Nella Discordia Italia sono tutti impegnati nel saluto al M5S. Non c’è nemmeno bisogno di uno scoglio perchè stiamo imbarcando acqua da tutte le parti. Affonderemo ugualmente.


images1) Reddito di cittadinanza; 2) Misure immediate per il rilancio della piccola e media impresa; 3) Legge anticorruzione; 4) Informatizzazione e semplificazione dello Stato; 5) Abolizione dei contributi pubblici ai partiti; 6) Istituzione di un ‘politometro’ per verificare arricchimenti illeciti dei politici negli ultimi 20 anni; 7) Referendum propositivo e senza quorum; 8) Referendum sulla permanenza nell’euro; 9) Obbligo di discussione di ogni legge di iniziativa popolare in Parlamento con voto palese; 10) Una sola rete televisiva pubblica, senza pubblicità, indipendente dai partiti; 11) Elezione diretta dei parlamentari alla Camera e al Senato; 12) Massimo di due mandati elettivi; 13) Legge sul conflitto di interessi; 14) Ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola pubblica; 15) Abolizione dei finanziamenti diretti e indiretti ai giornali; 16) Accesso gratuito alla Rete per cittadinanza; 17) Abolizione dell’IMU sulla prima casa; 18) Non pignorabilità della prima casa; 19) Eliminazione delle Province; 20) Abolizione di Equitalia.
I 20 punti li ho copiati da un commento sul Fatto Quotidiano, ovvimanete ancora una volta non hanno pubblicato il mio di commento, ma questa è prassi.
Escluso il referendum sull’ euro gli altri 19 punti sarebbero condivisibili ma il punto non è questo, per fare un governo del M5S ci vogliono i voti nei due rami del Parlamento ed inoltre manca il 21° punto, quello più importante: la copertura finanziaria. Avanti con le ipotesi.
Pare che qualcuno non se ne renda conto.
Se non è tattica è disorganizzazione, alludo al fatto che i grullini ( non ho votato Pd ma sinchè loro chiameranno il Pd Pd meno L io li chiamerò Grullini) alla sera dicono una cosa, fanno trasparire una cosa e la mattina dopo la smentiscono.
Ora vogliono proporre a Napolitano un governo di sole 5 stelle, 2 in più della Michelin, non si capisce bene sostenuti da chi ma soprattutto non si capisce perchè loro possano imporre i 20 punti ed il Pd non può proporne 8.
Mi sembra che nella Discordia Italia siano tutti impegnati nel saluto all’isola del M5S e non si rendono conto che la Discordia Italia imbarca acqua da tempo e, forse, per affondare del tutto non ha nemmeno bisogno di uno scoglio.
Fare appello alle forza sane dei vari schieramenti è tempo perso, si passa il tempo a rinfacciare i vari errori o le debolezze pregresse perdendo un’occasione più unica che rara.
Sappiamo tutti che il centrosinistra quando ha governato l’ha fatto con maggioranza risicate, sappiamo che c’è stata una compravendita di deputati e senatori e sappiamo, purtroppo, che il Pd è stato vittima dei ricatti interni dovuti allo sdoppiamento dell’anima tra ex democristiani ed ex comunisti. Questo ha portato alla paralisi nonostante ci sia stato un tentativo di pulizia con l’uscita della Binetti, Rutelli e qualche altro ma ci sono ancora i vari Letta, Veltroni, Fioroni ecc. ecc.
Forse, presi dal saluto al M5S, non ci si rende conto che un governo per entrare in carica ha bisogno di un voto di fiducia, maggioritario,  da parte delle due camere tutto il resto è fumo.
Nessun referendum su una eventuale alleanza con il Pd, l’unico che porterebbe i numeri necessari e per adesso ci dobbiamo affidare ai portavoce che a loro volta riferiscono quanto è scritto nel non statuto fatto apposta perchè le decisioni siano prese da Grillo-Casaleggio  che non sono nemmeno stati eletti come rappresentanti del popolo.
Non bastasse il casino che c’è nella Discordia Italia  in caso di accordo con i partiti Casaleggio lascerebbe il Movimento” Seguito a ruota, ovvimente, da Grillo che lascerebbe, serenamente, la politica.
Geniale, fa da parafulmine e nello stesso tempo mette in atto un ricatto.
Parafulmine perchè attira su di se le, eventuali, colpe. Ricatto alla base del movimento per impedire un’alleanza con il Pd che porti avanti 6/8 punti condivisibili del programma M5S.
Vuole lo sfascio totale.
Chi prenda il ruolo di Scettino, per adesso, non è dato di sapere anche se in pole position sono in due.
nal mio piccolo faccio solo presente che la barca affonda e non c’è nessuno che si preoccupi di chiudere le falle o azionare una pompa di sentina a mano o elettrica.
Anche se elettrica sarebbe meglio.

Annunci

12 Risposte

  1. Vuoi vedere che adesso lo Shettino è diventato Grillo??? ma non farmi ridere!

  2. solito raggionamento da pd-l…..io non capisco perche tutta questa fretta ora!! la barca sta affondando? si più realista, la barca è già affondata non prendiamoci in giro, e sappiamo bene chi ha affondato questa barca nessuno si deve salvare non ci sono fiduce da dare i cambiamenti vanno fatti drasticamente e non estemporaneamente è come dare voce al vento in cui le parole se le porta via…per favore slach lascia stare questa campagna politica che di tale non ha piu nulla, siamo realisti queste persone hanno fallito le loro non politiche hanno fallito cosa vogliamo difendere? di cosa vogliamo parlare? la gente muore? non c’è la fa più? guarda che queste cose se vivi in terra succedono da parecchi anni quindi non stiamo qui a prenderci in giro…! Beppe Grillo non è stato eletto ufficialmente ma lo è rapresentativamente x chiunque veda il movimento come unica e ultima possibilità di cambiamento quindi i suoi otto punti il signor Bersani se li puo tenere in tasca qui c’è bisogno di un taglio drastico che la maggior parte della gente ha capito che è inevitabile, solo persone come te e come i pd-l convinti ancora di una immaggine grottesca dell’Italia per intenderci quell?Italia tirata su a parole e nessun fatto..gentilmente vi chiedo x una volta non pensate a voi stessi cominciate a pensare a chi vi stà vicino a chi vi ama a chi ripone in voi le sue speranze la sua vita…x favore fatevi da parte avete sbagliato tutto non c’è più tempo per le chiacchiere (voi siete i campioni delle chiacchiere) fate non uno ma 100 passi indietro lasciate che sia il popolo a decidere della propria vita..io la mia vita lo messa nelle mani di Grillo (sono un pazzo?) ho bisogno di speranza non credo di riuscire ad andare avanti ancora per 5 anni senza un governo che mi appoggi quindi voglio un cambiamento da subito.. w il movimento5stelle…!!!

    • Grazie Grullino, mi hai illuminato. Sono un fallito è vero, ma i diritti, lo statuto dei lavoratori, il diritto alle rappresentanze ed alla maternità lo devi a quelli come me.
      E’ vero che la maternità da quello che può ma non si può pretendere la luna.
      Avremo modo di valutare per bene questa rivoluzione.
      Sempre in attesa che uno valga uno.
      Io non so cosa abbiano votato i tuoi genitori o i tuoi nonni sino adesso, per quanto mi riguarda sin dal primo voto sono stato all’opposizione ed aspetto ancora di andare al governo.
      Detto questo molti che hanno sostenuto i banditi sino adesso sono stati folgorati dal guru di turno.
      Tra i falliti ci mettiamo pure le generazioni che ti hanno preceduto e dato la vita?
      Se è così allora accetto di essere un fallito.
      Ciao.

  3. ma dall’oggi al domani, quello dopo elezione, il m5s, da populista, fassista, comunista, demagogo, incapace, ecc.ecc., è diventato il responsabile della governabilità del paese! Gli si chiede di votare turandosi il naso, come da vecchia tradizione italiota che ci ha portato a questa situazione. A proposito di necessità di governo…nessuno ricorda che il parlamento non ha votato la sfiducia al precedente governo…Monti sfiducia “fai da te” e nessuno ha emesso un fiato!
    PS. se non farà uno sforzo per uscire dal criterio dei partiti temo che prenderà sempre le misure del m5s col metro sbagliato!

    • I partiti sono democrazia, i movimenti un po’ meno. IN modo particolare quelli con il non statuto.

      • “i partiti sono democrazia”…si affrettano a rispondere ai referendum, rubano, corrompono, vendono sovranità, decidono i nomi dei candidati, fanno i loro comodi e gli ordini della Troika e tutto il resto…molto democraticamente…per volere del popolo…ahahaha…che ridicolo!!!

      • C’è poco da ridere. Essere agli ordini di uno solo al comando è preoccupante, delegare tutto a due persone è preoccupante.
        Guarda il resto del mondo se è governato da apartiti o da movimenti.

  4. al solito abbiamo a che fare con gente come te… ma si hai ragione, i grullini sono dei cojoni incompetenti e frignoni.. allora fate voi che siete tanto bravi e tanto intelligenti.. noi siamo solo degli ignoranti, sempliciotti, ingenui e senza esperienza… fate voi, io personalmente me ne lavo le mani – mi sono veramente sfiancato di persone che criticano senza fare niente (da 20 anni)

  5. Faccio l’avvocato del diavolo…
    dal Blog 5stelle..

    Cari intellettuali
    (di Vittorio Bertola) 11.03.13 12:34

    Cari intellettuali,

    ormai Repubblica ospita ogni giorno un diverso appello di luminari, artisti, personaggi finissimi di sinistra che si rivolgono al Movimento 5 Stelle chiedendogli di appoggiare un governo del PD.

    Voi lo fate in modo cortese, ma mia bacheca è piena di gente che urla; e nonostante quel che dicono i media, non sono i “grillini”, ma prevalentemente elettori e militanti del PD che gridano scompostamente che loro hanno diritto a governare e che noi dobbiamo dargli i nostri voti per farglielo fare, se no siamo irresponsabili, distruttivi, fascisti, berluscoidi, infantili. Un film stucchevole e già visto, qui a Torino, all’epoca delle elezioni regionali e della sconfitta di Bresso.

    Voi partite da una visione che non sta in piedi, quella per cui per vent’anni abbiamo avuto uno scontro tra il male (Berlusconi) e il bene (il PD) e ora il M5S ha il dovere di far trionfare il bene. Mi spiace per voi, quella visione è falsa, innanzi tutto perché non c’è stato nessuno scontro, ma vent’anni di inciuci dietro le quinte, in cui il PD, dalla Bicamerale alle garanzie per le TV di Berlusconi, ha tenuto in piedi il PDL perché entrambi potessero spartirsi il potere.

    Dunque per me Berlusconi e Bersani non sono uguali, ma sono ugualmente impresentabili. Sono due facce dello stesso fenomeno durato vent’anni. E’ proprio salvando Bersani che noi salveremmo anche Berlusconi e il berlusconismo.

    Invece di fare appelli al M5S, chi simpatizza per il PD dovrebbe fare appelli ai propri dirigenti. Perché non si può venire bocciati alle elezioni e poi pretendere di governare, no? Che il PD dia un segnale di rinnovamento; che vadano a casa tutti, Bersani, D’Alema, Rosy Bindi, anche Renzi, che a seconda di come si sveglia è del PD o contro il PD o il leader della fusione PD-Monti, ma sempre nel sistema è. Che il PD dia un segnale di svolta morale; che faccia una letterina pubblica con cui rinuncia immediatamente ai rimborsi elettorali a partire da queste elezioni, che i suoi parlamentari firmino un impegno a ridursi lo stipendio a 2500 euro netti al mese e ad accettare solo rimborsi spese a piè di lista, come i nostri; che si dimetta subito la deputata PD neoeletta e già indagata in un caso di voto di scambio, che vengano pubblicate tutte le carte dell’affare Monte dei Paschi e cacciati tutti i politici del PD che lo usavano come un bancomat.

    Se il PD farà tutto questo, qui e subito, allora si potrà discutere di un governo di persone slegate dai partiti, dalle banche e dal passato, che possa andare avanti sei mesi a fare poche cose urgenti e importanti: va bene la legge elettorale, ma innanzi tutto c’è da garantire gli esodati, i cassintegrati, i disoccupati, i piccoli imprenditori che aspettano un pagamento, l’assistenza, i servizi essenziali. Ma se il PD non fa questo, non è credibile come interlocutore del rinnovamento, e non verso di noi: verso il Paese.

    Dunque, per favore, rivolgete i vostri auspici al vostro partito del cuore; perché se l’unica cosa che sapete fare è scrivere a noi perché diamo al PD dopo le elezioni i voti che non è stato capace di prendere durante… mi spiace, ma non mi sembra sensato e nemmeno tanto democratico.

  6. Un modesto consiglio ai grillini. Su ogni argomento cercate di avere una vostra opinione. Se poi le vostre opinioni collimano con quelle di Grillo, votatelo. Se invece non avete opinioni e le mutuate sempre dal guru di turno, preoccupatevi. Quando ad una qualsiasi domanda (anche alla domanda “che ora è?) uno risponde “Andate a vedere su internet il programma CinqueStelle”. vuol dire che non ha idee, non ha cervello o lo ha fuso completamente. Nella vostra cameretta appendete un quadro con queste parole “Ogni parola che non impari oggi è un calcio nel culo che prenderai domani. Don Milani” E non è detto che il calcio nel culo non vi arrivi proprio dal guru a cui vi siete consacrati. La soria ci insegna che è successo troppe volte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: