A 15 anni ho elaborato una teoria, a 64 ne ho la conferma definitiva. Me l’ha data il Tg3 di ieri sera.


BQkACIl Tg3 ha intervistato i manifestanti a favore di Berlusconi. Un’agenzia, la Aba.Video, ha reclutato persone, pagate dieci euro ciascuna, per la manifestazione pro Silvio Berlusconi in piazza del Popolo. Quasi nessuno lo ha votato, quasi nessuno è militante del partito. In molti hanno lavorato invece come figuranti, grazie all’agenzia, presso programmi Rai. Per l’occasione a Roma tre pullman con 50 persone ciascuno, mentre altri sono partiti all’alba da Milano. ( Fonte: Repubblica)
Penso, come succede sempre davanti al Palazzo di Giustizia di Milano, ci siano state presenti anche gli anziani ospiti dell’ospizio televisivo Uomini e Donne anziani, quelli che si corteggiano esibendo la prostata ed è avvilente notare come la nostra tribù sia sprovvista del classico vecchio saggio che ogni villaggio ha, dagli indiani d’America alle tribù africane ed in ogni luogo del mondo nei Paesi normali si fa riferimento ai vecchi saggi.
Noi abbiamo solo vecchi rincoglioniti e lo si vede dal degrado del Paese e dal suo fallimento.
Credo che l’Italia del dopoguerra abbia subito una epidemia di imbecillità che ha colpito buona parte della popolazione, detta epidemia si è manifestata ed estesa con l’avvento della televisione televisione commerciale, in particolare quella privata, anche se la Rai ne è stata contagiata al punto tale da non distinuguerla più.
Dicevo che il Tg3 ha intervistato i partecipanti alla manifestazione a favore di Berlusconi, l’untore massimo, e vedere gente che ha lavorato una vita esaltare un bandito della P2 in quel modo mi ha fatto pena, mi ha fatto incazzare.
Triste no per il semplice fatto che già a 15 anni avevo elaborato una mia teoria sull’evoluzione della specie umana ben prima che la teledipendenza distruggesse la materia cerebrale di milioni di persone.
L’avere visto giusto non mi ha dato nessuna soddisfazione, anzi, avrei sperato di sbagliarmi come sempre quando ho fatto la schedina del totocalcio. Infatti da oltre vent’anni non la faccio più.
La mia teoria è nata nella mia testa quando ancora la televisione era in bianco-nero ed è nata nelle osterie dove da ragazzo mi dilettavo a giocare a scopa d’assi con gli anziani.
Erano piuttosto diffidenti nell’accettare al tavolo i giovani, per noi era motivo d’orgoglio quando si veniva accettati come compagni di gioco perchè significava che godevamo del loro rispetto e della loro considerazione.
Ed è appunto osservando gli anziani di Milano, Sesto San Giovanni o del paesino di montagna dove mi capitava di andare con i miei che la mia teoria, nata come sberleffo giovanile alla loro diffidenza nell’accettarti come socio di scopa d’assi, una provocazione diciamo che putroppo ha avuto conferma più volte nel corso della mia vita.
L’ultima ieri sera al Tg3.
La teoria è questa: un bambino vispo, intelligente, sarà un fanciullo curioso. Di seguito diventerà un ragazzo capace nello studio o nel lavoro, un uomo respondabile magari padre di famiglia e più tardi un vecchio saggio che può regalarti consigli grazie alla sua esperienza moltiplicata dall’intelligenza di base, di partenza.
Ogni esperienza, nel lavoro, nello studio, in generale nella vita, vissuta dal bambino intelligente fa da moltiplicatore di saggezza.
E’ atroce ammetterlo ma il ragionamento che segue non ha nulla di razzista, offensivo, mancanza di rispetto ma solo una grande tristezza, anche se era nata con un po’ di perfidia giovanile.
Il bambino pirla sarà un fanciullo pirla, un ragazzo pirla che diventerà uomo pirla per finire nell’apoteosi finale: sarà un vecchio pirla.
Inutile negare l’evidenza. L’esperienza, per uno toccato  dalla sfortuna che la natura gli ha regalato attraverso limiti di cui non ha nessuna colpa, non fa da moltiplicatore e quindi l’evoluzione ne risulta alterata, non potrà mai diventare un vecchio saggio.
La persona intelligente che commette un errore, può succedere a tutti, fa tesoro dell’esperienza che quell’errore gli ha fatto vivere, diventa un punto di forza, una marcia in più.
Lo stesso non avviene per  chi ha dei limiti, l’errore non lo riconosce ma lo considera sfortuna  e se cerchi di avvisarlo ti dice che porti sfiga.
Per fare un esempio che renda l’idea di quello che intendo dire vi racconto un fatto reale.
Eravamo nel cortile del condominio dove abitavo, si stava chiacchierando con altri condomini. Lavoravo nel mondo dell’automobile ed ogni volta c’era qualcuno che mi chiedeva consigli sull’acquisto di un’auto nuova o usata.
Cosa ne dici di questa, cosa ne pensi dell’altra.
Ho comprato una uno usata per mio figlio, te la faccio vedere dimmi cosa ne pensi, se ho fatto un affare oppure no.
Guardo la macchina e gli dico che il rapporto qualità prezzo non è male, gli faccio notare però che le gomme sono un po’ usurate, lisce, sarebbe il caso di cambiarle per non rischiare qualche incidente se piove.
Passa qualche giorno, settimana non ricordo, lo incontro insieme agli altri condomini nel solito crocchio in cortile e come mi vede mi apostrafa ad alta voce: cazzo! Tu porti sfiga! Mio figlio ha avuto un incidente, ha tamponato uno.
Non sono io che porto sfiga, sei tu che sei un pirla. Te l’avevo detto che le gomme erano lisce ed era ovvio che con la pioggia tuo figlio avrebbe avuto dei problemi.
Questo è il classico caso dell’uomo pirla che avrebbe avuto due soluzioni ma non è stato in grado di metterle in atto. Anzi tre. Quello che avrebbe fatto al suo posto l’uomo intelligente.
La prima avvisare suo figlio che le gomme erano lisce, di stare molto attento in caso di pioggia. La seconda di andare dal gommista a cambiare le gomme e la terza, la più importante, consigliare prudenza sempre e comunque.
Vedere anziani normali, inteso come non delinquenti, banditi ecc.ecc. Persone in buona fede che difendono esaltano e rispettano un personaggio del genere, nonostante l’età e l’esperienza che dovrebbero avere accumilato negli anni, mi ha messo tristezza.
Leggere che qualcuno ha partecipato a questa sceneggiata per 10, se fossero stati 100 comunque non sarebbe cambiato il mio giudizio, mi ha dato la conferma che, purtroppo, la mia teoria è giusta.
Non ci crederete ma avrei preferito che il mio ragionamento elaborato dalla mia mente di ragazzino fosse stato una cazzata pazzesca, una supercazzola.
Invece no, troppi vecchi pirla ne danno la conferma.
Dicevano i vecchi saggi: chi è causa del suo mal pianga se stesso. In questo caso non sono causa del loro male è la natura che ha infierito contro di loro, dovrebbero essere i loro cari, i loro figli ad aiutarli a ragionare, a cambiare le gomme.
Il più giovane intervistato dal Tg3 aveva 10 anni più di me, i giovani comunque c’erano.

Quello che  mi spiace di più è vedere gente che magari ha lavorato 35, 40 anni, escluse matrone con gioielli e pelliccia o vecchi borghesi che hanno manifestato anni fa  a Vicenza contro le tasse di Prodi,  che non ha capito ancora niente.
Magari c’è in mezzo pure qualche ex comunista che è diventato leghista o pidiellino, che si è spappolato la mente con la televisione. L’esperienza non ha fatto da lievito.
Dal Fatto Quotidiano:
Silvio ha bisogno di sostegno. Viale Monza 137, davanti alla sede milanese del Pdl. Ore 6 e mezza passate da poco, si parte. Tutti a Roma per la manifestazione del Pdl. Davvero tutti? Una signora è delusa: “Questo pullman è mezzo vuoto”. Appena 22 persone. “Ce n’è un altro davanti però”, ribatte la sua compagna di viaggio. Che qualcosa non andasse come previsto nei numeri si intuiva già ieri, quando l’impiegata che prendeva le prenotazioni al telefono non nascondeva un invito: “Porti pure chi vuole, c’è ancora posto. Anzi se porta qualcuno è meglio”.


Annunci

95 Risposte

  1. Purtroppo il berlusconismo ha invaso, come una epidemia anche moltissima gente di “sinistra”; questo è il vero problema!

    • certamente non sono una cima, un genio. Mi preoccupa il fatto che andando avanti con gli anni possa ridurmi in questo stato. Di positivo ci sarà il fatto che non me ne renderò conto.
      Spero che mio figlio mi avvisi, mi dia una regolata.

      • non ti preoccupare… se sei stato anche tu un bimbo sveglio non farai questa fine… un abbraccio!

      • Grazie infinite. Pensa quanto sono pirla, ho scoperto adesso che se leggo i commenti in bacheca c’è scritto: in risposta a…
        Leggendoli nella home del blog non riuscivo a capire chi commentasse chi.
        Non si finisce mai di imparare, per uno deviato da anni di Splinder è ancora più difficile.

      • spero che anche mi figlia lo fara’…. peccato che temo che sia stata gia’ contagiata dal video…e’ pazzesco, rimane attaccata come un pezzo di ferro al magnete!

    • Il male diabolico della s e d u z i o n e!!!

  2. è veramente triste

  3. Peccato che un cervello così eclettico si sia perso nei meandri della politica sinistroida ! Avrebbe potuto dare una mano a Bersani& C. che in questo momento ne ha veramente bisogno ! Ammesso che da grande abbia conservato le stesse capacita di quanto era ragazzino ! Perchè son curioso e mi piacerebbe sapere un cervello cosi sviluppato da piccolo , Ma da grande è riuscito a sviluppare altra torie ? Ma di quelle valide , di quelle che danno lavoro e una vita decente alle famiglie , che siano esse di sinistra ,di destra o moderati di centro ! Ha fatto qualcosa di tutto questo ? Spero di si ! Altrimenti e il solito sinistroide che ulula alla luna calante !

    • Io sono fiero dei meandri della politica sinistroida. Basta osservare i successi del capitalismo 4 miliardi di umani su 7 sono alla fame.
      Da grande ho lavorato, ho avuto 100 collaboratori da gestire e sono diventato un Quadro. Con la terza media.
      Sono abbastanza soddisfatto, ho partecipato a tutte le lotte per i diritti dei lavoratori e delle donne.
      Nel mio piccolo ho contribuito alla comunità, sta ai giovani conservare il frutto delle nostre conquiste.

    • ecco … questo commento mi porta in mente quello che raccontava del vicino con le gomme liscie che ebbe l’incidente !!! … 🙂 …

      • D’ accordissimo con quello che dici.
        Complimenti per l’articolo, anche per me, cresciuto con una nonna in casa, gli altri nonni nel paese vicino, devo dire che ho sempre portato massimo rispetto agli anziani per la loro esperienza di vita e capacità di parlare e affrontare le cose. Ma da qualche anno, forse da quando berlustronzo ha cominciato ad essere onnipresente in tv e nella stampa, o forse più semplicemente da quando le generazioni che hanno realmente vissuto i periodi bui dell’italia e dell’europa, la fame e la guerra, stanno via via lasciandoci quelli che rimangono e che dovrebbero essere i vecchi saggi diventano invece vecchi boccaloni da divano….tanta tristezza!

    • non hai senso dell’umorismo

      • Gli ho risposto due volte, fondamentalmente sono ottimista.
        Nella seconda risposta gli ho scritto che se il bicchiere è pieno di certezze è inutile cercare di aggiungere qualcosa, andrebbe perso.

  4. Abbastanza d’accordo escluso il fatto che sia la TV il motore del rincoglionimento. Perchè la forza di SB è stata quella di capire cosa voleva questa massa amorfa di gente poco scolarizzata (secondo De Mauro 1/3 degli italici è analfabeta funzionale e un altro terzo è a rischio).
    E d’altra parte pure il PCI e la DC hanno sempre utilizzato questa massa amorfa promettendo (e purtroppo a volte mantenendo) promesse di cose mirabolanti che non ci potevamo permettere.
    E lo facevano pure Mussolini e Garibaldi ognuno pro domo sua e non certo per il popolo.
    L’italico è ben stato descritto da Collodi in Pinocchio: un burattino, testa di legno, che non vuole studiare, non vuole lavorare, aspira al successo facile nel teatro di Mangiafuoco-DeFilippi, ed è disposto a finire nel Pescecane (l’usura, la delinquenza organizzata, la corruzione) pur di far vivere la figlio sfaccendato e con le ruote lisce il suo sogno di non dover fare nulla e di non dover studiare. Non è la TV che ha fatto gli italici, ma gli italici che hanno fatto la loro TV.

    • Ho la terza media, spero di salvarmi da questa marea di ignoranza, sempre che ne sia fuori del tutto.
      Tutto quello che abbiamo ce lo meritiamo, compresi certi politici.

    • Non c’è peggiore ignorante di chi crede di sapere perché è votato a diventare”carne da cannone” per i poteri autoritari. La TV ha forgiato masse prive di spirito critico facendo leva sulla suggestiva emotiva. I valori umani vanno praticati in prima persona e non vissuti virtualmente per conto terzi in questo delirio mentale collettivo…

    • Diciamo che si sono dati una mano considerevole…consiglio il testo di Wilhelm Reich”individuo” e stato della sugarco ad una mente così bella. Apprezzo in pieno queste parole.:-)

    • c’e’ studiare e studiare…io ho studiato nel settore delle scienze sperimentali, non mi sono mai dedicata alla politica ne’ all’economia, odio chi vive per arricchirsi e per arrivare al potere. Io cosa ci posso fare se la mia mia formazione non e’ quella di un laureato in scienze politiche o in economia… cerco di informarmi come posso e se devo ringraziare qualcuno ringrazio Grillo che con al sua “pazia” ha risvegliato in me la voglia di capire cosa cavolo sta succedendo in Italia e perche’ le cose stiano andando cosi’ male…meglio tardi che mai.
      PS NON ho mai votato ne’ il centro ne’ la destra, ne’ il centrosinistra di destra, ma un centro sinistra di sinistra, anzi sinistrissima

  5. Basta bandiere, basta divisioni. Cooperiamo, non competiamo!

  6. Il grande fratello di orwell voleva dire soprattutto questo:la nuova forma di oppressione passa attraverso il consenso ottenuto dal condizionamento,lo stesso dei piccioni di skinner..non ci resta che piangere in attesa che passi questa notte infinita e non smettere mai di indignarci in difesa della dignità umana. Grata per queste bellissime parole<3

  7. Quel mi mi preoccupo è quella parola “quadro ” che messa li per dire vedi ero qualcuno ! Si è sempre qualcuno se inquadrati ! iI problemu nascono fuori dai quadri ! Se sie in grado di derigere 100 persone non è detto che si riesca a creare lavoro e reddito ma solo lottare per i propi diritti seza conoscere la radice di questi diritti , che il dovere ! “Dovere”parola sconosciuta ai dirigenti a e dipendenti vari ! tu che ti vanti tanto di aver contribuito al elevazione dei ceti operai .Ti sei mai chiesto , se sono cosi bravo perche non creo una azienta che dia lavoro a benìessere in un periedo come questo ? non so quale sia la tua età ,non ha tanta importanza ,l’importante sono le idee e che siano un po distanti dalle lotte sindacali che a mio giudizio i sindacati tutti sono una casta come i plitici ! Linderesse delle caste è sempre e solo uno ! Avere un compenso senza far niente per quelli che contribuiscono a darli tuti questi previleggi !

    • Ho pensato a fare il mio dovere, dare reddito a chi mi ha assunto e pagato. Non essendo un fanatico del capitalismo non mi è mai passato per la testa di creare una azienda.
      Detto questo noto che non ti mancano le certezze e quando un bicchiere è pieno, di certezze, non si può aggiungere altro.
      Andrebbe perso.
      Tra l’altro è evidente che commenti quello che non hai letto, la mia età è scritta nel titolo ed in alto adestra nel blog c’è scritto chi sono.

      • dice un proverbio friulano che ti traduco: “E’ inutile cercare di lavare il capo dell’asino, si spreca tempo e acqua e in più si innervosisce anche la bestia”.. 😉

      • alla tua eta’ avere solo la terza media non e’ un disonore, ma un traguardo… ai tempi mica era facile come oggi proseguire gli studi. Io ho fratelli piu’ grandi che a mala pensa sono riusciti a diplomarsi e uno nemmeno ci ha provato… Si andava subito a lavorare, perche ‘ una volta non c’erano soldi, ma il lavoro c’era

  8. ti dò qualce altro proverbio in vernacolo sulle tue riflessioni:
    – “munnu à statu, munnu è, e munnu sarà”
    – “cu nasci tunnu non mori quatratu”
    e per continuare e dirla con mia figlia:
    – “cchiù ti ‘nsignu e cchiù ti perdu”

  9. Concordo con la tua teoria anche se devo dire che non é così originale come si possa pensare ad un primo approccio. L’Italia ha avuto un grande educatore Loris Malaguzzi , ideatore e realizzatore del metodo Reggio Emilia conosciuto in tutto il mondo ma poco in Italia. Molto di quello che teorizzi si rifà ai metodi educativi elaborati da Maluguzzi.

  10. La cosa è anche logica se ci pensi.
    Partiamo da un dato incontrovertibile.

    Questa è una gaussiana della distribuzione del QI.
    La maggioranza è data da persone con QI medio o sotto la media.
    Quindi, per trasposizione, la maggioranza delle persone sarà di vecchi tendenti al pirla.
    Se a questo aggiungi lo stato di indigenza in aumento, avrai una buona fetta di vecchi pirla bisognosi di quei 10 euro.

    A questo aggiungi le televisioni che puntano i riflettori sui vecchi pirla bisognosi di soldi, ottieni l’effetto moltiplicatore, ovvero i molti vecchi pirla finiscono in televisione facendo più rumori dei comunque pochi vecchi saggi che non andrebbero mai in televisione a fare le scimmie ammaestrate.

    • La media non mi sembra male siamo intorno al 60%, o mi sbaglio?
      Ricodo la pubblicità di un dado da brodo, demenziale. Tutta la famiglia che cantava in coro il nome del dado, ricordo di avere detto a mia moglie: io mi vergognerei, non farei questa pubblicità nemmeno per un milione. Allora era tanto, più di uno stipendio.

      • si ma quelli erano attori professionisti alle prime armi… pensa quanti attori sono passati per la pubblicita’ prima di diventare famosi. Un conto e’ recitare un conto e’ metterci la faccia davvero

    • ma questi vecchi non pensano che per soli 10 euro vendono l’anima loro e ipotecano quella dei loro figli e nipoti?

      • “soli 10 euro”???? evidentemente a te ne avanzano (di euro), altrimenti non farsti ‘ste affermazioni… E non credo si tratti solo di vecchi, ti basti vedere com’erano gremite le piazze con quel buffone di Grillo (e non venirmi a dire che tutti quei perditempo che schiamazzavano nelle piazze poi l’han votato, xke’ non ci credo!)…
        E tornando al discorso dei 10 euro, io vedo gente in giro che si spacca la schiena x prenderne molti di meno….

      • @nifargus
        ma per piu’ di 10 euro possono fare le comparse a Mediaset, almeno li’ non fanno danni. Non posso credere che una persona per bene possa fare questa pantomima per soldi, lo fa per mettetrsi in mostra, per farsi riprendere magari con lo striscione “Berlusconi sei onnipotente” o volevano scrivere sei impotente… battutaccia lo so, ma mi e’ scappata.
        Credo che chi veramente ha bisogno di quei 10 euro abbia altre fonti per rimettersi in sesto e non debba andare a fare il pagliaccio ad un comizio. Sono d’accordo con te che molti di quelli che erano al comizio di Grillo erano li per passare il tempo e magari farsi due risate, ma di certo soldi non ne hanno preso e nemmeno glieli hanno proposti.

  11. La storia insegna…. I grandi dittatori hanno sempre avuto un grosso seguito. Il problema italiano è che la classe media ha poca memoria, possibile che si sia dimenticato che è B. assieme al suo governo che ci ha condotti dove siamo? Si è rimosso il ridicolo a cui ha esposto il nostro, ahimè, già vituperato paese. Mah forse la storia darà una risposta a questa insana follia ma io voglio credere che la nostra Italia meriti molto di più

    • io credo che la colpa NON sia solo di Berlusconi…anche le opposizioni hanno un po’ di colpa…ma la colpa e’ anche dei partiti che ora non ci sono piu’, dissolti in altri acronimi…ma con le stesse facce

      • Quando ero nel Pci si andava in sezione, al circolo e si leggeva l’Unità. Poi sono arrivate le televisioni locali, si sono viste le tette, e le sezioni hanno presenze, hanno smesso di leggere un giornale, non necessariamente l’Unità, e hanno preso ad informarsi con i Tg regionali.
        Il resto l’abbiamo vissuto tutti, o quasi.

      • Vero! Quando l’individuo uscì per la prima volta in TV con uno spot
        che intervistava dei figuranti che dicevano”certo anch’io voto forza Italia” mia suocera ex Dc disse: Questo Berlusconi ha un grande seguito.
        Ecco era il momento di aprire bene gli occhi e usare l’arma della propaganda come lui.

      • il problema e’ che la maggioranza della gente crede ancora nella pubblicita’, nel bianco piu’ bianco e nelle creme che ringiovaniscono…siamo rimasti dei bambini che credono ancora alla Santa Lucia (a Bergamo e’ cosi’, abbiamo la Santa che porta i doni il 13 dicembre ai bimbi buoni). Crede ancora che se una cosa la dice la TV e’ vera di certo, quando ero giovane anche io lo pensavo… lo dice la TV come puo’ essere una baggianata, mica avranno il coraggio di dirla a milioni di persone… E ora invece lo so che il coraggio ce l’hanno e le baggianate le dicono e anche grosse e noi ci caschiamo perche’ in fondo vogliamo crederci oppure siamo pigri e diciamo pazienza…

    • Elisa, la storia non insegna nulla se non ci sono scolari, peggio: se non ci sono insegnanti. Di questi ultimi ne abbiamo a sufficienza, alcuni viventi, i più ormai sedimentati nel nostro vissuto nazionale. Raccontano la realtà, ma pochi li ascoltano, come dire che parlano in aule vuote. I tagli alla scuola in queste condizioni ufficializzano lo stato attuale delle cose, a beneficio di chi vuole sudditi ebeti da governare non cittadini consapevoli da rappresentare. Che ci insegna la storia, se non vediamo neppure il quotidiano dominato dalla tracotanza e l’impunità, la furbizia eletta a sistema, la compravendita delle dignità pubbliche, la volgarità esibita a un pubblico consenziente… E’ sotto i nostri occhi, non l’ha scritto un saggio del secolo scorso, ma noi guardiamo dall’altra parte. E in tasca i dieci euro con cui abbiamo tradito noi stessi, Perché fino a quando non ci sentiremo tutti responsabili per quanto accade in Italia, staremo fermi a compatirci o ad accusare gli altri, e non cambierà nulla. Veramente qualcuno crede che un riccastro sia riuscito da solo ad abbindolare milioni di italiani? o che i vecchi partiti politici della Ricostruzione postbellica abbiano tradito la propria gente, dalla sera alla mattina? o che i ladri rubino a tutti i livelli senza alcuna responsabilità dei sedicenti onesti?

      • parlo da insegnante, le aule sono strapiene, ma pochi ascoltano l’insegnante spiega, molti pensano a i fatti loro o sono presi a guardare l’ultimo mi piace di facebook o a sentire l’ultimo rap futuristico del momento. Ormai la scuola coma l’abbiamo frequentata noi e’ morta. Per i ragazzi tra i 12 e i 18 anni valgono piu’ le TV, la musica, facebook, you tube ecc. ecc. Loro dicono che e’ li’ che imparano la vita… al massimo una sbirciatina a wikipedia proprio per sentirsi degli intellettuali… e noi in classe come cretini a supplicarli di stare in silenzio e di ascoltare la lezione.

  12. Mi ricordano le manifestazioni della CGIL. Sono proprio tutti uguali.

    • Spiritosa la battuta, fine. La massa è sempre informe specialmente se chi la guarda è prevenuto.
      Dovresti esserci stato alle manifestazioni della Cgil per esserne così certo.

  13. Io non credo che alla fine….
    l’ignoranza prevarra su l’inteligenza….

    • No, ci sono periodi storici. C’è stato anche il rinascimento, spero che ne arrivi presto uno nuovo.

    • non metterei l’ignoranza come antitesi all’intelligenza. Uno puo’ essere intelligente ma ignorante e viceversa. Certo che se uno e’ o si definisce intelligente NON puo’ e non DEVE essere ignorante sarebbe uno spreco, un peccato, un delitto!

  14. fa sorridere, vedere la gente con un po’ di cervello che “timidamente” e con mille premesse dice… che siamo circondati da idioti. Quelli che a scuola non studiavano, quelli pigri, gli scemi per vari motivi…

    Invece sarebbe ora di dirlo forte e chiaro: non siamo uguali, la democrazia è follia, il mondo va diviso non tra destra e sinistra ma tra intelligenti e deficienti. Abbasso il suffragio universale

    • Io sono comunista ma la rivoluzione sovietica aveva affidato tutto il potere ai soviet, gli intellettuali.
      Non nascondo che avere la certezza che il mio voto, non dico giusto ma ponderato, sofferto, venga annullato da un idiota qualsiasi mi infastidisce.
      Ci sono dei diritti di base che vanno garantiti per tutti ma uno non potrà mai valere uno, ci sarà sempre uno più in gamba di me, di qualcun altro.
      Prendi la polemica del rinnovamento della classe dirigente…
      Io non avrei fatto fuori Berlinguer da Parlamento per far posto ad un giovane imbecille, nemmeno se quel giovane fossi, o ero, io.

    • sono proprio i soggetti piu’ intelligenti, forti e volenterosi che si devono far carico di aiutare le persone piu’ sfortunate. Questo non vuol dire dar loro un pesce ogni tanto, magari prima delle elezioni, ma insegnar loro a pescare. Insegnar loro a distinguere chi gli vuole benea nche se usa la severita’ e chi li invece li sfrutta facendo creddere che gli vuole bene. Io sono invece favoevole al suffragio universali ma taglierei la fetta dei troppo giovani (manipolabili con poche caramelle) e i troppo anziani (manipolabili anche loro con poche caramelle). In italia votano tutti, anche i clero, le persone degli ospizi che non riconoscono neppure piu’ i propri figli, gli incapaci. Non dico di togliere loro il diritto di voto, ma una bella visita ogni tanto non farebbe male. Mia madre, le ultime volte che ha votato, cercava sulla scheda la Democrazia… intendeva la vecchia DC e farglielo capire che non c’era piu’ la DC. Da quella volta non l’ho piu’ accompagnata, mi faceva troppo pena.

      • A proposito di democrazia…
        avrete certamente fatto caso che in tutto il mondo antico, dalle origini al 1700, la democrazia si è sviluppata in un solo periodo e in un solo luogo: quell’Atene antica che all’epoca era il centro economico-finanziario del mondo allora conosciuto. C’erano più soldi lì che in tutto il resto del mondo dell’epoca. Al punto che praticamente da sola potè finanziare una guerra commerciale contro l’Impero Persiano!
        Nello stesso periodo storico e nello stesso luogo la Filosofia raggiunse le sue vette più alte, ponendo le basi del nostro sapere odierno.
        EPPURE NESSUN FILOSOFO VISSUTO NELLA DEMOCRATICA ATENE SI E’ MAI SOGNATO DI ESSERE A FAVORE DELLA DEMOCRAZIA, MA ANZI SONO SEMPRE STATI TUTTI ANTIDEMOCRATICI.
        Non c’è traccia di pensiero democratico in tutta la Filosofia antica.
        Ci sarà pur una spiegazione di ciò! 😉
        Forse perché, come sostenevano anche Socrate e Platone, non c’è alcun legame tra la democrazia e la Verità; e quindi nemmeno tra la democrazia e la giustizia, perché senza Verità non può esserci giustizia.
        Secondo gli antichi Filosofi, per governare occorre avere Saggezza.
        Secondo i princìpi democratici, per governare occorre avere la maggioranza…

      • vero la maggioranza…ma se fosse proprio la maggioranza a sbagliare…e chi glielo dice allora?

  15. Noi abbiamo avuto tantissimi vecchi saggi in tutti i campi. Dall’arte, alla musica, alla scienza ed anche nella politica.
    Pensiamo ad esempio ai Padri costituenti che ci hanno regalato una Costituzione bellissima, quasi perfetta. Purtroppo la natura ha concentrato i neuroni buoni, o come si chiamano, in qualche migliaio di eletti, eccelsi.
    Il resto è massa informe o poco più. Già rendersi conto di questo fa felici, si rientra tra i poco più.

    • La nostra Costituzione perfetta?
      Ma se è la fonte di tutti i mali politici.
      Obbliga ad un sistema fiscale che non può essere applicato e che quindi favorisce l’evasione e l’elusione.
      Non tutela la libertà di parola.
      Costringe ad avere due camere uguali ed ipertrofiche.
      Obbliga un ad sistema di rappresentanza che favorisce i partiti “personali” e quindi favorisce scissioni continue di caporioni ognuno dei quali diventa un ricattatore del governo in carica.

  16. Il Berlusconismo e la tv commerciale hanno fatto danni enormi. Ma la teoria dei coglioni e degli intelligenti è una cagata pazzesca! Ecludendo gli estremi, mediamente, quando nasciamo siamo equamente dotati. Sono gli stimoli dell’ambiente che aiutano o meno lo sviluppo intellettivo di un essere umano.

    • Non escludo che tu abbia ragione, Guccini stesso diceva: in fondo nella mia famiglia sono l’unico che ha studiato.
      Incide molto ed è vero ma credo che in questa verità ci sia molto ottimismo. Diciamo il pessimismo della ragione e l’ottimismo della speranza.
      Lapo ha avuto tutto dalla vita, studi, stimoli ecc.ecc. Ma non mi sembra una cima. Ho detto Lapo solo per fare un esempio, ce ne sono a migliaia conciati come lui.

    • concordo, ma questi stimoli devono arrivare non solo da quando vediamo la luce, anche prima. Se una madre fuma o beve o si droga durante la gravidanza…. Se una madre mette al mondo un figlio in tardissima eta’. In questi casi un bimbo non potrebbe gia’ partire svantaggiato? E guardate che parlo da primipara atempata, non sono una giovincella, ma io questo problema me lo sono posto prima di fare il grande passo. L’ambiente e’ importante, ma anche la genetica lo e’. Anche l’ambiente intrauterino lo e’… e se il bimbo non riesce nascere subito perche’ ci sono difficlta’ nel parto quel bimbo potrebbe portere i segni di una menomazione per sempre e magari all’inizio sembra andare tutto bene e poi si scopre quando va a scuola che fa fatica a seguire come gli atri. E magari e figlio pure di due colti ed intelligenti laureati…quindi l’ambiente poteva essere ottimale…. Insomma il caso e’ ingarbugliato ed e’ davvero difficile da dipanare

  17. Più che una dote naturale vedo nella stupidità di certe persone una mancanza di volontà, non è che la natura non li ha dotati di pari intelligenza, semplicemente quanto si è trattato di compiere una scelta determinante nella propria vita questi individui hanno deciso di girare le spalle e spegnere il cervello, magari la prima volta in cui si è manifestato questo atteggiamento è stata la prima infanzia e molto probabilmente il genitore o in genere il tutore non ha avuto la prontezza di correggere questo atteggiamento limitandosi a proteggere la piccola creatura innocente.
    Il vizio diventa circolare e si ripete instaurando un procedimento di involuzione, ogni errore causa un danno che continua a cercare risposte non nella propria pigrizia, non nel mancato utilizzo della propria intelligenza, ma in concause esterne. Passata l´età dell´adolescenza le abitudini cominciano a cristallizzarsi nella personalità dell´individuo e ne diventano parte integrante, a questo punto la stupidità diventa atavica e difficilmente correggibile.

  18. per allontanare dalla mente umana un umanoide come l’S.B. non bisogna per forza essere di sx ma soltanto persone con un pò di materia grigia e farla funzionare.Per il resto non lo nominate più xchè lo aiutate anche se lo fate in modo escunismo….non completo la parola..non lo merita..

  19. quante cazzate!

  20. La carenza di “buoni maestri” e di modelli accettabili rende inestinguibile la categoria del pirla, e quindi a quella manifestazione erano anche presenti delle assenze…Buon pranzo all’articolista…

  21. La tua teoria è sbagliata!
    Non è una mia opinione, ma l’evidenza dei fatti.
    Mi spiego:
    tu dici che c’è chi nasce intelligente e chi nasce pirla.
    Non è vero:
    fino all’età di 3 anni, tutti i bambini sono intelligenti;
    è un dato di fatto riscontrabile sempre.
    Si nasce tutti intelligenti, poi succede qualcosa…
    L’Intelligenza è innata.
    L’imbecillità è appresa.
    Questo è il dato osservabile. Qualsiasi teoria si vuole costruire deve essere compatible con l’osservazione sperimentale!

    Spero di averti indotto a più feconde riflessioni… Auguri! 🙂

    • Ma anche no, ti sbagli: Tutti i bambini prima dei 3 anni non sono intelligenti ma hanno più o meno le stesse capacità, in quanto il cervello deve ancora svilupparsi del tutto (anche se ciò in teoria avviene un po’ prima dei 3 anni). Una volta che tutti i collegamenti neuronali vengono effettuati, si scopre la vera natura dell’individuo.
      Anche io feci lo stesso ragionamento di slach16 in età e circostanze simili. C’è da dire però che l’ambiente nel quale si cresce è determinante: Una persona potrebbe nascere intelligente e non sviluppare mai questa sua dote, di contro un “pirla”, anche se difficilmente, potrebbe dare una parvenza d’intelligenza se adeguatamente educato.

      • io parlo di EVIDENZE SPERIMENTALI.
        Se mi porti un bambino (non handicappato) entro i 3 anni di età che è irrimediabilmente imbecille, mi convinci.
        Fino a quel momento la tua è solo la pretesa di sostituire UN FATTO OGGETTIVO con una mera ipotesi (il tuo punto di vista).

        Ripeto FINO A PROVA CONTRARIA:
        – L’Intelligenza è innata
        e, di conseguenza,
        – l’imbecillità è appresa

        N.B.: la frase “Una volta che tutti i collegamenti neuronali vengono effettuati” è priva di significato, perché i collegamenti neuronali si creano continuamente durante tutta la vita dell’individuo e questo processo è denominato “APPRENDIMENTO”.
        Poi, se a qualcuno càpita di smettere anzitempo… beh… quello è un fatto anomalo! 😉

    • Non sono sicura che l’Intelligenza sia innata, ma sono sicura che l’imbecillità sia appresa.
      Il bambino ha un senso della giustizia molto vivo ed e’ solo un po’ egoista (e’ fisiologico). Basterebbe farlo crescere un po’ meno egoista (ma non coglione) e lasciare intattato il suo senso di giustizia.

      • Beh qualcuno deve pur averla inventata l’imbecillità. Anche negli animali come cani, gatti, ecc… possono essere osservati diversi comportamenti fin dalla tenera età, li l’educazione non c’entra ma è sempre possibile praticare l’addestramento. Allo stesso modo, gli uomini hanno un carattere e un’intelligenza definita alla nascita, però attraverso l’educazione (che sarebbe l’equivalente dell’addestramento) è possibile applicare delle modifiche.
        Forse l’imbecillità potrebbe non essere innata, ma la predisposizione alla stessa sicuramente lo è.

      • dovremmo definire meglio cosa intendiamo per “imbecillita’”

      • x BTemplar:
        Educazione e addestramento non sono la stessa cosa, ma anzi sono uno l’opposto dell’altra.
        L’Educazione tende a far sviluppare l’intelligenza, tramite l’esercizio delle facoltà mentali.
        L’addestramento tende a far sviluppare degli automatismi tramite la reiterazione di consuetudini e abitudini.
        Se non si fa attenzione a questa fondamentale differenza, si rischia di scambiare una cosa per l’altra, con ripercussioni anche pesanti sull’individuo.

        Per esempio: secondo te, dire “se non mangi la minestra, non ti porto al cinema” è Educazione o addestramento?

      • addestramento ovvio!

  22. che figata! dove posso trovare un elenco di agenzie che ingaggiano?

    • Aprine una tu. sarebbe una buona idea.

      • nella mia zona ci son gia’ diverse agenzie che si “pestano i piedi” a vicenda per ingaggiare figuranti in occasione di riprese cinematografiche e manifestazioni varie… Io sono [ero, veramente, xke’ con dei casini che ci son stati non chiamano piu’ 😥 ] iscritto in tutte e c’avevo gia’ fatto il pensierino, ma la cosa e’ onerosa sono troppi aspetti (non necessariamente venali, ma soprattutto perche’ si perderebbe troppo tempo nell’organizzazione) e non ho il tempo fisico x farlo (le giornate attualmente hanno solo 24 ore… se in futuro le allungheranno, stai sicuro che ci ripensero’!

      • @nifargus
        per 10 euro ti ingaggio io a fare il figurante a pulirmi la casa… pero’ non devi fare solo il figurante, devi pure pulire davvero… il mio e’ un cinema realistico.
        Astenersi perditempo 😉

  23. Il berlusconismo e lui in prima linea hanno rovinato il paese, uno del genere, come dicevano i miei nonni .. l’e’ mei perdel che troval.

  24. io invece mi chiedo come posso credere che un tg di sisnistra non abbia trovato una notizia più farlocca di questa, le stesse interviste sono scelte per far credere che il pubblico di Berlusconi fosse fatto di semplici vecchietti e simpatizzanti . Io ne sono certissima che l’informazione non esiste la società davanti alla tv diventa scema perchè gli basta guardare o cliccare mi piace senza ragionare e qualsiasi cosa che gli sciacalli gli presentano o costruiscono per loro compreso l’odio diventa realtà…. che pena…

  25. è legale fare questo?

  26. L’ha ribloggato su Elena.

  27. Non litighiamo per delle fesserie, in alto nel blog ho scritto:
    Non prendetemi troppo sul serio, non lo faccio nemmeno io.
    Grazie.

    • condivido pienamente quello che hai scritto,anch’io sono convinta che la gente non sia più in grado pensare con la propria testa perchè c’è la televisione che lo fa al posto loro e comunque chi per lavoro ben retribuito ha per compito inculcare idee fallaci e contorte ad un pubblico imbecille.Noi andavamo a Piazza del Popolo per ascoltare il grande Almirante,l’oratore e politico d’eccellenza,e non certo per denaro, perchè sentire e condividere i suoi discorsi era un onore.Questa gente che ha occupato la piazza un tempo “nostra”,stava lì tanto per esserci e non solo per i 10 euro che potrebbero essere stati anche di più per qualcuno. Come dici tu molti di loro non erano convinti di quel che sentivano ma dovevano fare presenza per giustificare il loro viaggio,potevano andare a godersi le meraviglie di Roma invece,questa sarebbe stata una buona occasione per farlo.Comunque l’imbecillità umana ,che è sinonimo di involuzione,è il frutto dei nostri tempi e le nuove generazioni si troveranno a confrontarsi in modo serio e drammatico con questo problema,sempre ammesso che se ne accorgano.

  28. io sono intelligente voto grillo

  29. Per tutti, consiglio la lettura di un piccolo libro (80 pagine) intitolato “Italia : un paese senza religione civile – le ragioni di una democrazia incompiuta”, a base di articoli di Carlo Tullio-Altan, scritti tra il 1977 ed il 1995, ma che si potrebbe leggere nel giornale di stamattina. Illuminante ! Dove scoprirete che il berlusconismo e la gente che si vende per 10 euro non sono un fenomeno recente, ma radicato nella storia italiana, da ben prima della televisione.
    Editore “Istituto Editoriale Veneto Friulano” (Udine).
    I “pirla” non sono una mutazione genetica, sono il prodotto di un sistema che li genera per salvaguardare la propria perpetuazione.

    • Sono d’accordo, sono come i polli d’allevamento( Gaber ) allevati, intensivamente, in gabbia.
      Un minimo di predisposizione ci vuole comunque.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: