Maroni confida nell’ignoranza della base che ha garantito la crescita della lega basata sulla menzogna degli slogan populisti adatti alla pancia ma non collegati al cervello. La bufala del 75% delle tasse da trattenere in regione ci farebbe perdere il 3%.


indexAl leghista medio puoi raccontare tutte le panzane che vuoi tanto ha superato da tempo il Boccalone, il pesce che mangia tutto anche la stessa specie, basti pensare che da oltre 25 anni si bevono la bufala dell’indipendenza del nord.
Maroni conosce bene i suoi e sa che può raccontare bufale inverosimili nella certezza che gli individui della specie se le berranno tutte.
Vi ricordate la famosa battuta di Berlusconi quando disse che per avere successo in politica si deve rivolgersi all’elettore adulto come se avesse il cervello di un bambino? Non sarà esatto il riferimento ma la sostanza lo è certamente, bene penso che sia arrivato a questa conclusione dopo che si è alleato con la lega ed ha conosciuto, da vicino, i leghisti.
Basta guardare qualche foto dei loro raduni per rendersi conto che hanno problemi seri nel valutare le situazioni, i fatti, la politica, l’economia, sono tenuti insieme dal razzismo la xenofobia ed i soldi, possibilmente esentasse.
Maroni sta girando la Lombardia al grido dell’ultimo slogan al quale, tra i capi, ha creduto solo il Trota.
Maroni si crede furbo. Purtoppo per lui questo vale solo se si confronta con i leghisti cornamuniti, se trova una persona normale gli cade tutto il castello.
Maroni ripete ossessivamente che se vince lui il 75% delle tasse dovrà rimanere in Lombardia.
Intanto gli faccio i complimenti per il condizionale, per un leghista non è poco anche se non è un congiuntivo, per uno certo della vittoria è un segno di umiltà, o scaramanzia. Per quanto riguarda il 75% di tasse che devono rimanere in Lombardia è la solita balla alla matrioska, ne credi ad una e ne porti a casa due o tre.
In Lombardia rimane già il 78% delle tasse , presumo che Maroni ne sia al corrente ed abbia giocato al ribasso per fare, eventualmente,  un figurone con la base.
Più volte ho scritto dei post per il leghista medio, senza successo, ma dato che sono molto attenti al soldo ci riprovo anche questa volta, sia mai che mi leggano e si rendano conto di essere presi per il culo per l’ennesima volta.
Se a Maroni non risulta quello che il Prof. Andrea Di Stefano ha smascherato con i fatti provi a guardare intorno a lui, ai soliti noti, può darsi che la differenza se la siano pappata loro.
Due o tre volte all’anno faccio volontariato con i leghisti, non mi rassegno al fatto che si facciano infinocchiare da un quarto di secolo, anche se far capire a tipi come quello della foto che perderebbe il 3% delle tasse in favore di Roma ladrona è impresa impossibile.
Se Maroni fosse onesto con se stesso e con le trote che lo seguono avrebbe dovuto limitare la sua propaganda al solito razzismo ed alla xenofobia.
Limitarsi a togliere il pasto ai bambini dell’asilo o delle elementari sarebbe più che sufficiente per catturare il voto del leghista medio.
Gli verrebbe la bava alla bocca dalla gioia: niente mensa per i negher! Questo sarebbe lo slogan giusto.

ETICO SMONTA LA GRANDE BUFALA LEGHISTA DEL 75% DI TASSE IN LOMBARDIA

Secondo voi un leghista medio è capace di capire il senso di questo cartello?
295335_566126180072139_2016309542_n

Annunci

7 Risposte

  1. […] suoi e sa che può raccontare bufale inverosimili nella certezza che Continua a leggere la notizia: Maroni confida nell’ignoranza della base che ha garantito la crescita della lega basata sulla … Fonte: […]

  2. Ciao volontario! Anche io volontarizzo volentieri nel redimere questa massa di bifolchi razzisti e ignoranti, sia live che sul web. Ho appena letto questo ottimo articolo e lo condivido subito. Se ti va di leggere qualcosa riguardo i miei tentativi di analizzare il pensiero (?) razzista e leghista puoi cercare sul mio blog il post “autopsia del razzismo” (usa la casella di ricerca. Fai prima). Spero che condividerai. Intanto ti “preferisco” nei preferiti. Buon blogging!
    Andrea

  3. “Ovviamente il “residuo fiscale” della Lombardia c’è ed è positivo: è vero che mediamente la Lombardia versa più di quanto ottiene• ma questo “residuo:- ritorna in parte a beneficio della Lombardia attraverso la domanda di beni e servizi dei cittadini e delle imprese residenti in altre Regioni: il saldo commerciale della Regione Lombardia verso le altre è positivo per un ammontare pari al 23% del Pil*…- avviene in tutti i paesi caratterizzati da forti squilibri di reddito tra regioni diverse ed è quindi normale, sempre che non si voglia mettere in discussione l’idea di uno stato unitario”.

    Probabilmente vi ritenete superiori ad un leghista medio. Beh.. non siete nemmeno in grado di fare una analisi taroccata. Ho riportato quanto scritto sopra.. anche un procione in coma fatto di crack capirebbe che state sparando balle. Con le vostre stesse parole.
    Nello specifico. Se si sommano tettii vari conteggi.. é probabile che la Lombardia arrivòa cifre vicine a quelle che dite voi. Peccato che contiate pensioni (che non sono affatto tasse, ma bensì contributi pagati ampiamenteda cittadini del nord e che sono di loro DIRITTO, e dunque vanno certamente esclusi. Poi, anche un bambino capisce che se una regione riceve il 78% di quello che paga, altre ne prenderanno molto di più, perché in economia i soldi non spariscono. E noi del nord cosa siamo, più brutti, e più stupidi?
    Quanto alla balla mega colossale dell’unità d’Italia.. qui davvero si rasenta il ridicolo. Non solo non dite che i paesi che funzionano meglio al mondo sono federali, Usa, Germania, ma non capite che un principio federalista rafforza l’unità d’Italia. O meglio, per interesse economico, fate finta di non capire. perché a furia di essere sfruttati più degli altri, un giorno ci staccheremo. Se togli lo sfruttamento centralista invece elimini la più grande causa di conflitto.
    Ah.. e non venite a parlare di aiuto o solidarietà.. perché dopo 150 anni significa parassitismo. L’aiuto è un fenomeno che deve durare poco, non dove alcuni approfittano costantemente degli altri.

    Saluti da un leghista sottosviluppato

    • La firma è inutile, si era capito. Gli studi economici sono fatti da economisti, c’è il link. Se non sai chi è Di Stefano informati.
      Riellgiti anche la storia dell’unità d’Italia, quando il sud è stato conquistato erano più avanti di noi. Ed io sono veneto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: