La nostra Costituzione prevede che un governo per andare in carica debba avere la fiducia sia alla Camera che al Senato. Esaminiamo la situazione per vedere chi gioca allo sfascio e per conto di chi.


imagesPrima ipotesi: Governo Pd e M5S, si possono votare provvedimenti immediati, condivisi, presi direttamente dal programma del M5S.
Pare che Grillo, che non è nemmeno un eletto ed ha la pretesa di andare da Napolitano insieme a Casaleggio, sia contrario come ha precisato nel suo post di ieri.
Seconda ipotesi: governissimo Pdl-Pd. Non se se qualcuno da una parte e dall’altra stia lavorando a questa ipotesi e se fosse così il Pd alle prossime elezioni andrebbe all’1,02%.
Dunque dobbbiamo chiederci da questa paralisi chi sarebbe a guadagnarci. Cerca e ricerca chi ci troviamo che ha tutto da guadagnare dalla paralisi?
Il piduista, corruttore, pedofilo e puttaniere.
Se Grillo si oppone ad una maggioranza di programma con il Pd saltano due leggi fondamentali: la legge elettorale e la legge sul confilitto di interessi.
Ci sono altre cose importanti, ma le valuteremo cammin facendo.
Chi ci guadagnerebbe da questa situazione? Il cavaliere piduista.
Per una volta che il Pd è senza alibi ed avrebbe i numeri per una legge sul conflitto di interessi grazie al M5S chi sarebbe il salvatore del culo di Berlusconi?
Datevi una risposta.
Se facessero un governissimo Pdl-Pd secondo voi farebbero la legge e lettorale e quella sul conflitto di interessi?
NO.
Se il Pdl avesse voluto farle avrebbe potuto permettere a Monti di farle, così non è stato.
Il Pd era sotto ricatto del Pdl; dal 2008 in poi e prima ha perso la faccia ed il treno perchè non l’ha fatta.
Sarebbe sotto ricatto anche nel governissimo.
Chi ci guadagnerebbe da questa situazione? Il piduista, corruttore, puttaniere, pedofilo.
Guarda caso.
Resta solo ua domanda che dobbiamo porci: chi sta lavorando per salvare testa d’asfalto?
Perchè un conto sono le parole, dissacranti contro testa d’asfalto, un altro sono i fatti che se sono questi equivalgono al salvataggio di Berlusconi da parte del M5S.
Non credo che la base sia d’accordo. Dopo decenni che si da la colpa al Pd, grazie alla presunzione ed all’incapacità dei suoi dirigenti, ci troveremmo a scoprire che, sotto-sotto, a salvare testa d’asfalto è il suo amico giurato.
Beppe Grillo.
Altre maggioranze, al Senato, non sono percorribili quindi la paralisi farebbe solo l’interesse del piduista.
A meno che il tutto avvenga senza che i dirigenti di Pd e del M5S non ne siano consapevoli.
Quelli del Pdl lo sono certamente, ci è arrivato anche Alfano istruito da Silvio e Mavalà.

Annunci

42 Risposte

  1. chi è l’autore di questo articolo?

  2. faranno un governo pd pdl e monti come da programma, il m5s è fatto di una materia diversa, è il loro nemico naturale, anche tu scrivi mettendo come ipotesi un’eventuale accordo, ho fai parte della propaganda organizzata(tutti i media sono controllati da perlusconi o pennivendoli asserviti al pd) o non hai capito una mazza!! la parola che li accomuna è AUSTERITY!!

    • ma hai letto quello che ho scritto? Se l’hai letto non l’hai capito.
      Rileggi con calma e valuta i fatti, le conseguenze.
      O aspettate di avere il 51% per metterci le mani dentro.

    • Spero di no, ho considerato l’ipotesi e favorirebbe il piduista.
      Bersani, pur con tutte le sue colpe, un approccio l’ha tentato e qualcuno gli ha sbattuto la porta in faccia.
      Dove vuole arrivare? Di fatto favorisce il solito, come ho scritto.

  3. non confondere chi scopa una minorenne con chi scopa un bambino…
    sono 2 cose completamente diverse

  4. o fai parte perdonami

  5. C’è o non c’è una differenza tra potere, (e suo detentore), ESECUTIVO e LEGISLATIVO ?

  6. Cribbio! Che commenti! Slasch è così di suo. Garantisco per lui. È autenticamente autentico nel suo essere. Forse siamo tutti vittime di paradigmi mentali, ci hanno imprigionato in reti di ragionamenti che permettono astutamente di inserire qualche partecipazione personale. Alla fine però si riconduce tutto sempre alle stesse trite vie.
    Ti offro il mio paradigma slasch, per quello che può valere. Vale solo quando lo si confronti con il tuo e viceversa.
    La colpa è del PD. Ha accettato i rimborsi elettorali referendati come illeggittimi dal popolo. Ha distrutto MPS. Ha appoggiato Monti e le sue porcate (SOLDI PER RIPIANARE MPS E PER JP MORGAN DEL FIGLIO).
    Se la sinistra è incapace oggi di governare è colpa sua. Ha smarrito la retta via.
    E se si continua a votarli questi qua, la colpa non e’ di grillo. Se votano Grillo non è colpa di Grillo..Bersani deve dimettersi. Per il bene del suo partito. Per il bene dell Italia. Questo sarebbe un modo per esprimere davvero quel senso di responsabilità che tanto invochi.
    Si dovrebbe prima guardarsi allo specchio. Solo dopo lamentarsi dei difetti altrui.

    • L’ultimo dei miei pensieri è difendere il Pd, che ha massacrato migliaia di miei ex compagni.
      Hai tutte le ragioni, tra l’altro ho scrittodecine di post nel merito, ma il problema adesso è il che fare, non l’elenco delle colpe.
      Siamo in una strada chiusa e guarda caso va a favore del solito.
      Bersani si dimetta pure, ha detto che farà il mozzo, ma gli altri non sono meglio di lui.
      Detto questo è l’unico partito che ha i numeri per poter fare qualcosa di importante e concreto insieme al M5S.
      Ragione di più che ne sarebbe “obbligato”.
      Se fanno il governissimo saremo rovinati e li maledirò per il resto della mia vita in tutti i modi.
      P.S. Chi sono io è scritto in alto a destra nel blog. E’ tutto in chiaro.

      • Mi sembravi unilaterale nell affibbiare le colpe solo a grillo. Se vuole collaborazione io offrirei:
        1) rimborsi restituiti con effetto retroattivo
        2) testa di bersani (salga renzi)
        3) testa di Tedesco (in galera!)
        4) teste del PD con più di 2 legislature
        5) legge eletorale e via alle urne
        Se a grillo non piacesse neanche questo, hai ragione tu.

  7. Pongo alla tua attenzione la lettera di un esponente M5s che mi ha fatto riflettere…… Quali sono le tue valutazioni?

    “Cara Viola di Firenze,

    ti ringrazio per la tua petizione che il giornale di De Benedetti ha prontamente provveduto a rilanciare nel titolo di apertura in prima pagina, come fa regolarmente con tutte le petizioni di tutti i ventiquattrenni d’Italia.

    Tu chiedi al Movimento 5 Stelle di sostenere un governo che faccia una decina di cose: la riforma elettorale, la legge sul conflitto di interessi, il reddito di cittadinanza, la cancellazione dei rimborsi elettorali… Noi le condividiamo, dunque se venissero presentate in Parlamento, seriamente e senza trucchi, le voteremmo; anzi le presenteremmo noi per primi.

    Il problema, però, è che non le condivide Bersani. Ti ricordi quando gridava (vabbe’, dai: rantolava) che il reddito di cittadinanza era una promessa populista e insostenibile? E che i rimborsi elettorali sono essenziali per la democrazia? E la riforma elettorale, la legge sul conflitto di interessi, perché non le ha fatte quando governava?

    Secondo te, veramente il PD dopo le elezioni ha avuto una crisi di coscienza ed è diventato buono, e ha deciso che improvvisamente voleva aiutare i “grillini” a realizzare il loro programma di stravolgimento dell’Italia, andando contro gli interessi che lo sostengono da anni? Per crederci, bisogna essere veramente ingenui o molto piddini.

    Se per il Paese è necessario un governo che porti avanti il programma del M5S, una strada c’è: far fare il governo al M5S, e che siano gli altri a dargli fiducia. Ma se questa strada ti pare eccessiva, ce n’è ancora un’altra: un governo di persone super partes (ma veramente, non come Monti & c.) che si proponga con quel programma lì. Ma persino se dovessero fare il governo PD-PDL con relativa fiducia, basta che proponga quelle cose lì e noi le voteremo: non è che perché fanno il governo col PDL allora non possono più portare avanti questi punti, se veramente li vogliono fare.

    Quello che non puoi pensare, invece, è che il Movimento 5 Stelle possa promuovere la nascita di un governo di Bersani e di Monti (son già talmente alleati che manco c’è bisogno di dirlo), con ministri tipo Enrico Letta e Rosy Bindi, per poi magari vedere questo governo far passare ogni genere di porcata senza nemmeno transitare dal Parlamento, a botte di decreti e di sottogoverno, costringendoci nel frattempo a tenerlo vivo per completare riforme che “casualmente” si impantanerebbero esattamente come si sono impantanati il taglio degli stipendi dei parlamentari e l’abolizione delle province durante il precedente governo Monti-Bersani.

    Quindi ti ringrazio per la tua proposta e ti rassicuro che noi la porteremo avanti senz’altro, ma che non siamo così ingenui da pensare che improvvisamente gli stessi che hanno rovinato l’Italia muoiano dalla voglia di cambiarla. E per favore, dì a Pierlu Smacchiagiaguari che la smetta di dire “venite a dirmelo in Parlamento” e di rivolgersi direttamente ai nostri neoparlamentari cercando di convincerli a votare la fiducia (magari in cambio di un ministero), che magari il pirla che ci casca lo trova pure, ma in generale come tentativo di spaccarci è piuttosto patetico.

    Con stima,”

    • La lettera non è di una del movimento. Informati sul sito di claudio messora. È una bufala in sostanza. O forse la sostanza quella vera, il sentimento strisciante forse c’è. In qual caso i tentati dal demonio dovrebbero tornare al partito del banca- banca o a quello del bunga-bunga.

    • mi sembrate un po troppo arroganti ,con questo atteggiamento non andrete da nessuna parte

  8. Dio mio, hai la mente più contorta di un di un leghista. Dovresti fare meno conti, e guardare la reale natura delle forze politiche. Il M5S NON si allea col Pd semplicemente perchè, come ha sempre sostenuto, non si allea con chi ha rubato per 25 anni. Salvare Berlusconi purtroppo in questo caso è un effetto collaterale, che durerà comunque poco. Hanno tutti le ore contate adesso, prima o poi li si manda a casa (o in carecere) tutti. Non ci sono complotti ai quali siete stati abituati per anni dal Pd o Pdl che sia, ti ho già detto che siete davati a una cosa che non avete ancora capito, nuova e irrefrenabile. Forse è ora di incominciare a capire. Ti aiuto, prendi alla mano costituzione Italiana e programma M5S, poi confronta il tutto con gli ultimi 25 anni circa di politica, forse ti si schiariranno le idee, se no non c’è speranza per te amico…

    • Mi trovo d accordo con te sul fatto che M5s non deve farsi accecare dall’odio verso Berlu-schettino. La priorita non è quella. Bisognava farlo fuori prima. Grillo penserà anche a quello. Ha appena cominciato.

    • Grazie per il tuo interesse per me. Adesso mi documenterò, il vostro programma è qui sulla mia scrivania. 15 pagine.
      Vado a prendere la costituzione.
      Bella la battuta sulla mente più contorta di un leghista, come se avesse una mente.
      Vedo che frequentare Grillo da dei risultati anche se quelle che gli scrivevano gli autori erano più belle.

  9. E chi lo immagiava questo terzo punto di vista.
    Devo ammettere che questa osservazione è degna di essere presa seriamente in cosiderazione.

    Io mi ero “bloccato” sulle due ipotesi Grillo all’opposizione (in ordine delle prox elezioni) o con governo PD (i grillini fuori dall’aula mentre si vota la fiducia) o con governo PD-PDL in funzione di stravincere la prox tornata elettorale.

    Questo blog mi fa sempre pensare.
    >THnakz

    • Più che altro fa incazzare un sacco di gente.

      • ahahah
        “Non sono d’accordo con le tue opinioni, ma difenderò sempre il tuo diritto ad esprimerle.”

        — Voltaire (François Marie Arouet)

        Bisonga incominciare a ragionare con la testa e non con la panza, soprattutto quandosi hanno opinioni differenti.
        Io non sempre sono d’accordo con te ma ti ringrazio sempre di farmi pensare e offrire piunti di vista ai quali non avevo pensato…
        Anche se simpatizzo per i grillini parzialmente non posso non tenere conto di tutte le obiezioni e preoccupazioni che hai sempre espresso in modo franco…
        Saluti

  10. Il ragionamento che fai è assolutamente sbagliato.
    Se il PD cerca e ottiene la fiducia del PDL, la cosidetta legge sul conflitto di interessi passerebbe lo stesso perchè quando verrebbe proposta, i voti del PD insieme a quelli del M5S sarebbero sufficienti per far passare la riforma, stessa cosa per la legge elettorale.
    Inoltre se il M5S dovesse dare la fiducia si renderebbe corresponsabile di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani e soci. appena data la fiducia, dal giorno dopo tutto ciò che di brutto e criminale e illegale e immorale il parlamento farà passare ricadrà sulla testa del Movimento Cinque Stelle.

    • Non so se il mio ragionamento è sbagliato o il tuo è assurdo. Se facessero una maggioranza Pd-Pdl ed il Pd presentasse una legge sul conflitto di interessi non farebbe in tempo ad essere votata perchè il Pdl farebbe cadere il governo immediatamente.
      Chiaro il concetto? Ci vogliono i numeri e ci vuole chi voglia usarli.
      Non è solo matematica.
      Lo stesso ragionamento vale se ci fosse una maggioranza Pd-M5S, se il Pd presenta leggi mafiose o a favore della criminalità il M5S non le voterebbe e farebbe cadere il governo dei banditi del Pd.
      Hai capito adesso?

  11. Quello che più mi colpisce di tutti questi discorsi, e in negativo, è la assoluta assenza di quelli che sono temi determinanti e vitali per la sopravvivenza del nostro paese: il lavoro e l’economia.
    Le condizioni del sistema Italia sono drammatiche: crescita zero, reddito delle famiglie ormai insostenibile, disoccupazione, soprattutto giovanile, a livelli drammatici; oltre ad un debito pubblico ormai arrivato ad un passo dal punto di non ritorno, oltrepassato il quale il sistema nel suo complesso semplicemente collassa, con effetti devastanti soprattutto sulle classe più deboli e finanziariamente esposte.
    Lo stato deve alle imprese, in termini di mancati pagamenti per lavori già fatti e/o servizi già erogati, la bellezza di ulteriori 50 miliardi circa; la liquidità è ormai azzerata e l’autonomia finanziaria dello stato per il pagamento delle spese correnti è valutabile, forse, in tre quattro mesi, passati i quali nessun creditore vedrebbe più un euro e non ci sarebbero più i soldi per pagare gli stipendi degli insegnanti, dei medici e degli infermieri, degli appartenenti alle forze dell’ordine e via di seguito. Siamo sull’orlo del baratro.
    E poi c’è il problema drammatico del debito pubblico: voglio solo ricordare che nell’anno corrente è prevista dal Tesoro una emissioni (al netto di quelli che giungeranno alla loro naturale scadenza) di titoli del debito pubblico per un importo valutabile nella bellezza di 420 Miliardi(!) di Euro.
    Anche un bambino capirebbe che, date le cifre esposte, se questi non dovessero essere piazzati per intero, o lo dovessero essere a interessi spropositati, l’effetto sarebbe equivalente ad almeno un paio di manovre finanziarie come quella appena propinata dal governo Monti, ossia qualcosa di chiaramente non più sopportabile per il paese.
    Siamo sempre a un passo dal default e questo è esattamente quello che è successo in Grecia: qualcosa dovrebbe insegnarci.

  12. Non lo so, vedremo: in ogni caso questi sono esattamente i temi con i quali anche Grillo (come chiunque altro) dovrà fare i conti.
    La collocazione non più extraparlamentare del suo movimento lo metterà nelle condizioni di fare delle scelte: da ora in avanti ogni sua presa di posizione su queste tematiche diventerà anche un qualcosa di cui dovrà assumersi la responsababilità futura di fronte al paese.
    Di certo quando sento parlare di referendum sulla permanenza nell’Euro o robe simili mi viene la pelle d’oca.

  13. Tutte considerazioni molto preoccupanti e vere, ma si perde di vista il fatto che la rabbia giustificatissima può giocare scherzi imprevedibili in un popolo schiacciato da un ventennio di condizionamenti… Non conterei sulla previsione numerica di un eventuale sorpasso post-governissimo, perché ora è il momento di agire con saggezza, coscienza, coerenza, altrimenti gli elettori non giovanissimi, cioè quelli che ancora possono perdere qualcosa, saranno tentati di tifare per un po’ di sicurezza immediata piuttosto che per un sovvertimento incerto di regime…

  14. l’ingenuità di questo articolo sta nel non porre in discussione la mala fede (politica) del PD
    si pensa addirittura che il PD voglia formare il governo con i grillini per attuare il programma del M5S

    il vecchio volpone Bersani guidato dal gerarca D’alema, di vecchia opportunista scuola PCI , sa bene che l’unica cosa fattibile per andare avanti è fare leva sullo scarso e lacunoso controllo di struttura di Grillo sui propri candidati eletti, per accaparrarsi la fiducia degli stessi e proseguire spedito con il solito governo emissario delle piu grandi lobbies di industriali e banche.

    davvero ingenuo credere il contrario, come se non li conoscessimo

    dalla germania vogliono riforme e tagli ai servizi, non pugnette

    adesso dopo aver fatto una campagna mettendo al centro questi temi e tirando fango sul 5 stelle tutto ad un tratto il PD si riscopre grillino e i suoi candidati i loro primi interlocutori

    chissa perchè…

    ma non siete un potroppo avanti con l’età per credere ancora al diavolo?

    • E quindi?
      Io ho posto una serie di problemi concretissimi con cui tutti dovranno fare i conti, piaccia o meno.
      Alla prossima asta dei titoli pubblici, tanto per fare un esempio concretissimo di quello che succederà solo tra un mese, gli investitori di mezzo mondo se ne fotteranno altamente della buona fede di Bersani, Berlusconi o di Grillo: compreranno o non compreranno, e se lo faranno sarà importante capire quali interessi vorranno.
      Il tutto posto che se non comprreranno o lo faranno a condizioni di strozzinaggio saremo nella merda fino al collo.
      Il resto sono chiacchiere.
      Il punto è che ci sono cose sulle quali se parli al bar puoi dire quello che vuoi, ma se sei in parlamento devi prendere delle decisioni e ogni cosa che dici influenza quello che poi succede nella realtà.
      M5S pensa di chiamarsi fuori da tutto questo e di poter parlare di problematiche simili con i toni che sto leggendo?
      Giuro che io su tutto questo la posizione di M5S io non l’ho capita.
      La campagna elettorale è finita, ora abbiamo di fronte problemi reali: e o li affrontiamo o loro affondano noi.

      • Infartti le chiacchere di solito si fanno per spostare e non affrontare la questione:

        Il M5S uscendo dal voto non si trova impegnato con il Pd ma con i suoi elettori, ed è l’ultimo responsabile di questo scenario instabile dovuto a una legge elettorale fatta dal pdl ma che stava bene anche ai loro compari meno ellini

        Il 5 Stelle ha inoltre ricevuto per mesi una campagna di denigrazione e diffamazione su tutti i giornali, gli stessi che adesso si indignano e alzano la voce. Non c’è da farne un fatto morale per carità, ma si dimostra in modo lampante quanto l’operazione pretesa sia ipocrita e di facciata volta a mantenere interessi e posizioni di potere, altro che titoli di stato.

        E’ giusto che non ci sia nessun accordo di coalizione tra M5S e il PD di Bersani e degli altri buracrati del suo partito, perchè questi, da stalinisti dei metodi quali sono (di rosso gli è rimasto solo il bucio di culo che gli brucia), stanno pressando unicamente affinche votino il governo, con il classico piatto regalo di una delle due camere, puntando a dividere, a spaccare il Movimento per mettere fuori dai giochi principalmente la sua testa.

        Nessuna fiducia, nessun ricatto, gli italiani devono riprendersi il loro futuro, a questo proposito pare che abbiano deciso che non sia con il PD visto che alle delle consultazioni il primo partito è il M5S e con una legge elettorale di tipo proporzionale avrebbe gia adesso il governo del paese.

        Rispettare gli elettori, cosa difficile da comprendere nel teatrino flatulente della politica italiana.

        L’unica soluzione giusta è dare il mandato a un governo provvisorio e non politico per fare la legge elettorale e andare di nuovo al voto.
        Proposta fattibile e peraltro gia avanzata sul blog del leader del M5S.

  15. L’unica cosa che noto è che continui nei tuoi discorsi ma non entri minimamente nel merito delle cose che ho detto.
    Io invece vorrei capire cosa volete fare su problemi come il debito pubblico o le politiche per il lavoro.
    Davvero, insisto, non ho sentito una solo parola su questi temi.
    Pensate che vi rigurdino oppure no?

    • io ho risposto facendo riferimento all’oggetto del tuo articolo(alleanza si, alleanza no), ho quindi posto delle questioni che semmai tu continui ad eludere ma che sono centrali e pongono accanto i seguenti termini: elettorato di riferimento, forze politiche e risultato delle elezioni.

      Il pd e suoi elettori vogliono forzare questo del discorso, perche sono usciti dalle elezioni con le ossa rotte.

      (Con una legge elettorale di tipo proporzionale l’M5S sarebbe andato al governo per affrrontare tutti i temi che vuoi, del lavoro, del debito, ect ect
      il loro programma è pieno di questi contenuti, informati,
      non li affrontano di certo come ha fatto concretamente il Pd negli ultimi 20 anni alternandosi al governo con il Pappa, Silvio il Terribile da cui sono usciti la maggior parte degli antiberlusconiani 2.0)

      ripeto non si puo pretendere l’alleanza forzando il risultato del voto:
      M5S primo partito del paese.
      maggioranza esigua e ingovernabile del senato per il PD contando anche le coalizioni e l’antidemocratico premio di maggioranza alla camera

      Pensavano di vincere sicuri tirando pale di merda sul 5 stelle e di andare felici e spediti al potere loro con questo porcellum?
      Bene hanno fallito
      adesso si ritorni al voto

      per tua curiosità le mie considerazioni non sono grilline
      ma quelle di chi guarda alla politica e dopo tanti anni trova un grande godimento
      Che spettacolo le faccie del PD e dei loro lacchè di pennivendoli!

      lo so è difficile accetarlo,
      ma quello in cui ora finalmente si ritrovano è il loro posto
      la spazzatura della storia
      però che puzza di cadaveri…

      • Sono contento che tu abbia avuto la tua rivincita. Adesso lo so e quindi puoi andare ad esibirla altrove.
        Tanto sono tutti cadaveri, non si godono nemmeno la tua soddisfazione.
        Riandiamo a vorate con questa legge o ne proponi una tu di nuova?

  16. Insomma, aspettavo queste elezioni con due grandi speranze: la scomparsa del nano e dei suoi sottopanza e la comparsa finalmente della famosa imposta patrimoniale sui redditi più elevati. Evidentemente sono andate tragicamente deluse entrambe.

    Ed eccoci qui con:

    – il vecchio schieramento che resta lì pensando che stiano tutti scherzando, poi si alla fine si governerà (sbaglio o ho sentito “salga renzi” come rimedio ?).
    d’altro canto, francamente aspettarsi che questi signori, alla fine, si buttino in ginocchio, si calino le mutande e dicano:
    “sì sì facciamo tutto quello che volete, ma fateci governare. . . in fondo abbiamo anche il premio di maggiornaza . . . ah no? dobbiamo tirarci proprio da parte ? e v-va bene. . .”,
    mi sembre piuttosto delirante

    – Il nuovo, giustamente gasato, che non si sa che cosa si deve fare ma si sa che tutti gli altri dovranno attenersi scrupolosamente alle istruzioni che hanno scritto (in queste istruzioni, che condivido quasi in toto, non leggo, né “patrimoniale”, né “falso in bilancio”, né “statuto dei lavoratori”, ma forse non l’ho studiato bene). Poi tanto, se si torna alle urne (comunque tra parecchi mesi) è sicuro, matematico, che si avrà il 51%, e allora sì . . .

    – il terzo, quello degli impresentabili sempre presenti, quello che ha moralmente vinto perdendo 6 milioni di votanti, quello delle rimonte emozionanti (lo spoglio dei seggi ha concorso all’oscar come miglior regia), si è già messo comodo e smazza il contante in un tripudio di lettere bianche e verdine dai tribunali. Impegni presi da mantenere (almeno quelli presi pubblicamente) non ne hanno. Anzi, sembra che le questioni su cui si stiano scannando gli altri due a loro non tocchino. E mica devono salvarla loro l’italia.

    E intanto, però, noi non è che si stia fermi, con le mani in mano, nell’attesa:
    chi ha un lavoro e uno stipendio, se li vede deteriorare giorno per giorno,
    chi li ha persi si vede deteriorare l’esistenza giorno per giono
    chi produce qualcosa, poi non la vende, e se la vende poi non lo pagano . . .

    • Salga renzi è mia. Da l idea della situazione. Bersani deve andare in galera! Deve rimborsare gli italiani di 4 miliardi di € di MPS. Quindi deve dimettersi e al suo posto ho detto renzi perche francamente non mi viene in mente altro che potrebbe fare il PD per salvare il risultato.
      Non voglio più vivere col nano e con bersani tra le palle. E URGE UNA SOLUZIONE AL LAVORO E AL DEBITO PUBBLICO E TUTTE LE ALTRE GIUSTE COSE CHE AVETE DETTO.
      È tutto fottutamente semplice e fottutamente giusto. HANNO PRESO PER IL CULO I CITTADINI E POI ANCHE GRILLO E IL MOVIMENTO.
      HANNO SBAGLIATO! A LUNGO HANNO SBAGLIATO A FARE I CONTI.
      Che facciano loro il passo indietro!
      Fottute sanguisughe attaccate al potere come delle incrostazioni malefiche mentre accusano gli altri di non fare l interesse della nazione. DOVETE ANDARVENE DAL NOSTRO TEMPIO! NON C’E’ TECNICISMO CHE TENGA, NON C’È PIÙ NIENTE CHE POSSA SALVARVI ! SIETE LA ROVINA DELL ITALIA E DOVETE SPARIRE ! Gli elettori di qualunque partito avrebbero dovuto votare Grillo per fare un reset generale di questa classe politica INFAME!.
      Molti si sono svegliati. Ma non tutti.
      Accusare Grillo di non collaborare è miope.
      NESSUNO POTRÀ FARE PEGGIO DI QUESTI QUA!
      NESSUNO.
      NON RINUNCIANO AL POTERE, NON RINUNCIANO AL POTERE NEANCHE ADESSO. Neanche adesso…

  17. Secondo me è inutile fare polemiche attraverso i commenti, fossimo in una assemblea potremmo spiegare meglio le nostre ragioni.
    La domanda che ci dobbiamo porre adesso è: che fare?
    Tutte le soluzioni sono buone, anche tornare al voto, ma cambiando la legge elettorale.
    Per farlo ci vuole un governo con una maggioranza ponte che ottenga la fiducia e che faccia la legge.
    In due mesi forse è possibile.
    Non penso che qualcuno perda la faccia o la verginità.

    • Grazie pompiere slasch. Stavo andando letteralmente a fuoco.
      Il tuo pragmatismo è freddo e ha tanto da insegnarmi. Riporta alla realtà. Lo dico seriamente senza ironia.
      Io sono nell’età in cui a volte sono pompiere e altre volte piromane.
      Ma dov’era questo pragmatismo quando hai votato “coalizione-di-sinistra-con-a-capo-bersani-re-del-banca-banca” ?
      Voi, di sinistra, avete votato con la PAURA di Berlusca,
      Io di sinistra, ho votato con la speranza di cambiare.
      SE AVESTE VOTATO A MENTE FREDDA, POTEVATE VOTARE UN PARTITO DIVERSO DAL VOSTRO PER DARGLI UNA LEZIONE CHE NON SI SAREBBERO PIU’ SCORDATI,
      Speranza (folle!) e non “voto di paura-rabbia con un pizzico di mal di pancia e pelo sullo stomaco”.
      Il messaggio sarebbe stato molto più forte e molto più chiaro (e non è che così non si sia sentito).
      Sarebbe arrivato ancora più forte in fronte a tutti quei simpatici compagni di merende PD-PDL che occupano abusivamente i palazzi del potere da 40 anni con circonvenzione di incapace, depistaggio e diffamazione a mezzo stampa, falso ideologico per falsificazione di ideologie.
      Ripeto che miope è Bersani e chiunque cerchi di imporre con tecnicismi formali la riproposizione del vecchio. Giustificandosi con la responsabilità. Imponendo una prassi obbligata quando di obbligato vi è solo il vergognarsi e sparire.
      Il nuovo schianterà ogni cosa.
      Non ti senti prigioniero? come affezionato (???) alle vecchie care dialettiche politiche in cui sguazzi da quando sei nato?
      Ma che ci trovi di così interessante in questi vecchi partiti? La “bella politica”?
      Hai paura del nuovo e di cambiare?
      Hai paura che questi giovani del M5s diventino i nuovi Hitler e Mussolini? Che portino un’incultura in cui non troveresti posto?
      Cristo santo!
      Berlusca ha fatto proprio un buon lavoro.
      Ti ha contagiato con un estremismo reazionario. Stai facendo il suo gioco, credendo di combatterlo. Stai facendo il loro gioco per sentirti pensatore libero. E invece sei uno schiavo.
      E hai votato a favore di coalizioni guidati da mafiosi che ora stanno lì a pretendere collaborazione.
      L’elettore PD è un incrollabile, non svende il suo voto alla protesta informe. Giammai! L’ha tenuto al caldo per sicuri mafiosi.
      Questo vedo di te, da dove sono io. Non è la verità ma è ciò che vedo.
      So molte meno cose di te. Sei più saggio ma forse un pochino rincoglionito dall’età.
      A volte l’età è un vantaggio, a volte un ostacolo.
      L’avventatezza è un vantaggio.
      Slasch ti offro ciò che vedo di te, sinceramente, e sono pronto ad accettare ciò che vedi tu di me da dove sei.
      Forse sto facendo (assieme ai grillini) molti danni e non me ne accorgo. Sto facendo come dici tu, il gioco di Berlusca.
      O forse lo stai facendo tu. O tutti e due.
      Facciamoci un bagno di umiltà e proviamo ad aprire bene le orecchie e gli occhi perché il paesaggio sta cambiando. E ci perdiamo la parte viva del nostro tempo se passiamo sempre per le stesse vie.
      Non restare indietro come Bersani.
      Ho stima del tuo giudizio Slasch e della tua giovinezza intellettuale.
      Ti ascolto.

      • Allora intanto chiariamo alcune cose, giusto per capirci.
        Vengo da una famiglia che aveva in sala la testa del duce, a vent’anni sono diventato comunista.
        Mi sono iscritto al Pci ed ho fatto politica attiva, con incarichi locali senza prendere una lira, per decenni.
        Sono un orfano del Pci, il Pd non è il mio partito anche se l’ho votato al senato per non perdere il voto per via del quorum.
        Detto questo non mi riconosco nemmeno nella miriade di partiti che si richiamano alla falce e martello, sono un convinto sostenitore del centralismo democratico.
        Secondo me il problema vero non è la sinistra o la destra ma la finanza parassita e speculatrice, in poche parole il capitalismo.
        Mi pare, se non ho capito male, che nessuno lo metta in discussione al massimo qualche correzione, un brodino.
        Il paesaggio sta cambiando e mi auguro che sia una rivoluzione democratica perchè potrebbe anche svoltare a destra dove è sempre finito il populismo.
        Incrocio le dita.
        Dicevo che il paesaggio sta cambiando ma finch’è la finanza prevarica la politica ci possiamo scordare la democrazia.
        E’ la politica che deve condizionare la finanza.
        Non so se ti interessa o ti stimola il mio parere, sono un osservatore esterno e pragmatico e non cerco il pelo nell’uovo.
        La teoria del tanto peggio tanto meglio l’ha già proposta Bordiga ma, fortunatamente, Gramsci non gli ha dato retta.
        Gramsci lo studiano anche in America noi non sappiamo nemmeno chi è.
        Voto sempre, anche se mi viene il vomito, e non voto per uno o per l’altro ma per rispetto ai Partigiani che hanno dato la vita per permettermi di votare senza neppure conoscermi.
        Detto questo cerco ogni volta di essere pragmatico e di proporre soluzioni di cambiamento ogni volta che sembrano possibili.
        In questo momento il M5S tiene il Pd per le palle, ho scritto un post a “Bersani” prendento diversi punti del programma del M5S che condivido ad occhi chiusi da proporre in Parlamento per avere una maggioranza che legittimi un governo, conosci le procedure, credo.
        Secondo me, e lo confermo, grazie al M5S ed al Pd perchè ha i numeri si potrebbe inculare il sistema e Berlusconi in un colpo solo.
        Invece si perde tempo a rivangare chi ha offeso di più.
        Chiaro adesso quello che penso?
        Cane sciolto ero quando ero nel Pci e cane sciolto sono ora che sono in pensione, ma attento a cogliere ogni occasione propizia.
        Mi pare che nè il M5S, che ha la racchetta dalla parte del manico, nè il Pd siano in grado di coglierla.
        I dirigenti del Pd, tutti insieme, non valgono l’unghia del dito mignolo di un Pajetta, figuriamoci di Berlinger.
        Questo passa il convento e non mi pare che in giro ci sia molto di meglio.
        Ciao.

      • Ci vuole umiltà. E io non ce l ho in fase interlocutoria. Ne ho parecchia ma solo per stare per i fatti miei.
        Il mio stile è provocatorio e con tutta probabilità sono un cazzone che gioca a fare il professore.
        Però cerco di essere sincero e di offrire il mio pensiero così com è al prossimo. Sapessi che vita di m..da che mi costa (scherzo, tiene lontani le persone false e poco ironiche).
        Ti ho detto ciò che vedo di te e mi hai risposto.
        Non approvo alcune cose che hai detto e la maggior parte non le capisco tutte. Limite mio.
        Volevo dirti che rispetto il tuo essere in condivisione con gli altri.
        È una bella cosa (anche se hai votato PD).
        Stammi bene slasch.

    • Legge elettorale? Dato il risultato delle elezioni per farla non bisogna certamente votare la fiducia per un governo del PD.
      Il Presidente della Repubblica ha gia capito l’andazzo e probabilmente non darà al PD neanche l’opportunita di presentare alle camere la proposta di un nuovo governo per ottenere lo scontro a viso aperto con l’M5S.

      Nel suo viaggio in Germania Napolitano ha ben difeso il risultato del voto e la volontà degli elettori, rivendicando soprattutto il fatto che il paese attualmente non è senza governo.
      La proposta del 5 Stelle è l’unica possibile: dare la proroga a Monti affinche si affrontino le priorità principali, tra cui la legge elettorale per tornare al voto.
      In questo modo si neutralizza anche il falso aut aut del PD dato al M5S,
      falso perche in realtà punta solo a spaccare il Movimento facendo fuori il suo leader per andare al governo accaparrandosi i suoi candidati eletti.
      Cosa impossibile, e lo dice chiaramente il “non statuto” che gli stessi hanno sottoscritto: non si fanno alleanze con chi è responsabile della situazione politica in cui da anni versa il paese. Chi fa alleanze politiche con gli altri partiti rimane fuori dal M5S.
      Il PD puo stare fresco.
      La rivincita non è personale ma collettiva, e se la sono presi tutti gli elettori italiani non votando ne il PD ne il PDL, i cadaveri non andranno al governo ne oggi ne domani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: