Da mesi mi scrivono: sei obsoleto, destra e sinistra non esistono più. Noi siamo oltre, vieni con noi. Loro stessi mi danno la prova che destra e sinistra esistono. Eccome.


imagesSi ritiene da sempre, parlando di politica ad alto livello e lasciando perdere le miserie dell’ultimo ventennio, che il pensiero di sinistra antepone l’interesse collettivo a quello personale, che è il pensiero della destra.Non è Giorgio Gaber che mi chiede cos’è la destra, cos’è la sinistra ma sono i giovani del M5S che mi scrivono: sei in buona fede ma obsoleto, destra e sinistra non esistono più adesso c’è il movomento dei cittadini liberi.Non c’è stato niente da fare, continuo a ritenere che l’ideologia, il pensiero, la filosofia di sinistra continui ad esistere ed esisterà sempre sinchè nel mondo ci saranno differenze da eliminare.
Qualcuno era comunista perchè sognava una libertà diversa da quella americana. ( inteso come capitalismo)
Qualcuno era comunista perchè credeva di essere vivo e felice solo se lo erano anche gli altri.
Bastano queste due frasi di Gaber per rendere l’idea della mia filosofia.
Un comunista pragmatico cosciente del fatto che per la prima volta, grazie al M5S, possiamo cambiare le cose non ci possiamo permettere di perdere l’occasione. Potrebbe essere l’unica.
IL M5S è contro i partiti, le associazioni come il sindacato o altre istituzioni che dalla liberazione in poi sono il baluardo della democrazia, ed è un errore.
Mai come adesso, oggi, abbiamo l’occasione di cambiare la politica proprio perchè il coltello dalla parte del manico ce l’ha il M5S, mai daremo la fiducia in bianco ad un partito della vecchia partitocrazia, dicono.
Intanto puntare al 100% non ha niente di democratico e forse è pure impossibile a meno che non si instauri un regime.
Non si fidano,  mostrando così un’ingenuità o una ignoranza politica che farebbe tenerezza se non facesse incazzare.
L’unico modo per cambiare la politica è attraverso un governo Pd-M5S che porti avanti 5 o 6 punti basilari e condivisi. Se la parte conservatrice del Pd facesse qualche giochino sporco il M5S potrebbe far cadere il governo in mezza giornata facendo crollare il castello di carta.
Non so se fanno finta di non capire o se non ci arrivano, ritengo che qualcuno dei riferimenti del M5S abbia delle mire nascoste se non inconfessabili. Puntare allo sfascio.
Il problema è cosa ne facciamo dei milioni di italiani in difficoltà che hanno dato fiducia al M5S per cambiare le cose, mentre si minano le istituzioni si demoliscono partiti e sindacati ed in pratica la struttura stessa del Paese cosa facciamo li mandiamo in vacanza o al confino?
Quanti potranno considerarsi in salvo dopo uno tsunami sulla pelle della gente?
Questa è la premesa, ritengo che una via di salvezza, una possibilità sola esista ed è nelle mani dei giovani che hanno votato il M5S in buona fede, credendo che avrebbe cambiato la politica.
Un articolo di Ilvo Diamanti, qualcuno mi dirà altro servo della partitocrazia, ecc. ecc., fa una analisi in seguito ad una ricerca:
Lo conferma un sondaggio dell’Osservatorio elettorale del LaPolis (Università di Urbino), condotto nei giorni scorsi. I risultati, al proposito, appaiono eloquenti. Un accordo tra Pd e M5S a sostegno di un nuovo governo, infatti, otterrebbe il favore del 55% degli elettori. E di una quota molto più elevata fra quelli di centrosinistra, ma anche di centro. In particolare: appoggerebbero l’intesa quasi 8 su 10 fra gli elettori del Pd e del centrosinistra, ma anche il 65% degli elettori di Monti. Fra gli elettori del M5S, però, si osservano orientamenti molto diversi e, nell’insieme, divergenti. I favorevoli all’accordo, infatti, si riducono al 54%. I contrari al 45%. Cioè: circa metà e metà.

Questa s-composizione dipende, come si è detto, dalla provenienza dell’elettorato. Il consenso all’intesa, infatti, sale al 63% fra gli elettori che nel 2008 avevano votato per il centrosinistra. Ma tra gli elettori provenienti dal centrodestra, quasi, si dimezza: 36%.

E’ la prova evidente che il pensiero di destra o di sinistra non è superato, esiste ed esisterà sinchè avremo culture e storie individuali diverse, dna diversi.
Chi ha votato M5S proveniendo da una filosofia di sinistra è conscio che l’occasione è più unica che rara per ripulire, cambiare la politica e ragione di più per via del fatto che in questo momento il M5S ha il pallino in mano, io direi anche il biliardo e se fosse onseto con le promesse della campagna elettorale non dovrebbe lasciarsi scappare l’occasione.
A meno che gli obiettivi delle menti dominanti il movimento siano altri ed inconfessabili, per adesso.
Non è detto che tornare alle elezioni dia garanzia di rendita, con un Paese ridotto come il nostro c’è il rischio di una rivolta elettorale perchè la massa non capirebbe tanto accanimento e soprattutto questo gioco allo sfascio sulla pelle dei cittadini inermi.
Chi è di sinistra nel cuore e nell’anima antepone gli interessi di tutti ai propri ed è per questo che gli elettori del M5S provenienti da sinistra sarebbero favorevoli ad un accordo che cambierebbe il volto e la storia dell’Italia.
Chi è di destra ha altri obiettivi, il bene personale che viene prima di quello collettivo.
Non c’è bisogno di svendersi l’anima, basta esser pragmatici e valutare quello che è più conveniente per la maggioranza dei cittadini in difficoltà che non possono permettersi di attendere che lo sfascio continui, prosegua sulla loro pelle.
Nella prefazione del capitale di Carlo Marx ho letto questa frase:
Il sapere, anche senza speranza, è da anteporre all’ignoranza che si nutre di illusioni e falsità.
Io so, noi dobbiamo sapere che un’occasione come questa è irripetibile ed è qui che si misura la buona fede del duo Grillo-Casaleggio. Le manfrine di pricipio, la presunta superiorità etica ed intellettuale del movimento lasciano il tempo che trovano, sono prive di pragmatismo.
Se tornassimo a votare saremmo più o meno nelle stesse condizioni, paralizzati, a meno che non si consideri una buona via d’uscita la nascita di un altro regime. Debolezza tipica degli italiani, affidarsi all’uomo forte, solo al comando che pensi e decida per noi.
Agorà: Beppe Grillo ad una giornalista turca (il video dell’intervista è stato proiettato stamane nel corso della trasmissione agorà): il movimento 5 stelle è un qualcosa di meraviglioso, me lo dicono anche quelli della digos, in esso gli estremisti di destra (leggi nazifascisti) si tengono per mano con quelli di sinistra.

Annunci

30 Risposte

  1. Analisi suoerficiale. Non è vero che l’elettore di sinistrs che ha votato M5S è per l’ inciucio con il PD! Questo lo dici tu e qualcun’altro come te. La stragrande maggioranza degli attivisti è contro gli inciuci. Gli elettori del M5S che pensano ad un accordo con il PD HANNO SBAGLIATO A VOTARE. La prossima volra che votino di nuovo PD-L.

    • Qui stiamo parlando del mio futuro, del tuo futuro e del futuro di milioni di persone. Io ho votato il M5S perchè credo nella possibilità del cambiamento.
      Io esigo un accordo con il PD, almeno provvisorio, perchè abbiamo bisogno di risolvere i problemi principali ORA e perchè il tornare alle urne porterebbe ad un testa a testa fra M5S e Berlusconi.
      Il M5S terrebbe comunque le redini del governo..
      L’alternativa è il governo di larghe intese con potere al presidente della Repubblica, casualmente Berlusconi vuole che il posto di Napolitano sia preso da un moderato.

      • Se volevi la sinistra al governo avresti dovuto votare il PD, non M5S. Probabilmente non hai capito la vera essenza del movimento e rimani ancorato, come l’autore dell’articolo a vecchie definizioni di parte. Vi dò un consiglio: open your mind

    • IO non dico niente, mi baso sul sondaggio pubblicato oggi. Anche se penso che sia un’occasione unica.
      Tutto qui. Non sono Grillo che vede infiltrati ed inciuci ovunque, anche Travaglio ultimamente ha le traveggole.

    • Sono una elettrice di sinistra che ha votato M5S sperando nella collaborazione con il PD, e non “inciucio” perchè credo sia doversoso riconoscere ad alcuni personaggi del PD comunque una correttezza morale, nonostante abbiano fatto tanti errori. Credo di non avere sbagliato a votare M5S perchè credo anche in questo movimento. Spero solo che Grillo non tiri troppo la corda – condivido la sua richiesta di maggiore rappresentatività, ma ci va anche un po’ di umiltà. E’ vero, ci va una rivoluzione, ma è anche vero che va giocata bene e con buon senso. Credo ci vada ascolto da entrambe le parti. Per certo, però NON ho sbagliato a votare.
      Grillo ha le carte in regola, ma questo sarà un processo di crescita per tutti, anche per lui, spero.

      • Se invece di votare PD hai scelto M5S è evidente che hai trovato qualcosa di meglio nel movimento, o almeno qualcosa che non ti piace nel PD. Scegli tu.
        Adesso chiedi che questi due collaborino? non è un controsenso? tradire te stessa, la tua volontà?

        Proposta: perchè non si fa da parte il sig. Bersani e dà spazio ad un governo fatto dal movimento, dato che la maggioranza degli italiani vogliono quello?… Datti una risposta.

      • czerek. la maggioranza degli italiani NON vuole un governo m5s. Innanzitutto siete il secondo partito, numeri alla mano, in secondo luogo avete preso il 25% del 75%, quindi siete una netta minoranza nei confronti dell’oltre il doppio che ha votato altro. Quindi piedi per terra e comincino a lavorare, invece di star lì ad aspettare gli ordini del capo, sono pagati profumatamente per questo.

      • Rispondo qui a Giovanni, dato che sotto non riesco.

        Numeri alla mano siamo il primo partito, perché il PD ha preso meno voti (anche se di poco, se vuoi essere cavilloso); che poi la “coalizione” (aggiungendo SEL ecc..) ha una maggioranza rispetto al M5S è un altro discorso (sempre anche se di poco)…sono voti di persone che hanno votato altri piccoli partiti.

        Punto 2: quando parlo di maggioranza intendo relativa, non assoluta chiaramente… perché quella non ce l’ha nessuno, nemmeno il PD. 🙂

        Infine mi dispiace deluderti, ma vedrai che i parlamentari di M5S non saranno pagati “profumatamente”, perché a differenza di quelli che hai votato probabilmente tu (se hai votato), loro sono lì per ridurre lo stipendio a tutti (compresi i tuoi parlamentari preferiti).

        Caro Giovanni, gli ordini del capo li prendono tutti (anche se preferisco chiamarle direttive) ed è giusto che sia così; è un movimento con dei punti ben chiari da seguire (c’è convinzione e coerenza…altrimenti sarebbe anarchia).
        M5S poi, per tua informazione, ha già cominciato a lavorare, a differenza di altri, infatti in Sicilia hanno già bloccato il MUOS, abolito le province e tolto qualche centinaio di enti privati dalle sovvenzioni della regione. Insomma qualche miliarducolo di euro risparmiati…tanto per cominciare.
        Buon lavoro ai tuoi. Vediamo se saranno in grado di fare un governo senza di noi.

      • Andiamo avanti con i tuoi ed i miei, saremo inoranza in eterno perchè la coalizioni vinceranno sempre.
        Io auguro buon lavoro a tutti con una certezza, a pagare eventuali errori saremo comunque noi del popolino.
        In bocca al lupo ad ogni modo.

      • La tua moderazione, caro Slasch, mi piace. E infatti nonostante la pensiamo diversamente leggo sempre i tuoi post.
        Hai appena scritto che nonostante tutto esistono destra e sinistra, come puoi adesso chiedermi di non dire i “miei” e i “tuoi”.
        La risposta era per Giovanni, che ha volutamente provocare mentre rispondeva ed è stato servito con la stessa carta.
        Le coalizioni però hanno fatto il male di questo paese e bisognerà cambiare anche la legge elettorale infatti.
        E mi permetto di aggiungere che il popolino è quello che ha votato fin’ora quelli che hanno contribuito, volenti o nolenti, alla rovina del paese, e che nonostante le evidenze hanno continuato a votarli nella speranza di un piatto di pasta. Poi ci sono quelli che popolino non vogliono esserlo più e pensano che si potrà realizzare la democrazia diretta, partecipando alla vita del paese in prima persona invece di delegare altri che alla fine, per un motivo o un altro, finiscono per non rappresentarci mai.

      • Tuoi e miei esiste all’interno della sinistra e della destra. Se tu ritieni di essere di destra allora è giusto dire i tuoi.
        La democrazia diretta e non parlamentare può portare anche ad un regime.Il problema è il capitalismo finanziario parassita e la democrazia diretta non la faranno entrare a Wall Street. Comunque è un discorso lungo da fare con i commenti. Anche Hitler era contro i partiti e per la partecipazione del popolo nazionalsocialista, sappiamo tutti come è finita.
        O vogliamo parlare dell’ex socialista che con una marcia ridicola è riuscito a farsi nominare primo ministro?
        Io ho fatto il militare, posso essere anche il più onesto d’Italia ma non sono in grado di fare il ministro della difesa.

      • Hai ragione…impossibile continuare in questa sede il discorso, perché ogni post è terreno fertile per nuove questioni.
        Prometto che dopo questo non commento più a prescindere.

        Volevo solo puntualizzare che:
        – nessuno, e dico NESSUNO, vuole una nuova dittatura e tutti faranno in modo, storia docet, per non averla.
        – wall street???…lasciamo perdere…troppo lungo
        – se una cosa è successa una volta nella storia non necessariamente succederà di nuovo (supposizione scaturente da parvenze infondate)

        Faccio anche io un esempio: Chavez doveva essere un dittatore. Nei primi 7 anni di governo ha liberato il paese dall’analfabetismo, tre milioni di venezuelani sono stati inseriti nell’istruzione primaria, secondaria e universitaria, 17 milioni di venezuelani (quasi il 70% della popolazione) hanno ricevuto, per la prima volta, assistenza medica e medicinali gratuiti, sono stati somministrati più di 1 milione e 700 000 tonnellate di alimenti a prezzi modici a 12 milioni di persone (quasi la metà dei venezuelani), un milione dei quali li hanno ricevuti gratuitamente, in forma transitoria, la malnutrizione è scesa dal 14 % al 12 %, la mortalità infantile si è ridotta al 2 %, il tasso di disoccupazione è sceso dall’8,9% (2006) al 6,20% (feb 2007) e la popolazione sotto la soglia di povertà è diminuita dal 37,9% (2005) al 23% (2009).

        Chavez subito dopo il suo insediamento ha cambiato la costituzione, da una democrazia rappresentativa a una nuova forma chiamata “Democrazia Participativa y Protagónica”. Non ho nient’altro da dire.

      • Con Chavez mi hai scaldato il cuore. Mi resta solo da capire cosa c’entra Chavez con Grillo e se tu vedi similitudini mi auguro che abbia ragione ed io torto.
        Commentare si può, certo non risolveremo commentando.
        Mi conforta che nel movimento ci siano tipi come te, non credo però che si possa andare mano nella mano con i detroidi.

  2. insomma alla fine non ci hai capito nulla… Il M5S punta al 100% del Parlamento in mano ai cittadini… Se i cittadini torneranno ad essere decisivi anche nella sinistra e nella destra Italiana imponendo una politica trasparente e decisa dal basso e non calata dall’ alto il M5S non avrà più motivo d’ esistere… per quanto riguarda la fiducia non è vero che dal giorno alla mattina la si può togliere… servono i numeri e se il Pd (con l’ aiutino di qualche franco tiratore del Pdl) avesse i numeri potrebbe continuare a governare per 5 anni facendo quello che ha sempre fatto e relegando il M5S in un angolino e rendendolo corresponsabile del disastro che inevitabilmente il Pd farà.

    • Il 100% parlamento in mano ai cittadini, siamo sulla strada buona. Il Pd ha fatto le primarie ed il M5S le ha fatte nel web.
      Oppure quelli che hanno votato alle primarie del Pd non sono cittadini?
      SE diamo per scontato che il Pd, che non ho votato, farà comunque disastri lasciamo perdere, non andiamo nemmeno a votare.
      Estraiamo uno a sorte e gli diamo in mano il Paese.

      • Direi che le liste bloccate non sono un gran esempio di democrazia dal basso
        E inoltre chi vota Pd continua a farlo per antiberlusconismo e non perchè il Pd sia di sinistra, altrimenti ci sarebbe stata sollevazione popolare per tutte le leggi contro i lavoratori che ha fatto il centrosinistra italiano, ben piu’ liberista del Pdl (cit D’ Alema)
        il Pd farà disastri perchè è un partito neoliberista che fa gli interessi della finanza internazionale e perseguirà gli interessi della troika svalutando il lavoro
        (il M5S prima di fare le parlamentarie via web ha deciso i candidati nei meetup è tutta gente che è stata scelta dai cittadini per conoscenza diretta)

    • Il M5S punta al 100% del Parlamento in mano ai cittadini? Bene, ma chi mi assicura che tutti i cittadini siano onesti…alla fine qualche “cittadino” ci provera’ a fare qualcosa per i suoi interessi e saremo da capo!

  3. ho sempre votato a sinistra, Bertinotti mi ha fatto passare la voglia e ho smesso di votare perchè nessuno mi rappresentava, dopo anni son tornato al seggio per votare m5s.
    Andando al dunque è l’ unico ad aver proposto un programma profondamente di sinistra

    • Sei sicura?
      Agorà oggi: Beppe Grillo ad una giornalista turca (il video dell’intervista è stato proiettato stamane nel corso della trasmissione agorà): il movimento 5 stelle è un qualcosa di meraviglioso, me lo dicono anche quelli della digos, in esso gli estremisti di destra (leggi nazifascisti) si tengono per mano con quelli di sinistra.
      Che bello avremo un nuovo fascismo, l’unione tra i socialisti e gli squadristi.

      • Sei fuori strada. Il “si tengono per mano” è una metafora per dire che il movimento non ha bandiera, è di tutti, per tutti e fa gli interessi della società. Tutta.
        Aggiungo: ma soltanto se lo vogliamo…tutti. Tranne per chi non lo vuole e continua a sbandierare la propria bandiera.

      • gli estremi si toccano quindi?

  4. Analisi superficiale….. Insomma non ci hai capito nulla….. Bel modo di aprire un dialogo. Sento puzza di autorItarismo, diffido sempre di chi pensa di avere la verità in tasca. “100% ai cittadini” vuol dire tutto e niente. Cancellare destra e sinistra fa comodo solo a chi vuol fare dimenticare, alle nuove generazioni, i danni di comunismo sovietico e del nazi-fascismo italiano. Se oggi abbiamo la possibilità di decidere se mandare o meno “i cittadini” in parlamento è grazie a chi ha dato la propria vita per “creare” il Parlamento. E questo non possiamo permetterci di dimenticarlo. Destra centro sinistra esistono e devono esistere. SONO GLI UOMINI CHE NE FANNO PARTE CHE DEVONO ESSERE CAMBIATI. NON E’ IL SITEMA DEMOCRATICO PARLAMENTARE CHE NON E’ PIU’ VALIDO SONO GLI UOMINI CHE DEVONO ESSERE NUOVI E TRASPARENTI.

    • E’ esattamente quello che ho detto. Il M5S smetterà di esistere quando i cittadini si saranno riappropriati del Parlamento che per troppi anni è stato dato in concessione all’ antipolitica di chi ci ha governato… E’ ora di farli cambiare e se questo stà avvenendo è proprio perchè c’è il M5S… credo che questo sia innegabile… saranno la base del Pd e del Pdl a chiedere il cambiamento

  5. Slasch…. hai un bel blog, complimenti!

  6. […] Da mesi mi scrivono: sei obsoleto, destra e sinistra non esistono più. Noi siamo oltre, vieni con n… […]

  7. Beh, mi sembra che il problema in fondo non sussista. Basta che come premessa Bersani faccia un paio di cose di sinistra: 1-firmare la rinuncia ai finanziamenti pubblici, come fu deciso a suo tempo dal 90% degli italiani la grande maggioranza dei quali è ancora di quell’opinione a maggior ragione visti gli enormi sacrifici che gli sono stati via via richiesti, 2-aprire al reddito minimo, e non mi si dica che non ci sono le risorse, il sistema non può permetterselo, etc xché questo è sempre stato l’argomento usato dai partiti conservatori e padronali x non riconoscere diritti alle fasce più deboli. Se farà queste due cose non si potrà non ascoltarlo.

    • Concordo. Anche se facendo così non sarebbe più PD ..ma una copia del M5S. Ecco perchè non ho votato PD ma M5S.

  8. Le domande di fondo sono 2: un eventuale accordo PD M5S sarebbe utile al paese ? sempre questo accordo sarebbe conveniente per il futuro del Movimento CinqueStelle ? Per Grillo la domanda più importante è la prima o la seconda ? Se la domanda prioritaria per Grillo è la seconda vuol dire che antepone gli interessi personali agli interessi nazionali, così come hanno fatto da sempre i peggiori politici di destra e di sinistra, della prima della seconda e della terza Repubblica. In tal caso dove starebbe la novità ?
    Se al prossimo giro torna Berlusconi, sappiamo comunque chi rigraziare.
    Grillo può tenere uniti gli opposti estremismi che convivono nel M5s solo restando all’opposizione. L’unico collante è lo sputtanamento generalizzato degli altri. Governare vuol dire decidere ed ogni decisione è destinata a scontentare qualcuno. Governare porterebbe all’implosione del M5S ed a evidenziare tutte le sue contraddizioni .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: