Vietato dissentire, figuriamoci criticare Grillo o qualcuno dei suoi al quale piace la parte buona del fascismo. Immediatamente arrivano gli avvocati difensori del web, volontari. Nemmeno Berlusconi ha tanti avvocati anche se c’è una differenza.


anna-frank-movimento-5-stelleSono anni che scrivo contro il piduista, corruttore, evasore, puttaniere, prescritto. Ha più avvocati lui che tutta la Francia intera eppure nemmeno il malefico Mavalà si è preso la briga di commentare i miei post per difendere, giustificare, proteggere, incensare l’imprenditore prestato alla politica.
Non ho ricevuto un commento che giustificasse l’utilizzatore finale eppure di fans talebani ne ha anche lui che controllano il web.
Io scrivo quello che penso, non cerco adepti, non ho bisogno di consigli perchè me li cerco da solo.
Leggo, mi documento, se non sono d’accordo con quello che leggo non offendo, non commento nemmeno.
L’ironia, il sarcasmo, li uso nei post verso le idee o le bugie che i politici propinano.
Solo qualche leghista leggendo i miei attacchi verso di loro ha commentato offendendomi per il semplice fatto che non sanno fare altro. Roma ladrona ecc.ecc. Io comunque sono di Milano ed ho visto come è andata a finire, comprese le elezioni regionali vinte grazie a lobbyes di affari e di malavita organizzata.
Basta dissentire dalle proposte di Grillo, muovere una critica sul modo di porsi e di gestire i suoi eletti, che arrivano gli avvocati difensori volontari.
Si limitassero a contestare i fatti, il pensiero, la veduta del concetto di democrazia, di rappresentanza, andrebbe bene. Molti di loro entrano nel merito, cercano un  confronto ma, la maggior parte si limita ad offendere perdendo la bava, fortunatamente non è una lettera perchè ne sarebbe impregnata.
Non sarete certamente voi, offendendomi, che mi farete cambiare idea ma saranno i fatti, il modo di proporli ed il senso democratico che dimostrerà Grillo l’unico modo possibile per farmi cambiare idea.
Cazzo, siete peggio dei leghisti ma quelli sono un caso umano e non dovreste scendere al loro livello.
Nessun Mavalà ha mai commentato i miei post, molto più feroci di quelli dedicati a Grillo, con offese gratuite ed inconcludenti.
Qualcuno si è risentito ma sempre nei limiti dell’educazione.
I leghisti li prendo in giro da anni, mi offrono migliaia di spunti, ma non ho mai scritto che Lancini o il trota sono una testa di cazzo. Io non faccio volontariato e li lascio nella convinzione di essere intelligenti.
Non mettetevi sullo stesso piano. Sono alla finestra e mi auguro che i fatti concreti che Grillo porterà avanti mi smentiscano sino al punto di farmi vergognare e state tranquilli che farò autocritica pubblica.
Sono convinto che la manfrina contro ogni governo possibile sia un errore, anche se credo di capire perchè Grillo gioca a sfasciare il giocattolo, mi auguro solo che non sfasci anche la Democrazia e la Costituzione.
In questo momento tiene il Pd per le palle, se veramente volesse cambiare le cose in tre mesi potrebbe farlo con le cose più importanti che sono scritte nel suo programma.
Sul resto al discussione è aperta e tutto è discutibile.
Altra prova finestra sul Movimento 5 Stelle per come la penso io, anche per chiarire dubbi e nuvoloni, è il 25 aprile. Lì vedremo il senso della storia, della democrazia, della costituzione che ha il M5S.
Io non so se Anna Frank oggi voterebbe 5 stelle, anche perchè lei ha sentito i discorsi di Hitler contro i partiti e l’invito a dare tutto il potere al popolo che poi si è dimostrato essere lui, Hitler.
Nel caso, beneaugurante per me e per voi, che Anna Frank votasse M5S avvisate almeno la vostra capogruppo alla Camera Roberta Lombardi.
O forse ha frainteso la Giornata della Memoria? Perchè lei ha memorizzato la parte buona del fascismo.
Certamente Anna Frank non voterebbe Casa Pound ma sarebbe costretta a nascondersi in qualche abbaino.
Quindi inutile offendere perchè non avrete la soddisfazione di vedere pubblicati gli insulti.

Annunci

59 Risposte

  1. beh…molti di loro son ex casapound ex leghisti ex pdl…
    quindi non è molto difficile trovare gli stessi comportamenti 😉

    • Per fare chiarezza Swg dice che i voti del movimento 5 stelle erano: per il 30 % di centro sinistra, per il 27 % di centro destra, 37 % da astenuti e 6 % da altri. Quindi quelli di destra non sono per nulla la maggioranza.

    • ma chi te le dice queste cose ??? poi appunto parli di ex ex ex… anche io sono un ex “compagno”(riferita a i compagni di una volta non quelli di ora) se per te chi appoggia il mv5 diventa un ex allora lo sono

  2. non sono un attivista cinque stelle, nemmeno iscritto, leggo i tuoi articoli con interesse, e non offendo nessuno perchè son tutti idee e dal confronto nasce sempre la verità a mio avviso, sempre che ci sia l’onesta, io ho votato 5stelle, ma perchè conta il programma, grillo è un semplice portavoce, e molto accuse fatte non le capisco perchè mi basta guardare indietro è vedo una semidittatura, non so nemmeno io chi voterebbe anna frank, secondo me scapperebbe dall’europa

    • Mario, l’ho scritto nel post. Non siete tutti così, ce ne sono molti ma non sono tutti.
      Il post è rivolto a quelli.
      Per quanto riguarda il Grillo portavoce mi auguro che lo sia del popolo e non di Casaleggio.
      Ciao e grazie del commento.

    • di sicuro non stiamo uscendo da un idillio di democrazio, ma il suo modo di parlare e il modo di porsi, calvalca l’onda del disprezzo e un atteggiamento che distrugge, quindi agisce in maniera negativa secondo me è preopccupante, aspettiamo tutti a giudicare ma con gli occhi bene aperti, perchè non si deve mai dare per scontato la democrazia…. e la storia insegna…. vi allego un discorso…
      “Mi hanno proposto un’alleanza, ma loro sono morti! Non hanno capito di avere a che fare con qualcosa di completamente diverso da un partito politico. I contadini, gli operai, i commercianti, la classe media, tutti sono testimoni… invece loro preferiscono non parlare di questi 13 anni passati, ma solo degli ultimi sei mesi… chi è il responsabile? Loro! I partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono stati capaci di fare. Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati.. sono loro i responsabili! Io vengo confuso.. oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro! Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento..mi hanno proposto un’alleanza. Così ragionano! Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico…noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta. E’ un movimento che non può essere fermato… non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta..noi non siamo un partito, rappresentiamo l’intero popolo, un popolo nuovo…” (Adolf Hitler, 1932).

    • Scusa Mario, ma come fate a continuare a parlare di Grillo come portavoce? Chi decide se aggiungere un elemento al programma? Chi decide se appoggiare un governo o meno? Non mi sembra ci sia una discussione.. o almeno, sicuramente ci sarà una discussione tra gli eletti, ma l’ultima parola spetta al “portavoce” Grillo, che non mi sembra minimamente abbia intenzione di ascoltare altre voci oltre la sua…

      • Pare che Grillo sia solo il testimonial, il movimento è strutturato in modo tale che vengano democraticamente prodotte tutte le risorse organizzative e programmatiche

      • ti sbagli Paolo, l’altroieri ho parlato con due neodeputati 5stelle pugliesi che mi hanno confermato che l’elezione dei capigruppo a camera e senato è avvenuta democraticamente per alzata di mano dopo libere autocandidature

    • sono assolutamente d’accordo con mario, ma voglio aggiungere qualcosa: probabilmente i “grillini” sono anche stanchi di sentirsi attaccati per ogni respiro che fanno e gli attacchi provengono da chi ha paura del cambiamento, perchè è più facile accettare che che chi fa politica lo fa per curare i propri interessi che quelli della collettività, oltretutto chi ha messo le radici al governo non può proprio accettare di vivere con un’ indennità normale e solo per escludere questo ridicolizzano tutti i punti del programma a5 stelle. in ultimo, premettendo che non sono affatto fascista, c’è da dire che il fascismo non è stato solo hitler e la persecuzione degli ebrei. ciao a tutti coscienziosi.

  3. Per quello che può valere,hai la mia solidarietà.

    • Grazie, si può dissentire e come loro difendono le loro idee io difendo le mie. Senza offese personali o contro animali che non votano.

  4. Finalmente qualcuno che lo dice. Non se ne può più di questi grillini che non hanno niente da fare che difendere (anche l’indifendibile) e insultare. MA BASTA!!! Tornate a guardarvi i video complottisti e i fotomontaggi su internet.

  5. trovami una valida alternativa al m5s oggi…Il governo monti e tutti gli altri schiavetti delle banche cosa mi rappresentano? E’ democrazia quella?

  6. la gente che urla ed insulta non è quella che alle riunioni del m5s parla e vota per alzata di mano.In due anni di attivismo non ho mai visto e sentito nessuno prevaricare o intimidire.Il fatto che il nostro portavoce sia spesso ruspante ha fatto si che tra chi ha votato per il m5s ci sia anche qualche reazionario.Ritengo comunque ci siano in ogni partito.
    Mi spiace che il movimento ne subisca conseguenza.

  7. Come dicevi giustamente tu in qualche post fa, a tutti gli italiani piace il calcio ma ognuno tifa per una sua squadra. C’è chi dice che se andiamo a nuove elezioni il m5s prenderà molti più voti, che chi dice che se ci giochiamo questa chance il m5s ne perderà altrettanti, io sento amici di destra che dicono che se il movimento non darà la fiducia al pd la prossima volta voteranno per il m5s, altri che dicono che non lo voteranno per lo stesso motivo. bel casino. io ? beh io lo voterò ancora se alle prossime elezioni avrò visto qualche risultato tangibile. il resto io non lo valuto molto, nel bene o nel male, voglio vedere cosa salta fuori, a me che ci siano dentro anche complottisti, testimoni di geova, atei, cattolici e quant’altro (dubito fortemente che su 1000 parlamentari non ci sia nessuno che crede alle scie chimiche, nwo, etc.) interessa poco se ciò non influisce sul lavoro svolto a Montecitorio. IMHO.

  8. Ti ringrazio per i tuoi pensieri, che leggo sempre con interesse e con i quali mi trovo spesso in sintonia. In questo momento sono anch’io annichilita dalla violenza verbale che traspare da molte risposte dei simpatizzanti 5S, che ci chiude nel recinto del Voi, pronta a erigere patiboli e lager (o gulag, per essere politically correct). Continua a scrivere e, ancora grazie

    • Non ti sorge il dubbio che il Voi sia usato per indicare quelli che ancora non si sono resi conto di quello che è successo e che sta ancora succedendo? Non ti sorge il dubbio che il Voi sia usato per indicare quelli che non hanno votato o, peggio, quelli che hanno votato e continuano a votare dei partiti che, partendo da una situazione sicuramente non rosea (negli anni ’90 avevamo un rapporto deficit/pil intorno al 106%, ora siamo al 127%), sono riusciti ad affossarci completamente progettando e perpetrando spese pazze che non possiamo assolutamente permetterci? Non ti sorge il dubbio che il Voi sia usato per indicare persone che ancora non si rendono conto che siamo in una spirale da cui non si esce se non cambiando radicalmente? Pensa a quello che è successo in questo anno abbondante di governo tecnico, pensa a chi gli ha dato i voti al governo tecnico, pensa a chi ha votato questi partiti. ciao

  9. Complimenti per il tuo articolo e massima solidarietà: l’esposizione civile di una idea dovrebbe essere, in una democrazia moderna, la prima regola del confronto.

  10. Ciao! io sono un attivista del M5S, e sinceramente di grillo ne farei anceh meno, dato che credo molto nei militanti del movimento…

    detto questo comprendo i dubbi provenienti da questa novità e faccio molta autocritica, amemtto che non mi sta piacendo come si stanno comportando.

    Non sopporto però che si adata una connotazione politica al M5S: l’apertura a casapound era semplicemente simbolica, ovvero, lo statuto dice che nel movimento sono ammessi TUTTI basta segurie alla lettera i dettami del programma e accettarli. indipoendentemente che tu sia di Casapound e Centri sociali e di qualsiasi fede politica.

    Personalmente pur non amando ne fascisti ne comunisti (da sempre) credo ceh in ognuna di queste due ideologia ci siano parti buone e cattive, quindi anche nel fascismo la parte buona c’era.

    tra l’altro, ieri un consigliere regionale mi pare del 5 stelle è stato minacciato con una lettera minatoria conentente una SVASTICA, e giù i commenti “lo sapevo che il M5S è comunista blah blah…”.
    Nel gruppo M5s locale dove sono io, abbiamo ex militanti di estrema destra e di estrema sinistra dichiarati, quindi non capisco queste critiche.
    Il nano poi disse che il M5S era formato da gente di estrema sinistra…. ma questa è un’altra storia.

    Ammetto che a me non fa molto piacere strare con gente di estrema sinistra e destra (specialmente Casapound) ma ho accettato lo statuto del 5s e devo conviverci.

    Tanto mi sa che di questo passo non ci arriviamo al 25 aprile XD

    • Ciao e grazie. Io sarò in piazza come tutti gli anni.

    • Senza polemica, lo domando a te perchè è difficile confrontarsi con un attivista (veramente difficile) e dici che l’importante è seguire alla lettera i dettami del programma e accettarli. Domanda: la parte del programma 5stelle che dice “Informare (…) sui limiti della prevenzione secondaria (screening, diagnosi precoce, medicina predittiva),ridimensionandone la portata, perché spesso risponde a logiche commerciali.” ti rappresenta? Davvero?

    • condivido in pieno il discorso qui sopra di nintendo88,sono tutti cosi’ abituati che ci debba essere una destra e una sinistra che guardando dalla loro parte sono condizionati dal loro pensiero politico e devono perforza collocare il movimento…non e’ cosi’ non andate troppo lontano non c’e’ destra non c’e’ sinistra… per fare una dittatura cmq c’e’ bisogno delle forze armate e inoltre mussolini aveva avuto l’appoggio del vaticano cosi’ come hitler ….ma dai guardate troppi film di fantascienza,ma venite alle riunioni e conoscete di persona ,citta’ in citta’,le persone del movimento non state fermi li a grillo e casaleggio

      • gli insulti sono da condannare sempre e comunque…ma saranno stati davvero scritti da militanti…o da buontemponi….io ne ho ricevuti da simpatizzanti del pd e pdl in certi link….dunque forse e’ sempre valido la mamma del cretino e’ sempre incinta…buon lavoro,onestamente spero vivamente di leggere una tua autocritaca pubblica eheheheh

      • Valentina me lo auguro anch’io, cercherò di dare la massima visibilità alla mia autocritica.
        Prima succede e meglio è.

      • concordo. di attivisti anche troppo convinti ce ne sono ovunque, nel movimento, a destra e a sinistra, non lo nego. anche mi sembra irrealistico pensare che i milioni di votanti del m5s siano tutte persone a posto, quelle che ho conosciuto finora sono “tranquille”. mi auguro che il movimento sia in grado di allontanare le male marce autonomamente.

    • siamo tutti amici, ci vogliamo bene, ci scambiamo di nascosto le figurine…

  11. Rivoluzione, fase distruttiva.
    Al prossimo capitolo 😉

  12. Slasch, seguo spesso i tuoi commenti sempre molto interessanti, e condivido in pieno. Ho sempre immaginato i militanti M5S come delle persone comuni di buona volontà, e ho sperato e spero ancora sulla possibilità che possano portare un importante contributo al cambiamento. Ma vederli così spesso con la bava alla bocca più dei berlusconiani, soprattutto quelli dei primi tempi mi rattrista…se guardiamo poi alle opinioni sul fascismo…l’unica cosa positiva che ho visto dopo le elezioni è il documento degli 11 eletti dell’Emilia Romagna…sinceramente mi aspettavo di più. Ciao e continua così.

  13. Sono d’accordo su tutto, tranne sul fatto che sia possibile fare le cose più importanti insieme al PD. Questi anni di governo ci insegnano che un conto sono i proclami ma poi i fatti? Nel Buio delle stanze e nei meandri delle leggi si nascondono piccole trappole non facili da evitare, sia a destra che a sinistra. Come ci si può fidare di chi propone di tagliare i parlamentari e nella legge inserisce poi di tutto di più(PDL), o di chi propone il Dec. Anticorruzione con regolamenti ridicoli(PD)? Adesso fanno appello alla responsabilità ma quando ne hanno avuto il potare cosa ne hanno fatto della responsabilità? Allearsi con loro senza i numeri per governare per il M5s significa invalidare le speranze di un vero cambiamento…la situazione è grave, vero, ma sarebbe peggio se la speranza riposta nel M5s venisse invalidata dal fallimento. Perchè le conseguenze di una rivolta pacifica fallita le possono immaginare tutti…

  14. Ciao, io non ho votato M5S , anche se capisco e condivido tante loro idee. Il mio dubbio che vorrei sottoporre a chi dice di poter far a meno di Grillo è: uno tsunami tour quanto sarà costato? diciamo che gli eletti nella lista M5S hanno usufruito della campagna autofinanziata da Grillo, ma allora senza un finanziatore non sarà possibile creare un partito o movimento con la speranza di farsi conoscere, quando i rimborsi elettorali saranno aboliti? solo il miliardario di turno potrà permettersi di fare campagna elettorale?

    • se non ricordo male, l’idea era di mettere un tetto per evitare questi

    • E’ una paura che può far comodo ai partiti, compreso il Pd.
      Io sono stato militante del Pci, ho fatto tesseramento, feste dell’Unità, cene di autofinanziamento, vendita dell’Unità porta a porta.
      Ho fatto diversi post su come funzionava il tesseramento e ti faccio un piccolo riepilogo.
      La direzione stabiliva il costo della tessera, mettiamo 10.000.
      Ognuno dava quello che poteva, gli anziani con poca pensione 2000,3000 lire e chi poteva di più dava 50, 100 mila o più.
      La mia sezione aveva circa 600 iscritti. 600 x 10000= 6 milioni che venivano versati al partito.
      Tutto quello che riuscivi ad incassare in più restava alla sezione per le spese o il mutuo per pagare la sede.
      Ho visto compagni firmare cambiali per comprare la sede.
      Penso che anche il M5S si affidi all’autofinanziamento ed è fortunato se trova persone disponibili.
      Non so se i partiti di oggi siano in grado di trovare “finanziatori” come quelli che aveva il Pci. So, conosco, alcuni ex Pci che adesso sono nel Pd che continuano con l’impegno sulla stessa strada ma oggi è molto più difficile.
      C’è un disamoramento totale, oltre alla crisi.
      Ciao.

  15. 1 Il nuovo fascismo si chiama dittatura finanziaria, che vuole una moneta unica, il resto lo hanno permesso i partiti.

    • Io lo chiamo, da tempo, capitalismo finanziario parassita. Che succhia il sangue agli Stati.
      Una volta il capitalista sfruttava i dipendenti ma aveva lotte sindacali, rappresentanze, istanze insomma una rottura di coglioni.
      Adesso sfrutta gli Stati con la complicità della politica, certa politica e non ha più scioperi, sindacati, rappresentanti che bloccano la fabbrica del profitto.
      Guadagna di più e non ha bisogno di comprare capannoni e macchinari.

  16. 2 Oggi più che mai si ha bisogno di concretezza, questo puo’ essere con qualcosa di nuovo, sicuramente non con i vecchi partiti

  17. 3 Ora tocca ai cittadini scegliere cosa fare….. scegliere se voler continuare a votare i partiti che ci hanno portato dove siamo, ed accettare le solite citazioni tipo ” lo faremo per il bene del Paese” oppure ” ci sarà una ripresa nella seconda metà dell’ anno” oppure cambiare rotta….

  18. 4 Quando le persone sentono il proprio partito come la loro squadra di calcio è anche inutile discutere…..

  19. 5 ecco perchè non votare il PD, GUARDATE RENZI in questo video è assolutamente fastidioso e falso, traetene poi voi le conclusioni.

  20. 6 il PDL penso non abbia bisogno di descrizioni! COME FA UN CITTADINO A VOTARE UN PARTITO CHE ESISTE SOLO PERCHE’ ESISTE BERLUSCONI? IL CAVALIERE HA PROCESSI SEMPRE NUOVI CHE SBUCANO OGNI SETTIMANA.

  21. Quello che davvero non va nel Movimento è l’incoerenza tra principi e attuazione degli stessi; ad esempio, il fatto di dire che “ognuno vale uno” e poi non si permette a nessuno di dissentire o di apportare osservazioni di alcun tipo, quasi una forma di despotismo assoluto; tradotto ognuno vale uno ma c’è n’è UNO che vale più di tutti gli altri. Un’altra cosa che rende Grillo incoerente è la sua libertà assoluta di poter offendere, accusare, alzare il suo assoluto “j’accuse” contro qualunque altro uomo politico, partito o movimento, ma non ammette che con lo stesso metro lo si accusi di clownismo e di populismo da altri uomini politici d’Europa, come nel caso del segretario SPD tedesco Steinbrueck. Come se non bastasse, il suo programma economico è adir poco lacunoso, nebuloso, vago e non trova nessuna forma di copertura finanziaria, se non in misura del tutto irrilevante, con proporzioni di 1 a 10. Ma quello che più contesto, questa volta non più a Grillo, ma ai suoi seguaci, è la difesa oltranzista, quasi da pasdaran komeinista! Claudio da Pesaro

  22. 7 Come puo’ un cittadino votare lega nord, dopo lo scandalo belsito? Tramite la tv cercano di proporre un maroni che demafizzerà il nord..Ma se avevate il tesoriere da demafizzare, perchè non se ne sono accorti prima?

  23. 8 Perchè un cittadino dovrebbe votare monti? L’uomo che salva solo le banche e ha prosciugato i soldi ed i diritti dei cittadini?

  24. Grazie per poter mettere a mia disposizione il mio contributo alla discussione…spero di aiutare, metto in circolo le mie scarse competenze, ma tutto fa…ci sono sempre paralleli che noi, essere umani, sfruttiamo per darci coordinate…recuperiamo dai nostri archivi informazioni utili per decodificare la realtà che ci circonda e che, come in questo caso, ci sfugge un po’…il Movimento 5 stelle? personalmente non l’ho votato perchè penso che come tutti i moti fatti con la pancia e non con la ragione (emotivamente parlando…io atti di pancia e non di cervello ne faccio quotidianamente, non è un insulto), finiscano , esaurita appunto l’onda emotiva, dell’incazzatura..poi ci si stabilizza e si finisce come la Lega….vedremo..nel frattempo i Grillini hanno gettato nel panico la politica nazionale e soprattutto la retorica di ds e sx che sta dietro. Retorica che ha portato a cristallizzare come immodificabile un sistema che ci sta portando al disastro…la classica coperta corta…o hai freddo alla pancia o ai piedi…bisogna cambiare radicalmente sistema…con il dialogo, non con le urla, gli insulti, le risposte altezzose, gli ultimatum, la presupponenza e l’arroganza…certo, come al solito, chi ha da perdere si agita di più di quello che arriva fresco fresco e forse, proprio perchè nuovo del “sistema”, vede meglio il re nudo….Ogni occasione è buona per utilizzare la debolezza, la svista, lo scivolone altrui per gridare allo scandalo e stracciarsi le vesti…per arrogarsi ancora il diritto di essere depositari della verità….Argomento in auge? Il lato buono del fascismo….e qui entriamo nel vivo della discussione…Il mio professore di storia, iscritto a Rifondazione Comunista (anche io, sino all’ultimo l’ho votata…), ma illuminato, ci insegnava che una dittatura deve, per poter sorreggersi, avere il consenso, l’appoggio del popolo. E’ per questo che si prodiga per fare opere visibili a tutta la nazione (nel 2000 il ponte sullo stretto, la TAV), usa la retorica e tutte le possibili strategie di comunicazione per garantirsi il consenso…senza quello neanche la più solida dittatura regge…Ora, è proprio perseguendo questo obiettivo che il fascismo ha irretito milioni di italiani, tanto da dover mettere in lista d’attesa chi voleva iscriversi al partito…e mi sorge il sospetto che, prima del ’38 anche tanti ebrei italiani abbiano benedetto, in cuor loro, colui che metteva fine ad un periodo di disordine sociale che aveva di fatto, bloccato la nazione. La Germania, mi viene da pensare, è stata annientata, l’Italia invece è stata presa per un braccio ed aiutata, in corso d’opera, a risollevarsi….col senno di poi e con una buona dose di cinismo, ci avessero sepolti sotto un mare di macerie forse ora non ci sarebbero questi discorsi…qualche rigurgito, endemico, di stampo xenofobo, ma marginale…invece il proliferare di sigle “nere” che si affacciano al panorama elettorale la dice lunga sui nodi non risolti, messi a tacere per convenzione, per interesse, per obbedire a disegni di strategia internazionale….non guardiamo quindi al dito che indica la luna, per favore…cerchiamo di cambiare questa Italia, una volta per tutte e facciamolo tutti insieme saltando tutto il repertorio: “e lui ha detto e lei mi ha fatto…fallo prima tu, se non vieni non ti parlo…ecc.” Altrimenti….lasciamo solo e solo per colpa nostra, di tutti noi, spazio a veramente una figura sinistra (anzi destra…)…ma non facciamo nomi…sarebbe ingiusto…rimbocchiamoci le maniche….
    P. s. : Sapete come si cura un fascista?…con la pazienza e la cultura…è un nostro dovere…io mi ci sono confrontato, anche io mi sono incazzato insultando chi predicava antisemitismo, razzismo e sognava un nuovo Impero Romano…sono passati alcuni anni e queste persone discutono di politica, usano termini corretti e il diverso è rispettato, non più ridicolizzato…è stato il confronto continuo e, soprattutto, l’esempio, il dimostrare che se sei di sx sei in grado di essere oltre agli stereotipi e di saper valorizzare i lti positivi delle persone…si puà fare anche su più larga scala…basta non gridare più ma mettendosi in discussione e confutare con la ragione tutte le teorie (?) alla base del credere “nero”…Scusate la lunghezza….

  25. ” Nel caso Anna Frank VOTASSE, non “voterebbe”

  26. Nella giornata della memoria Berlusconi, parlando del periodo fascista e di Mussolini, aveva fatto la stessa dichiarazione, Mussolini ha fatto anche cose buone, a parte le leggi razziali… La parlamentare grillina parla di “fascismo buono” con, inizialmente, un “grande senso dello Stato”. La storia del Paese che si intende governare va studiata, perchè non si può offendere chi ha pagato con la vita per darci la democrazia e la libertà di essere qui, oggi, ad esprimere le nostre opinioni, permettendo anche al santone di turno di urlare o insultare tutti nelle piazze virtuali e non, gli avversari politici. Oppure dobbiamo pensare che il potere assoluto di nostalgica memoria fa gola al guru?

  27. Ciao Slasch e buona serata. Che putiferio che ho trovato in questo blog. Per capire il perché, ho dovuto investire un’oretta per leggere i tuoi post precedenti ed i commenti che si sono “scatenati”. Non credo ci sia nulla da aggiungere alle tue riflessioni sia sul Movimento ed i suoi sostenitori sia sul “modo” in cui, a volte, gli stessi si pongono quando viene mossa una critica. Condivido e con amarezza perché, nel recente passato, avevo guardato con sincero interesse al Movimento. Poi, mi sono dovuto ricredere anche per tanti motivi che nei tuoi post hai elencato. Personalmente, guardando al fenomeno ed a quello che avviene in questi giorni, ho tratto una mia conclusione. Neanche la Chiesa cattolica riuscirebbe ad avere tanti fedeli così acritici.

  28. L’obiettivo di Beppe Grillo è quello di destabilizzare l’intero sistema politico istituzionale, come lascia intendere lui stesso nel libro scritto a più mani con Casaleggio e Dario Fo: «Noi vorremmo che i partiti scomparissero radicalmente, che ci fossero nuove regole di comunità anche in Parlamento. Lo so, molti potrebbero domandare, “Ma in Parlamento se non ci sono i partiti chi ci sarà? Come può esistere un Parlamento senza i partiti?” Nel Parlamento ci saranno i comitati, i movimenti e la società civile». Grillo però si dimentica il piccolo particolare che senza i partiti non esiste alcun esempio di democrazia al mondo. Si dimentica inoltre che, a fronte di questo richiamo alla democrazia diretta, utopistico e fumoso [non si sa come tale nuovo modello democratico dovrebbe funzionare, con quali meccanismi, quali poteri di controllo, quali bilanciamenti, quali istituzioni], lui è il leader monocratico di un movimento senza uno straccio di statuto, che censura ogni voce dissenziente, pieno di dilettanti allo sbaraglio, e con un marchio di cui egli stesso è l’unico proprietario.

  29. Non so se Annelies Marie Frank voterebbe 5 Stelle, se oggi fosse ancora viva. Certo, dal suo diario emerge una certa qual netta condanna della violenza e di chi si scaglia contro il prossimo. Del resto, quella povera bambina morì proprio perché andò al potere chi criminalizzava il dissenso e la protesta. Quindi, usarla per propagandare un movimento politico il cui leader (o comunque si voglia chiamarlo) flirta con Casa Pound mi pare alquanto irrispettoso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: