andare sarebbe stato un disconoscimento del Pd e di come sta agendo Renzi. A me Renzi non piace ed il fatto che io sia critico verso Grillo non me lo fa ritenere più simpatico. Tutt’altro.

  14. Si capisce lontano un miglio che sei un comunista in stile giapponese abbandonato sull’isola deserta… fuori dal mondo! Grillo fascista: ha avuto come testimone di nozze Fabrizio De André (noto fascista) al suo matrimonio con una iraniana (non proprio l’esempio di razza ariana). Appoggiato sin da subito da Dario Fo (altro esempio di perfetto fascista). Hanno votato m5s, tra molti altri personaggi dello spettacolo, Paolo Villaggio, Ligabue, Mannoia e Enzo Iacchetti (sono sempre stati di sinistra). Il M5S vuole l’istruzione pubblica, la sanità pubblica, l’acqua pubblica… tipici argomenti di un partito fascista/conservatore!?!?!? contro gli interventi militari, contro l’energia nucleare, No Tav, No Muos… altri argomenti cari alla destra vero?

  15. Beh, Slasch ha ragione su un punto.
    Grillo ha mandato a vuoto l’incontro, inutile girarci intorno.
    I suoi “gonzi” lo hanno incastrato con le sue stesse armi bloggoviche.
    Lo hanno costretto a un confronto di cui lui, o non è capace, o non vuole proprio iniziare.
    Quindi è andato e ha detto la sua opinione. Come ordinato.
    Ora non capisco che ci sia da criticare in tutto questo,
    Grillo ha detto la sua. Pubblicamente.
    Sei tra quelli che hanno votato (o desideravano) che doveva andare a parlarci e non ti piace cosa ha detto Grillo?
    Non lo votare!
    Grillo non vuole trattare col nemico.
    Ha parlato chiaro.
    Se qualcuno vuole che lui si comprometta con certa gentaglia, per il bene del paese, non ha capito una cippa del movimento e farebbe bene a votare altrove.
    E’ invitato ad andarsene.
    Forse non si è capito che questi del PD non hanno a cuore MINIMAMENTE l’interesse del paese e farebbero solo del male al movimento.
    ####
    Di democristiani cerchiobottisti io ne ho piene le palle.
    Ci sarebbe mancato che Grillo avesse legittimato Renzi, considerandolo un interlocutore politico.
    Un condannato in primo grado che interpella un condannato in terzo grado per abbozzare una legge elettorale incostituzionale.
    Manca solo che Renzi vada da Riina a chiedere anche a lui qualche dritta.
    Pure RIina qualche milione di voti lo può smuovere ancora in Sicilia.
    ####
    Grillo doveva pure lui omaggiare Renzi di attenzioni?
    Come se non bastasse l’unzione sacra di vaselina, durata mesi, operata dai media per infilarci Renzi su per il culo tutto intero.
    Mesi di lavaggio del cervello a mezzo stampa, radio, tv, gossip, intrattenimento, approfondimento.
    Un assedio alla testa e alla pancia.
    Da vomito.
    ######
    Devo andare a parlare con Renzi?
    Ok. Ci vado.
    Ma gli dico quello che la stampa non ha detto in questi mesi. Di chi è il servo e che io non abbocco ai tuoi giochetti da bimbominkia democristiano.
    Non vi piace il mio atteggiamento?
    Andatevene serenamente a fanculo.
    Tanto, o state con me, o state con la vecchia classe politica.
    Non ci sono vie di mezzo.
    O crei lo spazio per nuovi modi di fare politica (parlamento pulito, trasparenza nella gestione della cosa pubblica, curriculum on-line, abolizione privilegi e rientro degli stipendi a livelli ragionevoli, etc.), o ti tocca tenere questi pagliacci farabutti criminali ancora per anni.
    #####
    Slasch, se fossi alle spalle al muro e dovessi scegliere:
    con Verdini o con Grillo?

    • Grillo, senza dubbio. Mi dicono che il più giovane presidente del consiglio ha citato Pertini. Una sfacciataggine senza limite. Di certo è un esperto del doppio gioco, il classico cattolico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: