Dopo anni di polemiche, con tanto di insulti feroci ricevuti, ci pensa il compagno Grillo a darmi ragione. La foglia era allettante ma io non l’ho mangiata.


i_funerali_di_togliatti_renato_guttusoPer anni ho sostenuto che quest’ Italia marcia, corrotta, fallimentare non si guarisce comprando azioni della Telecom o con le class action, non sono cose da pensionati o da proletari.
Le class action sono cose inventate dal capitalismo per farsi concorrenza tra multinazionali.
E’ come fare l’ Associazione dei consumatori e poi chiedere 200 euro di iscrizione, faccio per dire. Con i 200 euro vado a fare la spesa.
Il compagno Grillo ha buttato la maschera che per quanto mi riguarda non ha mai avuto.

“Siamo populisti, non dobbiamo vergognarci. Se andiamo verso una deriva a sinistra siamo rovinati”
Anche Guttuso era pieno di soldi ma non ha mai considerato l’ideologia di sinistra, quella che difende gli ultimi, i proletari, gli immigrati e tutti i poveri del mondo una deriva.
A chi gli diceva: comodo fare il comunista e vendere i tuoi quadri a centinaia di milioni ha risposto così: non c’è un bullone della mia Mercedes che sia stato pagato sfruttando una persona.
Non mi è mai piaciuto Grillo, da quando si è messo a fare il moralizzatore, prima ed il capopolo dopo.
Quando uno dice che destra e sinistra non esistono più è perchè è fondamentalmente ed inconsapevolmente fascista, non ci sono cazzi ed il tempo prima o dopo lo conferma.
Già il modo di gestire i suoi ragazzi e ragazze lascia molto a desiderare, come ho scritto in un post tempo fa non so come mai ma a me i suoi discorsi ricordano quelli del primo Hitler quello del nazionalsocialismo. Devo ammettere che mentre Hitler, e prima ancora Mussolini, si sono manifestati come socialisti Grillo non l’ha fatto e lo riconosco, si è limitato al populismo estremo quello che parla direttamente all’intestino.
E’ l’altra faccia del pregiudicato, anche perchè con motivazioni diverse lo sono entrambi e mi dispiace farlo notare perchè un conto è fare la battuta ironica ed un altro fare una battuta feroce, nelle pubbliche piazze e con la bava alla bocca, contro un debole o un anziano.
Subito lo hanno seguito i suoi capigruppo, quelli della prima ora, Crimi ha fatto una battuta cretina su un oltre ottantenne quando lui, che ha l’età di mio figlio, è già ridotto peggio dell’ottantenne in questione.
No parliamo poi della Lombardi, quella che le sembrava di essere a Ballarò, non ne ha fatta una giusta e l’unica cosa che ha esposto agli italiani è una presunzione esagerata accompagnata da una maleducazione da premio Nobel.
Mai la presunzione è stata così ignorante e mal riposta nella persona sbagliata, d’altronde se non fosse ignorante non sarebbe presuntuosa.
Se ne sono accorti subito i suoi colleghi di partito, della sua pochezza intellettuale e carenza di educazione, ma il duo Grillo-Casaleggio li ha scelti apposta perchè dei capigruppo intelligenti sarebbero stati meno gestibili.
Ho fatto, in questi mesi, collezione di insulti feroci perchè ho criticato Grillo, non il M5S, Grillo e la sua gestione. C’è chi mi ha invitato al suicidio, chi se l’è presa con la mia cagnolina, chi mi ha detto che se fossi morto avrei fatto del bene alla mia famiglia, senza nemmeno considerare la reversibiltà della mia pensione, ed ogni offesa che ho collezionato era una conferma che avevo ragione.
Dentro al M5S ci sono dei fascisti e se non lo sono sono dei nazionalsocialisti della prima ora.
Grillo ha ragione in una sola cosa: si può essere di destra anche senza essere disonesti, ladri, o berlusconidi. In Europa esiste una destra democratica che l’Italia non ha mai visto, mai conosciuto, da noi ci sono solo fascisti ed ex fascisti e l’unica variante al tema è stata la lega.
Guarda caso la lega ha avuto gli stessi argomenti di Grillo: populismo, razzismo e xenofobia e voi mi dite che questo è il nuovo che avanza? L’unica nostra salvezza?
Da quando sono al mondo, da quando ho votato per la prima volta, sono sempre stato all’opposizione e, nonostante ciò, sono arrivato a 64 anni e sapete chi devo ringraziare per questo? I Partigiani che hanno dato la vita per regalarmi la Democrazia, la Libertà, il diritto di parola e di pensiero e lo hanno fatto senza nemmeno conoscermi, si sono immolati per tutti quelli che sarebbero venuti dopo di loro, anche di chi non meriterebbe un tale sacrificio.
Sono e rimango di sinistra e non ascolto la propaganda di sistema o di regime capitalista che dice che siamo tutti uguali politicament, che i politici sono tutti uguali.
Io non sono uguale a voi, non sono nè meglio nè peggio, ma non sono come voi.
Non ho paura di parlare di immigrazione temendo di perdere voti toccando un tema spinoso, la famosa frase sulle % da prefisso telefonico, io penso che l’occidente abbia un debito con l’Africa, con i Paesi poveri ai quali ha succhiato il sangue per centinaia di anni e quando li ha aiutati li ha aiutati a fare la guerra vendendo loro le armi.
Tutti i dittatori africani sono stati appoggiati dall’occidente.
Non sono come voi anche per un’altra ragione e per dirvela prendo una frase di Giorgio Gaber: Qualcuno era comunista perché credeva di poter essere vivo e felice solo se lo erano anche gli altri.
Sono talmente comunista e quindi coglione, secondo il pregiudicato, ed alla deriva, secondo Grillo, che non ho paura di votare per l’interesse di tutti anche se, soprattutto se, va contro i miei interessi personali.
La mia vita ne è testimone come chi mi conosce. La mia carriera lavorativa ha pagato dazio al mio essere comunista ma non ho cambiato idea e nemmeno il mio motto della vita che ho letto nella prefazione de Il Capitale di carlo Marx:
Il Sapere, anche sensa speranza, è da anteporre all’ignoranza che si nutre di illusioni e falsità.
Aggiungo che la solidarietà, la libertà, la democrazia è da anteporre alla paura che toccare il tema degli immigrati faccia perdere voti, raccolga % da prefisso telefonico.
Per me la Politica, quella sana, deve parlare al cuore ed al cervello senza preoccuparsi dei sacrifici, dell’impegno e, soprattutto, senza OPPORTUNISMO.
Dopo la frase sugli immigrati, che non era nel progamma, questa è ancora peggio: “Siamo populisti, non dobbiamo vergognarci. Se andiamo verso una deriva a sinistra siamo rovinati”
E’ fascismo allo stato puro. Ed anche se i giovani del M5S credono che destra e sinistra siano superati Grillo da loro la prova che non è così.
Forse non esisterà più la sinistra, o sarà superata, ma la destra esiste eccome ed è dove è posizionato Grillo.
Vi sta bene stare con lui? Fate pure, anche voi potete beneficiare della libertà e della democrazia che ci hanno regalato i Partigiani.
Non importa se si rivolteranno nella tomba, l’importante è non avere % da prefisso telefonico.
Non credo ai milionari che si trasformano in capipopolo, credo nei milionari che lottano a fianco del proletariato. E ce ne sono.

45 Risposte

  1. Parti da un assunto sbagliato, e poi da li ti lanci nel vuoto…chi non è di sinistra non è necessariamente di destra.. li appoggi tutto e li crolla tutto.. chiedilo al 70% degli italiani, che non vota ne sinistra ne destra… discorso di parte e quindi inutile.

    • Il concetto chiave è destra-sinistra, il mezzo è quello che va di qui o di là a seconda dell’interesse.
      E’ solo il mio punto di vista.

      • Lo rispetto come punto di vista, proprio perchè lo hai precisato, ma non condivido…per me l’alternanza ideologica è superata prima dai fatti più ancora che dalla volontà di qualcuno. La libertà di scegliere ti porta (apparentemente) a volte di quà a volte di là, come dici tu, ma presa nell’insieme è nè di quà, ne di là.. quindi professarsi di una parte sola è limitante prima di tutto per chi lo dice.. L’ideologia è fallita per questo motivo, per l’assenza di onnicomprensività… oggi non serve l’idelologia, servono cultura e condivisione…

      • L’ideologia esiste, tantè che Grillo stesso parla di deriva a sinistra. Per me la deriva è a destra, ed è evidente.

    • non riesco più a risponderti, non si può.. che faccio?

      • Ognuno si tiene la propria opinione. Non è un confronto, su questi temi, che si possa fare nel web.
        Leggi la risposta che ho scritto a Thomas strafatto, c’è qualcosa in più sul mio pensiero.

  2. questa volta hai scritto una cascata infinita di caxxate….falsi storici, ideologie inventate, ed una visione del mondo che definire ottocentesca e poco….

  3. Alla fine commentano solo quelli del movimento, ovviamente non condividono.

  4. non ho votato grillo, né a destra, ma hai scritto cmq una marea di ca**ate.

  5. leggo spesso i tuoi papelli e devo dire che ho capito perchè dici sempre di avere una certa età…perchè, come le tue idee,sei vecchio. io personalmente posso anche capire che i tempi in cui hai vissuto erano fortemente ideologici,ma io avevo 4 anni quando è hanno abbattuto il muro di berlino,e ne avevo 23 quando l’ennesima crisi economica ha ridotto in ginocchio il mondo capitalista. la nostra generazione ha visto in comunismo e capitalismo solo sofferenza e morte. forse ha ragione grillo,è ora di passare oltre,perchè non c’è cosa più facile(in italia) che distruggere qualche buona idea tacciandola di estremismo fascista o comunista. saremo sempre grati ai partigiani,ma il mondo che ci hanno lasciato è una merda,nonostante abbia tutte le risorse per essere perfettto

    • Abbiamo contribuito tutti a farlo diventare una merda. Sono vecchio si e mentre una volta i vecchi erano il pozzo adesso sono esuberi.
      E’ per questo che siamo ridotti così.

    • Spero che il nik sia una battuta…

      • più che una battuta è una condizione di vita…:-D cmq mi permetta di spiegarmi meglio..ormai ha ragione grillo quando dice che non ci sono più ideologie….è vero(quale vero comunista si farebbe rappresentare da d’alema?,o fini per i fascisti) indubbiamente pensare che tanta gente sia morta per delle idee,e queste idee abbiano provocato solo povertà e morte è scoraggiante,e ti fà pensare che magari abbiamo buttato gli ultimi 100 anni di storia,però è vero. da quando ho acquisito il diritto di voto(2003) ho votato per rifondazione nel 2006(tappandomi cmq il naso),e da allora non ho più votato…andavo al seggio e facevo scheda nulla..non avevo scelta.ora c’è grillo,che avrà indubbiamente delle idee anche estreme,ma molte vengono dipinte come estreme per comodità.(esempio,abolizione dei finanziamenti all’editoria….titoli dei giornali:IL CAMERATA GRILLO VUOLE CHIUDERE I GIORNALI,però al momento il migliore quotidiano che esce in italia,il fatto quotidiano,non prende finanziamenti pubblici.ora è davvero fascismo,o lo si maschera così perchè ai vari editori i soldi fanno comodo,perchè sanno che non attirano più nessuno coi loro articoletti pro-partiti). insomma il succo del discorso è che cmq grillo và ascoltato,poi ne parliamo se ha ragione o no,ma discutiamone per dio…vorrei aggiungere altro,ma mi tocca lavorare per campare,e per pagare la pensione a voi vecchi😀

    • Come io ho lavorato per 43 anni pagando la pensione con i miei contributi per i vecchi di allora.
      Ti capisco perchè sei cresciuto nel pieno della deriva morale ed economica dell’ultimo ventennio.
      Purtroppo noi non abbiamo memoria, non conosciamo la Storia e tu sei figlio di questa filosofia.
      Se hai voglia documentati sui sacrifici e le conquiste che ha fatto il proletariato sino agli anni 70. Dopo, con Reagan e l Tacher, ha dominato il liberismo capitalista che ha determinato questa situazione.
      La colpa è anche nostra, la mia generazione, perchè molti di noi hanno smesso di impegnarsi e si sono messi a guardare la televisione.
      Un minimo di benessere ci ha dato alla testa.
      Io credo di essere rimasto lucido e ti faccio una confidenza: come pensi si senta uno come me che dopo una vita di lotte e sacrifici ha visto suo figlio emigrare?
      Tieni presente che le mie lotte le ho fatte da quadro, da capo, non da magazziniere ed anche questo ho dovuto pagare, mi ha fatto pagare il “sistema”.
      Ciao. Teniamo duro anche se sembra che la barca non sia la stessa.
      Emigrato non con una laurea o per diletto, una P.I. che ha perso il lavoro appena esplosa la crisi.

  6. La confusione ideologica regna ormai su tutta l’umanità e non serve dipingere coloro che fanno politica come dei sprovveduti.
    Credo che ogni laboratorio di osservazione debba prima di tutto azzerare la propria posizione e come un’elaboratore elettronico,
    portare alla luce, un risultato positivo per tutti gli abitanti del pianeta terra.

  7. Dove lo trovo nome
    E
    Cognome
    Dell’autore del post ??

  8. Mah tra tutti gli articoli che ho letto ultimamente il tuo e uno di quelli più brutti che abbia letto, trovo Che la visione dell’autore sia filtrata da una Lente così vecchia e sgualcita che porta a un’analisi lontana anni luce dalla realtà.
    La realtà è che gli attori politici di questo mezzo secolo che siano stati d’opposizione o no sono così pietosi che l’unico vero valido protagonista è grillo con la sua novità e giustamente voi vi ritrovate a parlarne senza capire ( vi mancano gli strumenti ).
    Ma è sempre piacevole vedere un reperto archeologico spuntare dalla tomba e sparare una sentenza e raffazzonare un’analisi.
    Se i fascisti mi fanno pena per la loro infinita stupidità e superficialità i comunisti mi fanno tenerezza per la loro tenacia nel fallimento un fallimento da copione. Ma per fortuna queste due categorie stanno scomparendo, già erano scomparse in questo mezzo secolo ma continuavano ad apparire di tanto in tanto nella messa in scena politica.
    Ora arriva grillo a urlare il palese a risvegliare un ambiente da un torpore secolare. Nessuno può davvero sapere dove porterà questa strada perché il m5s non è altro che un laboratorio politico, li si sta provando a fare politica. Mentre il politici improvvisamente risvegliati e presi in contropiede si mettono ora a parlare di politica cioè Grillo😉 e non si accorgono che con i loro termini da primi del 900 il loro fascista o comunista il loro destra e sinistra sono parole vuote senza più alcun senso. Il comico si è messo a far politica e i politici a fare i comici…già per 20 abbiamo avuto un pagliaccio seguito da un variopinto circo.
    Ma i comunisti…..pensavo posse una favola raccontata dal Pagliaccio.

  9. Ho perso 10 minuti del mio tempo per leggere che?? … mah!? si ho capito sei il classico comunista che andrà a votare il PD e il figlioccio di Berlusconi ,RENZI !!!!?

    • hai letto male, anzi no. Hai letto prevenuto e con la tua testa, non hai letto me ti sei letto da solo.
      Secondo te il Pd è di sinistra? Mi sembri il pregiudicato…
      l’unica cosa in cui sono d’accordo è che hai perso 10 minuti per niente.

  10. ad onore del vero non furono i partigiani a liberare il nostro paese dal nazifascismo; e poi non condivido l’ analisi quasi di paura ed ossessiva nei confronti di Grillo e di coloro che lo hanno votato.
    afronte di un parlamento pieno di vecchi affaristi menefreghisti e ladroni che non mi rappresentano….ecco quello che penso

  11. Credo che per “deriva a sinistra” Grillo parli della possibilità, sicuramente immaginata dai potenziali elettori nostalgici ed idealisti (io sono uno di quelli) di un M5S alleato con i partiti rappresentanti la sinistra italiana (come RC, Ingroia, Sinistra Critica o similari). La dichiarazione, come del resto quella fatta sul metodo utilizzato per agire sulla Bossi-Fini, è più diretta al “modus” da adottare per evitare precedenti catastrofici (Unioni e arcobaleni), e creare una base solida per ricominciare a vivere democraticamente in modo diretto, escludendo il pressapochismo che scopre il fianco agli attacchi mirati di chi vuole speculare sulla pellaccia della comunità. Poi c’è la campagna elettorale, e, come si sa, quando un animale è in calore….

  12. I primi a tradire i partigiani sono quelli che hanno portato l’italia a questo punto, che cercano di stravolgere la costituzione, che seguono gli interessi e le politiche delle banche anziché quelli del popolo.forse fa paura e disorienta chi non vuole schierarsi dietro una bandiera o un colore ma come dargli torto quando ormai tutte le bandiere e tutti i colori sono stati indossati da emeriti traditori corrotti e conniventi con i poteri forti, portando sempre più questo paese verso un oligarchia.Questo è disattendere gli ideali dei partigiani che si sono sollevati e sacrificati per dare un futuro migliore ai loro figli (e non solo).

  13. articolo bellissimo. che palle sti grillini che manco sanno di che parlano. studiate un po’ se no continuerete a pensare che la celiachia è colpa della globalizzazione su.

  14. Cancellare i commenti non ti renderà meno cretino

    • Anche se ne cancello migliaia non riuscirò a raggiungerti. Maestro. Quelli come te sono le mie medaglie.
      Non sai entrare nel merito, leggere attentamente e dove non arrivi dai del cretino.
      Ovvio che la prossima scemata non la pubblico o la cancello.

      • hai cancellato il primo perchè eri tu a non avere argomenti, a me sembra evidente, scendi dal piedistallo, tacci gli altri di presunzione senza accorgerti di essere tu stesso un presuntuoso.

      • e poi nel merito di cosa dovrei entrare tutto l’articolo si basa su degli assunti errati, quindi è tutta fuffa, e proprio su quello che ti ho attaccato, cancellando il commento mi hai dato ragione.

  15. […] Associazione dei consumatori e poi chiedere 200 euro […] Continua a leggere la notizia: Dopo anni di polemiche, con tanto di insulti feroci ricevuti, ci pensa il compagno Grillo a darmi ra… Fonte: […]

  16. beh…che tristezza di commenti…io son d’accordo con te slash
    , ma la battaglia e’ persa…i figli del capitalismo feroce, sono come gli schaivi che lottano per difendere il loro padrone…nel mio piccolo mi sento come te, se difendo l’interesse dei poveri, dei paesi del terzo mondo, se sono contrario alla distruzione del pianeta in nome della tecnologia…mi sento dare dell’estremista, e inizio a essere stufo, il piu’ delle volte mi limito a guardare la nave che affonda, piena di gente che continua a sostenere che no, galleggia ancora…un saluto

  17. Ti prego dimmi chi sono i milionari che lottano per il proletariato, che ho bisogno di ridere

  18. Sinceramente non saprei da dove iniziare, partiamo col dire che non condivido il pensiero, ma ne capisco il succo e penso anche che sia una posizione legittima dubitare di Grillo, che però vorrei dire non è candidato a nulla e non rappresenta nessuno è solo il megafono di un movimento che però vede in campo gente normale. La critica ai delegati la trovo inutile potrei fare lo stesso a destra e sinistra e nono stante tutto trovare qualcuno da salvare perchè dimostra di avere un minimo di intelligenza propria e non come cellula di un organismo più ampio qual’è il partito. Per quanto riguarda le ideologie esistono ancora e sono presenti basti vedere in Grecia Alba dorata, quello che non esiste però Italia è una distinzione di ideologia tra i partiti che governano, PD e PDL sono effettivamente solo dei nomi per creare due gruppi, all’atto pratico non vedo differenze le ultime decisioni prese vedi F35, TAV, IMU hanno dimostrato alla fine dei giochi che questi due partiti sono solo aria fritta, se il PD fosse stato di sinistra avrebbe reso i soldi del finanziamento ai partiti, presi fin da quanto si è espresso il popolo con il referendum. La “deriva a sinistra” di cui parla Grillo penso sia più dovuta ad un piccolo calcolo politico, cioè affossato o quasi Berlusconi sul campo resta il PD che attirerà maggiori consensi con Renzi, tenuto conto che: 1) si tratta di un volto nuovo (come se bastasse un singolo per poter cambiare tutto un gruppo marcio all’80%), 2) che gli italiani temono il nuovo, 3)che gli italiani votano da una parte o dall’altra spesso per tradizione più che perchè rappresentati, 4) il m5s viene denigrato un giorno si e uno no sui tg, il risultato è tutto a favore del PD che potrà fare ancora i suoi comodi.
    Per quanto riguarda il populismo sia il comunismo che il nazifascismo lo erano (la lotta per il popolo di entrambi ha fatto milioni di vittime) dire che non è cosi, è negare i fatti storici. La frase di Grillo penso fosse più ironica che un dato di fatto, soprattutto perchè cosi viene definito il m5s da quando è sceso in campo e lo si continua a definire cosi, nel video in cui lo dice non mi pare che inneggi al populismo…. Il fatto che tu dica che con Grillo si avrà una svolta a destra non sta in piedi per niente, meno che mai gli accostamenti a Hitler, che sembra piacciano molto in questo periodo vedo che girano pure dei video con degli accostamenti dei discorsi, peccato che questo tipo di attività abbia come unico scopo quello di affossare l’avversario politico, ma non tiene conto del piccolo ma importantissimo fatto che sono passati 50 anni e le condizioni storiche e politiche per quanto ci si sforzi di farle coincidere sono completamente diverse.
    Per quanto riguarda i modi di comunicare, Grillo ha i suoi, Letta i suoi (quando dice che non hanno alzato le tasse mente sapendo di mentire, e lo fa con un viso calmo), Berlusconi fa contratti con gli italiani…. Quello che sinceramente ho trovato fastidioso in questo movimento sono stati certi comportamenti un pò altezzosi dei rappresentanti, che però devo dire ho notato solo nelle prime ore del movimento, sentendo alcune interviste recenti a Di Maio o alla Taverna mi sono sembrati molto più capaci, quindi sono ancora speranzoso. E sempre in merito alla comunicazioni mi fanno cadere le braccia a terra i “supporters” (che non identifico con gli elettori) del movimento che sono ne più ne meno come quelli del PDL-PD, sempre pronti a dire “si badrone”, a ringhiare contro gli altri, vogliono avere ragione a priori, sembrano i tifosi di una squadra di calcio … io da elettore del movimento certi comportamenti li trovo idioti, e rovivano il clima di novità che invece si dovrebbe respirare..
    Chiudendo parli di Xenofobia non so dove tu abbia anche minimamente potuto leggere o sentire qualcosa che gli si possa anche solo avvicinare, io mi sono letto la lettera del Senatore del movimento5 stelle che ha proposto l’emendamento per eliminare il reato di clandestinità (che già per se non mi pare per nulla di destra e meno che mai xenofobo o razzista), e ho trovato una motivazione a mio parere più che umana che cerca di alleviare un problema che nessuno fino ad ora è riuscito a risolvere. La sviolinata di Grillo tu dici che è mero calcolo elettorale, e io ti posso dire assolutamente si e ci sta tutto, anche se dici che le % sono irrisorie, ti faccio notare che le ultime elezioni il PD era sopra al movimento5 stelle di uno sputo (ed era in coalizione)… questi calcoli purtroppo vanno fatti, se poi ci si vuole ritrovare ad avere il consenso necessario per poter veramente fare qualcosa alle prossime elezioni, che non si sa quando saranno, e che rischiano di ridarci gli stessi risultati cosa che non mi pare sia certo un gran beneficio per il paese… oppure l’amministrazione PD e PDL ti sembra stia dando risultati positivi? a me non pare proprio…. forse mi sono dilungato un pò, ed ho pure cercato di essere sintetico ^^.

    • Ho letto tutto, puntualizzazioni precise. Non considero il Pd sinistra ed apprezzo quello che ha fatto il senatore del M5S.
      Per quanto riguarda la “sacra” alleanza è meglio che non scriva niente per non essere volgare.
      Grazie del commento.

  19. Se non dai il voto a m5s a chi lo dai?
    Il paese è sotto sequestro da letta e berlusca con il supremo sigillo di napolitano.
    Dove vuoi andare a parare slasch?
    O sei col sistema o sei con grillo e il m5s.
    Turati il naso.
    Mandiamoli a cagare tutti.
    Poi facciamo quel che vuoi.
    Pure l internazionale socialista.
    Prima mandiamoli a casa tutti!

  20. Per te, il movimento è fascista.

    I Parlamentari del Movimento hanno presentato il Disegno di Legge n. 391 in Senato che introdurrebbe “Nuove disposizioni per il contrasto dell’omofobia e della transfobia”: ad esempio, aggiunge l’identità sessuale ai fattori di discriminazione considerati dalla legge Mancino-Reale (quella contro “Discriminazione, odio o violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi”). Un passo avanti contro il razzismo, in questo caso sessuale; ma per te, il Movimento è fascista.

    Il Disegno di Legge n. 392 “Norme in materia di modificazione dell’attribuzione di sesso”, aggiunge l’identità sessuale ai fattori di discriminazione considerati dalla legge Mancino-Reale (quella contro “Discriminazione, odio o violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi”). Finalmente, diranno tanti poveri cristi non completamente “maschi”; ma per te, il Movimento è fascista.

    La proposta Cinque Stelle n. 923 interviene sull’interruzione volontaria della gravidanza affinchè venga garantito che nelle strutture pubbliche almeno il 70 per cento del personale in servizio in ginecologia non sia obiettore di coscienza. Una proposta in difesa delle donne; ma per te, il Movimento è fascista.

    Alla Camera i Deputati hanno proposto (n.1142) l’istituzione del Testamento biologico. Ricordi la battaglia della destra e dei cattolici contro il padre di Eluana Englaro? ma per te, il Movimento è fascista.

    Mentre qualcuno fa ancora propaganda sullo “Ius soli”, invece di proporre soluzioni di buon senso (come dice Sartori sul Blog di Beppe Grillo il 26 Gennaio 2012), il M5S presenta la sua Proposta di Legge n. 1204 “in materia di cittadinanza per nascita e di acquisto della cittadinanza”. La “sacra patria” di Mussolini va in polvere; ma per te, il Movimento è fascista.

    È sempre dei Deputati 5 stelle la proposta n.1288 per ridurre da tre anni a sei mesi i termini della separazione e velocizzare di fatto le pratiche di divorzio consensuale. Il matrimonio è sempre meno “sacramento”; ma per te, il Movimento è fascista.

    A chi invece si ama e si vorrebbe sposare, ma poi scopre che la nostra società è così arretrata da arrivare a definire e regolamentare cosa sia davvero l’amore, auguriamo di poter usufruire al più presto del Disegno di Legge n. 393, con il quale i senatori “grillini” propongono il cosiddetto “matrimonio egualitario”: il matrimonio può essere contratto da persone di sesso diverso o dello stesso sesso con i medesimi requisiti ed effetti. Il buon Dio si starà rivoltando tra le nuvole; ma per te, il Movimento è fascista.

    Per finire, i “fascistissimi” Cinque Stelle propongono un’immemore dimenticanza dei comunisti, ovvero l’introduzione del reato di tortura nel codice penale e la soppressione dei tribunali militari. Secondo noi, davanti alla legge siamo tutti uguali, uomini e caporali; ma per te, il Movimento è fascista.

    Per me, invece, il peggior insulto è “comunista”. Ho sempre condannato il massacro di Kronstadt, paragonandolo in peggio al massacro della Comune di Parigi: è da quando ho studiata la storia che ho messi sullo stesso piano tutti i padroni, comunisti o borghesi che si proclamassero. Ho sempre respinta la campagna diffamatoria contro Nestor Ivanovič Machno: in realtà, chiedeva unicamente di poter disporre dei beni prodotti dalla collettività residente sul posto. Ma no, c’erano cose troppo importanti, troppo grandi, più di qualsiasi Machnovščina, più di qualsiasi Soviet – perché il Partito ha purgato anche tra i proprî militanti, non solo tra gli “avversarî”. Ho sempre miseramente fallito nel cercare di capire perché si continuasse a chiamare Repubblica dei Soviet, dopo ch’essi furono aboliti.

    Mi ha sempre indignato il fatto che il Partito Comunista Spagnolo sia fuggito a Mosca insieme con l’oro del Banco de España, lasciando il POUM e la CNT a combattere contro quella bella combriccola costituita da Francisco Franco, Adolf Hitler e Benito Mussolini; ma per Stalin, meglio che trotskisti e anarchici e repubblicani crepassero per mano dei falangisti, piuttosto che avere una Repubblica espressione della volontà popolare. Che sorpresa dev’essere stata, quando il simpatico terzetto si rivoltò contro il proprio beniamino: che ingrati. Quanti “avversarî” annovera il comunismo, nevvero? Ah, Mosca si tenne l’oro per sé, anche dopo il ritorno della repubblica; così, per precisazione.

    Va bene, questi sono eventi di un passato in cui ancora il comunismo era troppo giovane. Saltiamo in bellezza anche il sostegno dato da tutti i Partiti Comunisti del mondo alla repressione della Rivoluzione Ungherese del 1956: pensa un po’!, chiedevano un “socialismo dal volto umano”. Sorvoliamo sulla “rivoluzione culturale”, che in nome e per conto della fedeltà al Grande Timoniere ha uccise migliaia di persone come neanche l’Inquisizione ai tempi d’oro – tranne forse i veri nemici del popolo, che infatti riuscirono a sopravvivere, e successivamente a trasformare la Cina nel tritacarne umano ch’è oggi. Passiamo al volo anche l’abbandono di Ernesto Rafael Guevara alla propria sorte da parte del Partito Comunista Peruviano, ligio agli ordini della Madre Russia: in fondo, “un morto è omicidio, un milione di morti è statistica”, e anche in Sudamerica c’erano troppi cittadini attivi per il bene comune.

    La situazione invero si perpetua anche oggi nella tanto osannata Cuba con il suo Partito Unico, che a me ricorda da troppo vicino la cara vecchia Balena Bianca: guai! a criticare l’ultimo avamposto del comunismo mondiale, nelle cui fila si fa carriera di gran carriera e che manovra le Commissioni di Candidatura con le quali piazza i proprî uomini pur senza partecipare formalmente alle elezioni – gran genialata, lo riconosco; perciò, lasciamo stare il numero dei candidati pari al numero dei seggi in palio, l’assenza di qualsiasi ombra di propaganda personale (perché?), il Voto Unido, l’assenza di osservatori imparziali allo scrutinio dei voti; lasciamo stare infine la resistenza al cambiamento – vedi l’immarcescibile Fidel al potere per cinquant’anni, sostituito poi da suo fratello; che può giungere fino alla repressione – vedi il caso del Progetto Varela.

    Sai che cosa ti dico? Che, tutto sommato, avete ragione a demonizzarci. Noi accettiamo la sconfitta, accettiamo che il popolo voglia fare di testa propria – anche a costo di sbagliare, accettiamo le critiche fondate e, quando qualcuno dei “capi” sbaglia, siamo pronti a punirlo, finanche a espellerlo. Quando Beppe esordì con alcuni scivoloni, le critiche più aspre sono arrivate proprio dalla base. Sono tutte quante cose che nei tanti, innumerevoli Partiti Comunisti sparsi per il globo (Unione Sovietica, Cina, Viet Nam, Corea…) sono da sempre assenti, a parte qualche goffo tentativo di dar voce alla plebe – ma per carità, niente di eccessivamente compromettente. Il famoso testo sul reato di clandestinità è stato condannato da praticamente la schiacciante maggioranza degli attivisti: voglio vedere una contestazione del genere in un paese comunista.

    Continuate a vedere e soprattutto a cercare “nemici” in ogni dove, e finirete per scomparire, distrutti da voi stessi; io vi do già fin d’ora il mio addio, senza alcun rimpianto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: