Se qualcuno si era illuso che non fosse possibile essere peggio di lui si è sbagliato, sua figlia lo supera.


Non sono bastate le sentenze, la condanna e le prove che un giudice venne corrotto la tipa in questione arriva spudoratamente a dire: noi non abbiamo mai corrotto nessuno: mio padre venne prosciolto da ogni ipotesi accusatoria nel 2001.
C’è un piccolo particolare da tenere in considerazione, tanto onesto personaggio per corrompere, o per raggiungere i suoi scopi, ha sempre usato marionette.

La marionetta è un pupazzo in legno, stoffa o altro materiale, che compare in scena a corpo intero ed è mosso dall’uomo a distanza o con accorgimenti non visibili.
Può essere un fratello, un prestanome, un dirigente nominato ad hoc per i lavori sporchi o un Previti che corrompe in conto terzi, un Mills che testimonia il falso e così via.
Diciamo che la famiglia, per delinquere, usa i guanti come i Corleone nella saga de il Padrino usano i sicari come killer.
Si sa chi è il colpevole ma, spesso, il mandante se la cava.
Per rinfrescare la memoria della figliola, degna di tanto padre, riporto qualche articolo inerente alla vicenda.
So che è inutile, la tipa in questione è un misto tra la Santanchè, Sallusti e suo padre, ma serve a noi per ricordare non vorrei che a forza di proclamarsi innocente alla fine qualcuno la prendesse sul serio.

Mondadori, storia di una sentenza comprata

Lodo Mondadori, la sentenza: “Berlusconi promosse la corruzione di Metta”

 

Lodo Mondadori, Marina Berlusconi contro De Benedetti: “Taccia”

Considerato il valore che la famiglia Berlusconi da al silenzio, a chi non parla quando è chiamato a testimoniare, non vorrei che “l’invito” che Marina ha rivolto a  De Benedetti serva per avviarlo all’eroismo, anche se temo che in questo caso non ci sarà nessun riconoscimento ufficiale.
Vi ricordate di quando quel brav’uomo di suo padre diede dell’eroe a Vittorio Mangano insieme a Dell’Utri?
Forse Marina è ancora convinta che Mangano fosse uno stalliere, suo padre non le ha raccontato niente.

 

Annunci

2 Risposte

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Buon sangue non mente, dice il proverbio.
    Ma ce n’è uno calabrese che è più efficace: “Chi nasce gatto prende topi!” detto in dialetto sarebbe più bello! Per i tanti calabresi che vivono al nord: “cu nasci gattu pigghia surici!”. E’ più musicale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: