Tra i 196 parlamentari del Pdl che hanno invaso il tribunale di Milano in 38 hanno rischiato grosso. 34 indagati e 4 pregiudicati, ma rischiamo ancora di più noi se aspettiamo che il Pd difenda le istituzioni.


PROTESTA E MARCIA DEL PARLAMENTARI DEL PDL AL TRIBUNALE DI MILANOSe dobbiamo aspettarci di tutto manca solo una mega manifestazione della malavita organizzata, camorra, ‘ndrangheta e mafia, contro il 41 bis con dichiarazioni alla stampa in cui confermano: è vero, abbiamo rubato ed ucciso ma ci siamo confessati ed abbiamo fatto pure la comunione.
Quello che è successo ieri nel Palazzo di Giustizia di Milano è di una gravità inaudita ed è ancora più grave che il Pd non abbia preso una posizione chiara e netta che condanni la sceneggiata.
E’ un attentato alla Costituzione ed alla democrazia pretendere di sospendere i processi a caico del piduista è un colpo di stato al diritto, all’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge.
Chissà che avranno pensato Falcone e Borsellino mentre guardavano dall’alto l’indegna gazzarra messa in scena dai 196 parlamentari del Pdl compresi i 34 indagati ed 4 pregiudicati.
Sono morti inutilmente come sono morti inutilmente le migliaia di Partigiani che hanno dato la vita per garantire la Democrazia ad un Paese che non sa cosa farne dato che cerca, sempre  e comunque, un uomo forte che decida e pensi per lui.
L’Unità di oggi titola: La marcia eversiva del Pdl.  Non si capisce se è una notizia per i lettori o un avviso per Bersani che preso dal confronto con Grillo non si accorge che degli attacchi concentrici contro la democrazia e la rappresentanza parlamentare.
In questo gioco al massacro di interessi particolari passa in secondo piano l’attacco alla Repubblica democratica ed ai pilastri che la sostengono, la separazione dei poteri.

La separazione (o divisione) dei poteri è uno dei principi fondamentali dello stato di diritto. Consiste nell’individuazione di tre funzioni pubblichelegislazione, amministrazione e giurisdizione – e nell’attribuzione delle stesse a tre distinti poteri dello stato, intesi come organi o complessi di organi dello Stato indipendenti dagli altri poteri: il potere legislativo, il potere esecutivo e il potere giudiziario (gli stessi termini vengono usati anche per indicare la funzione a ciascuno attribuita).

In particolare nelle moderne democrazie:

  • la funzione legislativa è attribuita al parlamento, nonché eventualmente ai parlamenti degli stati federati o agli analoghi organi di altri enti territoriali dotati di autonomia legislativa, che costituiscono il potere legislativo;

  • la funzione amministrativa è attribuita agli organi che compongono il governo e, alle dipendenze di questo, la pubblica amministrazione, i quali costituiscono il potere esecutivo;

  • la funzione giurisdizionale è attribuita ai giudici, che costituiscono il potere giudiziario.

E’ evidente che l’attacco ai cardini della Costituzione è concentrico.  L’attacco all’autonomia del parlamentare eletto, il quale dovrebbe rispondere del suo operato esclusivamente agli elettori, da parte del M5S è destabilizzante e toglie l’autonomia ai rappresentanti e li fa diventare esecutori di ordini caduti, o imposti, dall’alto. In ogni caso dall’esterno del Parlamento.
A questo si aggiunge l’attacco al potere giudiziario da parte del Pdl che la spudoratezza di chiedere la sospensione dei processi a carico del piduista corruttore di senatori e deputati oltre che di testimoni e giudici.
Un attacco concentrico alla Democrazia ed alla nostra Costituzione del quale si rende complice anche il Pd, il silenzio assordante nel quale è stata accolta la gazzarra di ieri è un segnale di complicità, di incapacità, di debolezza e di confusione strategica che ci mette in pericolo tutti.
Spero che Bersani e tutto il Pd leggano l’Unità e si rendano conto di quello che è successo ieri perchè se la parte cattolica del Pd legge ancora L’Avvenire, come temo, leggerebbero solo questo: Ultime ore poi l’extra omnes
La prima “fumata” già domani sera.

 

Io penso che nel Pd la prima fumata l’abbiano fatta già da tempo, è da parecchio che si sono fumati il cervello.

La sfida di Berlusconi a Napolitano
“Stop ai processi o sarà il caos”

E’ tollerabile tutto questo?
Uno vale uno, ma io sono io e voi non siete un cazzo.

Annunci

8 Risposte

  1. Ben esposto. Ma quelli del PD come gli altri vogliono solo gestire il potere, infatti ci tengono di più ad avere in mano il governo che non la presidenza del senato o della camera

  2. 4 pagliacci non fanno primavera. Il PD ha tollerato il nano e le sue danze legali per tutti questi anni. Ora sarebbe colpevole del solo silenzio?
    A giudicare dalle autorizzazioni a procedere che il parlamento ha rilasciato io un idea del PD me la sono fatta. Combutta di criminali.
    Grillo impone la sua voce dal alto ai parlamentari? Che si candidino alle elezioni per i caxxi loro e vediamo quanti voti prendono questi parlamentari del m5s(fassino docet).
    Berlusca tiene i suoi in punta di ricatto di fine legislatura o in punta di denari.
    Davvero il PD sarebbe diverso? Cosa capita a chi vota diverso dalla linea del partito? Che viene da d’alema ossia da uno che e’ fuori dal parlamento?
    Non è in questa pagliacciata che vedo le istituzioni minacciate. Neanche quando si danno certificati medici compiacenti. Io le vedo quando stefano cucchi muore in tribunale. O quando federico aldrovandi viene pestato a morte e spariscono i filmati. E mi scuso per chi non cito ma è morto lo stesso per mano dello stato, delle istituzioni, della stampa.

    • La lista sarebbe lunga di chi è morto per mano dello Stato.
      Comunque la democrazia traballa, mai come adesso. Nemmeno Sogno è arrivato a tanto.

  3. Che vergogna!

  4. Stanno accadendo cose, in questo Paese, che si fatica a comprendere e che, forse peccando di ottimismo, pensavamo fossero destinate ad essere solo il ricordo della trama di un film come quello di Nanni Moretti. Invece, questo carrozzone di indegni farabutti l’ha fatto sul serio, ha replicato la scena di un film che, oggi, dobbiamo definire profetico, dimostrando ancora una volta che il “pessimismo” di chi ha sempre fatto opposizione a questa destra becera, era più che fondato.

    Oggi, lo stesso “pessimismo” viene esercitato nei confronti di un Movimento che, per certi aspetti, è inquietante tanto quanto lo fu Forza Italia ai suoi esordi. Come allora, c’è chi si rifiuta di pensare, meditare e provare a valutare. Tutti sicuri della nuova bandiera che hanno abbracciato.

    Ciao Slasch, buon pomeriggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: