L’astensione non è una novità, dagli anni 90 è il primo partito. La novità è che anche il movimento fa come i partiti che trovano scuse per non fare autocritica. Tanti dottori per un consulto ma nessuno che individua la malattia.


elezioni-roma-20131Checchè ne dicano i portavoce, ai vari livelli, del M5S dispiace anche a me il crollo del M5S anche se lo avevo previsto pur non avendolo mai votato e mai lo voterò.
Ognuno ha il suo punto di vista ed al di là dei programmi, tutti ammissibili, non lo voterò mai per questioni di principio.
Innanzitutto per la gestione interna dei suoi eletti, portavoce o rappresentanti che non è per nulla democratica.
Secondo per il fatto che non puoi partecipare ad elezioni, prendere una paccata di voti e poi chiamarti fuori dai giochi della politica democratica, dopo avere promesso il cambiamento.
Per fare il cambiamento, qualsiasi cambiamento, ti devi misurare con la situazione che trovi, l’esistente.
Che ti piaccia o no è da lì che devi partire. Confrontarti con la situazione che trovi per cambiarla e migliorarla.
Nel 2000 l’azienda dove lavoravo ha acquisito una concessionaria che stava chiudendo, in difficoltà, si parla di una azienda con più di 100 dipendenti.
Il mio compito era di ristrutturare e riorganizzare il magazzino ricambi e mi sono trovato con 21 persone da gestire.
Nel giro di un mese ho fatto le mie valutazioni, individuato le mele marce e quelle sane sulle quali contare. Ho scoperto di tutto, non è il caso di raccontare per filo e per segno tutte le situazioni.
Ma una la devo raccontare perchè da l’idea della situazione che si era creata all’interno di quella azienda.
C’era un gruppo di “senatori” che avevano messo in piedi un gioco sporco a spese dell’azienda, un giro di affari che non dava nessun reddito, anzi, diciamo che ra un costo e chi vuole intendere intenda.
In due ore ho fatto scrivere la lettera di dimissioni per tre persone ed avevo elementi tali per i quali non avrebbero potuto rifiutarsi.
Voleva dire smantellare la spina dorsale di quel magazzino, quella storica, che nessuno negli anni precedenti aveva individuato come la causa primaria delle difficoltà aziendali.
Erano i capi, godevano della massima fiducia della proprietà ed è grazie a questa fiducia che hanno potuto prosperare con i loro, loschi, affari.
Me li sono trovati non li avevo scelti e se volevo far rinascere la situazione dovevo confrontarmi con essa. Non potevo aspettare di trovare altri 21 collaboratori per imporre il nuovo che avanza.
Le persone oneste, che erano state emarginate, le ho coivolte nel progetto ed è grazie a loro se siamo riusciti nel giro di pochi anni a raggiungere fatturati che non si sono più ripetuti.
Ho trovato un ambiente depresso e grazie all’impegno ed alla volontà di tutti l’abbiamo riportato in vita, all’antico splendore.
Ricordo ancora il giorno in cui hanno riacceso la filidiffusione, è ripartita la usica di sottofondo.
Se vuoi cambiare le cose in politica, per me, devi usare lo stesso metodo distinguere le mele marce da quelle sane appoggiarti ad esse anche se tecnicamente sono meno capaci, se non altro sono oneste e non ti tradiranno.
Chiamarti fuori ritenendoti superiore o comunque pensando che siano tutti uguali e che tutti facciano schifo vuol dire isolarti, ti sei tagliato fuori da solo perchè se la situazione è marcia ti ci devi buttare con tutti e due i piedi altrimenti non la puoi curare e guarire.
Ci contavo sul M5S e l’arroganza, la prosopopea con la quale la Lombardi e Crimi sono andati all’incontro con Bersani mi ha fatto capire che non sarebbe cambiato niente e per due ragioni.
La prima è che Bersani era in difficoltà all’interno del suo partito e l’eventuale sponda del M5S lo avrebbe reso più forte e quindi avrebbe reso possibile il cambiamento
.
La seconda è che delirio di onnipotenza che coglie sempre i vincitori impedisce loro di cogliere la realtà nella sua complessità presi come sono dall’ebbrezza che da il potere di umiliare chi apre loro una porta.
Una cosa è certa: l’unico che ha aperto la porta al M5S è stato Bersani. E’ stato umiliato da due imbecilli (politicamente) telecomandati ed è stato fatto fuori dalla segreteria del suo stesso partito.
Il risultato di questa strategia, dei migliori che non vogliono sporcarsi le mani con la realtà in attesa di avere la maggioranza assoluta, è che hanno rimesso in pista Berlusconi, Alfano, Gasparri, Santanchè e compagnia bella. Aggiungo che forse era quello che voleva Grillo per farci una speculazione politica, gli è andata male.
Anche all’interno del M5S c’era chi era favorevole ad un accordo programmatico con il Pd che avrebbe messo fuori dai giochi il piduista ma i capi supremi, quelli che li guidano con il telecomando non hanno voluto e da subito ho detto che avrebbero pagato questa insana strategia.
Mi sfuggono i motivi di questa scelta, quelli veri non quelli dati in pasto nel blog di Grillo o all’informazione del giornale amico, devo anche dire che mi interessano poco al momento.
Tutti quelli che hanno votato il M5S sperando in un cambiamento sono stati delusi perchè il M5S non ha voluto immergersi nel fango della politica per paura di restare contaminati.
Se il malato ha una malattia infettiva per curarlo e guarirlo si deve rischiare il contagio, la maggior parte delle volte si riesce a guarirlo senza venire contagiati, gli strumenti ci sono.
Non immaginavo che avrebbe pagato le conseguenze della strategia delirante in così breve tempo, prendo atto che i loro portavoce spiegano il fallimento con scuse ridicole, le stesse che usano i tanto vituperati partiti e che non riescono a capire dove sta l’errore.
Praticamente pur non essendo un partito hanno preso le stesse malattie dei partiti, l’incapacità di analizzare la realtà e di affrontarla immergendosi in essa.
Se uno sta annegando per salvarlo ti devi buttare in acqua, stare a riva a dare consigli ed a dispensare critiche non serve a salvare il bagnante.
Per quanto riguarda l’astensionismo che ognuno analizza a modo suo e con un occhio di parte ricordo che sin dagli anni 90, se non prima, è il primo partito in assoluto solo che giornalisti, opinionisti, politici e portavoce vari se ne accorgono solo adesso.
Anche Alemanno si è accorto che la metà dei romani non ha votato ed ha chiamato subito l’adunata dei camerati per il ballotaggio.
Ovviamente il M5S si è già chiamato fuori dal ballotaggio, insiste nell’errore annebbiato dall’arroganza e se Roma avrà di nuovo un sindaco fascista dovremmo ringraziare quelli che vanno ciarlando che destra e sinistra non esistono più ed i partiti pure.
Ho pochissima stima dell’arrogante capogruppo alla Camera del M5S, la Lombardi, ed ho poca stima dell’insipido capogruppo al Senato Crimi ma vedo che non sono i soli anche il candidato sindaco al comune di Roma non scherza.
De Vito: noi vittime dei media.
Se demonizzi i partiti, che sono strumenti di democrazia rappresentativa, i  partiti ti fanno fuori dai giochi.
Se demonizzi i media, tutti servi, venduti corrotti, i media ti fanno fuori.
Anche se voi dei media ve ne fregate perchè il verbo ve lo da, ve lo impone, la rete dimenticando che non tutti sono in rete, c’è pure chi va a lavare le scale e non ha tempo di leggere il blog di Grillo-Casaleggio.
Con le elezioni politiche si è persa un’occasione unica di avviare un cambiamento rifiutando l’unico approccio di un partito in difficoltà che vi ha aperto la porta e l’avete deriso.
L’elettore non ha condiviso questo atteggiamento ed alla prima occasione ve l’ha fatto sapere, che ci crediate o no io me l’aspettavo anche se non in queste proporzioni.
Spero, mi auguro, che la lezione sia servita  e lo dico per un egoismo personale perchè, pur non votandovi, contavo si di voi per il cambiamento.
A completamento del post un articolo di Peter Gomez. Letto alle 10,58, dopo il post.

21 Risposte

  1. Allearsi con chi ha mantenuto in vita berlusconi per 20 anni? Semplicemente ridicolo, giustamente non hai votato 5stelle, non ne hai minimamente compreso la natura ne’ apprezzato la coerenza. Forse hai votato fratelli d’italia come chi si è vergognano di rivotare il nano. Questo paese e chi ha votato pd o pil si meritano tutta questa crisi…occhio perchè l’altro 50%si è quasi rotto le palle…

    • Tiri le conclusioni sbagliate come fa Grillo, non ho votato Pd.
      Ci sono 8000 post che spiegano come la penso. Per quanto riguarda le minacce son 50 anni che le ricevo.
      Come al solito il link non ha nessun riferimento.

  2. Bravo Slasch, finalmente una analisi politica molto precisa, coerente e sostenuta da argomentazioni solidte, fondare su una realta incontrovertibile. I fatti hanno dimostrato, lo avevo scritto anch’io al momento del rifiuto a Bersani (ricordando loro di prendere ad esempio cosa aveva fatto LENIN nel febbraio 1917,sporcandosi con una alleanza con iriformisti di KERENSKIJ per battere lo zar e aspettare il momento giusto per la rivoluzione ), che la scelta del movimento 5 stelle di non formare un governo con Bersani per intransigenza purista era una stupidaggine che avrebbe favorito Berlusconi e le forze della conservazione anche quelle all’interno del PD per una soluzione che impedira` ogni cambiamento! Con l’unico risultato, scontato, di una disfatta elettorale poiche` l’ inerzia ha allontanato tutti gli elettori delusi dai partiti di sinistra che speravano in loro. Anch’io ci speravo,pur avendo votato SEL perche’ piu’ affidabile.La speranza e` che con una umile autocritica capiscano i propri errori! L’unica cosa che avevano capito, azzeccandoci, e` che il PD era inaffidabile…,ma invece dovevano fidarsi di Bersani che e` persona onesta, appoggiandolo proprio per cogliere l’occasione di fare esplodere le contraddizioni del PD e consentire alle forze che sostenevano il segretario di far piazza pulita dei suoi rivali di destra. E per colpa del M5S… la rivoluzione puo’ attendere…

  3. Ma Ale impara a ragionare col cervello e con la conoscenza della storia e della politica, che deve essere analisi della realta` e non illusione in quello che vorremmo!, e non scrivere con la pancia! Dire che M5S avete perso perche’ moltissimi italiani sono stupidi e` una banalita ` come la scoperta dell’acqua calda, visto che hanno votato Berlusconi e i peggiori nemici del popolo,non da oggi! Non vi siete chiesti se stupidi, e ignoranti di storia e inesperti di politica siete invece proprio voi, Grillo e i vostri dirigenti che non avete capito,ne` la situazione ne` gli italiani?? Ale,tu e M5S che non vogliono riconoscere le proprie incapacita ed errori Vi meritate la crisi (anche la vostra ora)! “Non gli italiani meritano la crisi”, no!, e` anche cretino da parte tua fare una simile affermazione! Questo dimostra perche` giustamente vi hanno abbandonato: gli italiani e chiunque voglia cambiare questo paese e uscire da questa crisi non hanno bisogno di ultra politici che fanno questi discorsi da tifosi di calcio imbecilli.

  4. Evidentemente calare le braghe è la prassi per gli italiani abituati a sentire una frase da un politico e subito dopo vedere che fa esattamente l’opposto.
    Se aveste seguito anche solo un comizio in piazza del movimento capireste da soli che non é coerente manifestare la volontà di mandare in galera i responsabili dello scandalo MPS e subito dopo garantirgli una fiducia in parlamento, sul principio del meno peggio tanto odiato a bersani. ripeto che questo paese si merita questa situazione poiché il 50% dei suoi abitanti ha ri-votato chi li ha mandati gambe all’aria e sottolineo che nel mio post precedente non vi è traccia di minacce.
    Chi ha votato Pdl sarà contento perché ora é al governo, come chi ha votato pd, il movimento è stato tagliato fuori a tavolino e nessun media ne parla se non in modo diffamatorio quindi di che si lamenta questo paese?

  5. Ps. C’è una bella differenza tra il movimento che non ha dato la fiducia a bersani (“smacchieremo il giaguaro”) e bersani che col suo partito non ha votato rodotà silurando prodi e rileggendo napolitano (quello delle intercettazioni distrutte, del mia seconda candidatura impossibile, ecc..ecc..) votate orgogliosi o incrociate le braccia tanto qualcuno cambiera questo paese per voi…o forse no…

  6. 1) m3s non aveva il pd per le palle. Neanche i rimborsi elettorali hanno voluto cedere. L ineleggibilità di berluschifo non l ha voluta votare ne applicare la legge esistente (aggirata con intrpretazioni ridicole).
    2) il PD ha strombazzato sui media che era disposto ad un accordo. In realtà non c’è stata nessuna proposta vera. Vedi punto 1
    3) allearsi col pdl e’ stata una scelta del pd, non obbligata da Grillo. Sono da anni alleati nel sostenere Monti e la politica europeista e finanziario-criminale che dovresti oramai conoscere slasch.
    4) dei lavori parlamentari del m3s (quegli antipatici) non ce n’è traccia nei media. Trovano spazio solo le stronzatone buone per dare argomenti a sinistrorsi delusi e incrostati.
    5) si è parlato di signoraggio bancario in parlamento e si deve a m3s.
    6) si è parlato (e lo praticano) di vietar i doppi incarichi in parlamento. Si deve a m3s.
    7) letta sta faticosamente elaborando sui rimborsi elettorali. Basta non prenderli invece di perdere tempo, m3s è avanti di una legislatura.
    8) letta continua a esercitare (in accordo con berluschifo che ha le sue mire) la politica di monti. Le elezioni non sono servite a niente. Abbiamo sempre trilaterali all opera per svendere le richezze dello stato, depredare i risparmi delle famiglie italiane, affamare le aziende per poterle acquisire da parte di gruppi bancari di proprietà degli stessi sicari vampiri di cui sopra.
    L elettorato grillino è stato manipolato da informazioni distorte.
    Pensa solo che il tg3, non il tg5, ha dato la notizia che grillo era a mirandola (abito nela zona del terremoto, a 10 km da mirandola).
    Non è che ha detto che grillo ha donato al comune 420.000 €.
    Se lo sono dimenticati. Grillo è a mirandola. Fine della notizia. A cazzaggiare, evidentemente.
    Chiaro che uno non lo rivota.
    Ostruzionista, autoritario peggio di stalin e hitler, incapace di qualunque proposta (nessun servizio in tv su proposte e emendamenti disponibili in rete).
    Un logico risultato elettorale con la percezione collettiva italiana che ci ritroviamo, in cui il 95% delle persone non sa neanche che voglia dire “impeachment”.
    Grillo ha costretto la finanza speculativa ad attendere 90 giorni per riprendere il controllo dell italia pensante e votante
    Questa è la morale della storia.
    E ti do un altra brutta notizia.
    Questo governo, che per te evidentemete è il meglio sulla piazza (x me rimane m3s nonstante le 2 stelle perse per diaria e trasparenza), non è di sinistra e non ha intenzione di dirigervi.
    Auguri.

  7. Ci mancherebbe, ma non voglio che mi si metta in bocca, o nella testa, cose che non penso.
    Ho le mie idee e penso di essere trasparente.
    Gli incontri vanno sempre bene, specialmente se sono costruttivi.

  8. Il tuo pensiero (espresso nel’articolo che abbiamo commentato) è opinabile o è un comandamento?
    Abbiamo mosso delle critiche, tuttora prive di risposte degne di nota, se non vuoi critiche che cosa scrivi a fare su un blog…

    • Ognuno fa le sue valutazioni, se sono degne di nota o no è una questione individuale.
      Come le certezze.
      Come gli indirizzi o i nik, vanno, vengono…

      • Adesso vado a scriverti dal pc cosi cambio nick. 8)
        Sei d accordo su qualcuno dei miei punti?
        Proviamo a vedere fattivamente se c’è un punto di incontro o un punto di visione comune delle cose che accadono.
        Su qualcosa dobbiamo essere d accordo slasch. Giusto?
        Tira fuori i numeri che ho elencato che corrispondono alla tua visione.
        Senza girarci troppo attorno. L ultimo punto è enorme e con troppa roba. Vediamo dove concordiamo.

    • Slasch è solo vittima della prosopopea e dell arroganza che viene dal senso di onnipotenza derivante dall essere un blogger con seguito che gli impedisce di rapportarsi alla realtà e interagire con gli altri. 8)
      Personalmente intendevo (provare umilmente a) colmare il buco nel suo ragionamento che lui stesso onestamente ammette quando dice che non sa perché Grillo abbia rifiutato la mano tesa del PD.
      Ovviamente puoo sempre non venire qua a leggere quello che dice, esattamente come il sottoscritto. E come i parlamentari m3s possono prendere la porta e andarsene.

  9. 6 e 8, senza dubbio. Ed io non considero nella maniera più assoluta questo governo come centrosinistra.
    Tanto per essere chiari, anche se fosse di centrosinistra, sarebbe solo un passaggio e non un punto di arrivo.
    Nell’ultimo post di oggi ho scritto chiaramente come la penso.
    Certamente non come il Pd e men che meno come Letta.
    P.S. Per quanto riguarda il punto 5 io sono anticapitalista…
    Sui rimborsi elettorali non sono totalmente d’accordo anche se nel Pci l’autofinanziamento era basilare.Ho fatto un post per spiegare come funzionava.

    • Beh ma allora siamo d accordo su buona parte della visione.
      Ho votato grillo e lo sostengo nella sua battaglia di civiltà.
      Francamente ha perso punti, esattamente 2 stelle per diaria e trasparenza.
      Rimane comunque il meglio sulla piazza.
      Non mi faccio abbindolare dalla stampa venduta. Se bersani voleva legiferare assieme a grillo lo poteva fare anche senza formare un governo.
      Facendo attività parlamentare seria.
      Ma il muro era impenetrabile. No rimborsi, no legge elettorale, no ineleggibilità, no divieto doppi incarichi, no Rodotà.
      Il pd ha salvato il nano. E lo sta continuando a salvare. È incredibile che si accusi grillo di questo.
      Il pd ha violato il volere del popolo con Rodotà e con accordo col pdl.
      La tua analisi è identica a quella della Meloni.
      Non ne sei preoccupato? Io lo sarei.
      Ma anche la mia è frutto del lavoro di casaleggio e siti collegati.
      Rincoglioniscono anche me.
      Però caxxo, ragioni uguale alla Meloni (leggiti il suo commento alle elezioni).
      La vedo cosi, se grillo avesse dato la fiducia se la sarebbe dovuta riprendere dopo 2 mesi.
      E sarebbe stato accusato davvero di tramare contro il popolo, di rimangiarsi la parola, di aver causato ingovernabilita’ e ostruzionismo.
      Invece siamo qui a parlare di risultati elettorali che mostrano un calo di consensi generalizzato rispetto alle vecchie amministrative (roma ad esempio mostra cali del 50% dei consensi per pd e pdl) e del flop di un movimento che poteva rinnovare la classe politica (pur se i numeri su base locale sono aumentati).
      Anche per me grillo è un mezzo.
      Non mi entusiasma di certo la mediocrità imbarazzante degli esponenti locali delle mie parti.
      In parte questo spiega il flop.
      Se uno legge quanti voti sono stati fisicamente dati hanno perso tutti.
      Perche se vanno a votare in 1000 e io prendo 60 voti ho il 6% dell elettorato. Ma se poi votano in 500 e ho preso 50 voti avrò il 10%.
      Non ho ricevuto consensi (come strombazzano i giornali). Non sono salito del 4%. Sono calati i miei sostenitori. Ho perso consensi. Grillo ha perso consensi rispetto alle politiche. È indubbio.
      Ma non è che il pd o il pdl ne abbiano guadagnati.
      Qua stiamo perdendo tutti. Il contatto con la realtà e la capacità di dialogare.
      Uno pseudo grillo cpntro una pseudo meloni.
      AIUTIAMOCI SLASCH !

      • Hanno perso tutti ed io perdo, regolarmente, da una cinquantina di anni. Ho un figlio che ha dovuto emigrare e sono sempre più incazzato ma faccio di tutto per “staccarmi” dalla situazione altrimenti mi viene l’esaurimento.
        Non vedo all’orrizzonte una “resistenza” o una “rivoluzione” di massa e temo che dovrò morire democristiano.
        Io sono comunista ed anticapitalista ma non farò in tempo, per questioni anagrafiche, a vedere la rivoluzione globale perchè il vero cancro del mondo, al di là dei miserabili e dei corrotti, è il capitalismo finanziario parassita.
        Come ho già scritto mille volte, criticato anche da mio figlio, non riesco ad astenermi dal voto per rispetto a chi ha dato la vita per permettermi un libero pensiero che non è il vangelo ma il mio personalissimo modo di vedere le cose.
        Solo una persona ha saputo “conquistarmi” e farmi cescere e sai chi è.
        E’ inaccettabile, per me, che Grillo controlli e domini i suoi ragazzi come sta facendo non ne ha le capacità e non ha il carisma.
        Per quanto riguarda la Meloni mi viene da sorridere, spesso gli estremi si toccano ma ciò non significa che abbiano gli stessi obiettivi.
        Quando ero nel Pci e mi trovavo d’accordo con democristiano la prima domanda che mi ponevo era questa: dove ho sbagliato?
        Quindi, paragonandomi alla Meloni, non mi hai detto niente di nuovo sono strade che ho già percorso. Dipende da dove si vuole andare.
        Detto questo secondo me dobbiamo ascoltare anche gli altri, nel senso che se emerge qualcosa di buono dobbiamo farlo nostro, perchè nessuno ha la verità in tasca.
        La vedo male e gli entusiasmi nati negli anni 60 si vanno affievolendo perchè anche i poveri oggi hanno l’iphone, anche se faticano a fare la spesa.
        Dobbiamo considerare che è migliorata la qualità della vita?
        Io penso che siamo tutti polli d’allevamento ed anche se ci danno mangime diverso o più ricco è solo per farci ingrazzare e mangiare di più.
        Pasolini, oltre 40 anni fa, ha detto che non abbiamo più valore in quanto persone ma in quanto consumatori.
        Ha fatto centro, aveva già capito tutto. Io mi sono reso conto che andavamo verso la deriva sul finire degli anni 70 quando per vedere riuscire uno sciopero lo si doveva fare al venerdì o al lunedì per dar modo alla maggioranza dei lavoratori di fare il ponte.
        In piazza eravamo sempre quelli ed oggi si riempiono le piazze a tema, una volta il popolo viola, un’altra se non ora quando, un’altra ancora il M5S e questo solo per fare un esempio.
        Se non facciamo coagulare idealmnete tutti i problemi del proletariato non ne usciremo mai.
        Io sono comunista ed il comunismo ha poco più di 100 anni, per i tempi della storia è come se fosse al nido, il problema è farlo capire a tutti.
        Quando Grillo dirà che tra destra e sinistra c’è una differenza sostanziale in merito all’ideologia di sinistra, non ai partiti esistenti, voterò anch’io il movimento.
        Non mi interessano le class action all’americana mi interessa la rivoluzione socialista.
        Ciao.

      • Sei su facebook?

  10. si, come andrea di gennaro.
    Ma ne trovi a centinaia con quel nome. Se vuoi l’amicizia va bene ma dammi il tuo nome account che facciamo prima.

  11. bel servizio da provare, complimenti per il blog😉 Continuo a seguirvi, aspetto con ansia nuovi aggiornamenti!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: