Berlusconi: serve una guida vera, ed è salito in barca con il navigatore satellitare. Ma non era Lele Mora l’autista?


E’ andato in crociera con i lettori de Il Giornale, cosa non si fa per catturare qualche lettore in più della padania.
Nel titolo ho scritto barca, non nave, per i lettori del giornale dovrebbe bastare.
Il giornale titola, tronfio,  in prima pagina: A bordo con Berlusconi, io mi toccherei i portafortuna, abbiamo già visto dove ha portato l’Italia ma i lettori del giornale sono inconsapevoli che a Silvio Schettino gli fa un baffo.
Ultimamente è un po’ ambiguo con le sue dichiarazioni, mi ricandido, non mi ricandido, bisogna vedere con quale legge elettorale, salta persino la festa dei giovani fascistelli del Pdl perchè deve riflettere.
Io lo capisco, se cambiano la legge elettorale ed eliminano le liste blindate oltre che fare la rovina del Pd, che ci pensa da solo, è la rovina anche di Silvio dove le mette tutte le orgettine alle quali ha promesso un posto?
Sappiamo che una volta elette non le controlla più, nemmeno la Minetti gli ha dato retta e non si è dimessa per amore del libero pensiero che scade ad ottobre di quest’anno, quando matura il vitalizio.
Dice e non dice, il pupo Alfano non sa più cosa deve dire e La Russa infastidito da una del Tg3 ha detto che se si ricandida non lo deve dire a lei.
Come al solito tutti i giornali sono caduti nella trappola, hanno abbocato alle solite ambiguità del piduista pensando che al frase detta dal puttaniere avesse un valore politico, fosse rivolta al Paese ed invece come sempre si tratta di fatti suoi. Personali.
Il mio informatore segreto che bazzica Villa S. Martino di Arcore, mi ha detto che Silvio allude alla sostituzione di Lele Mora con il quale ha rotto i ponti.
Era lui l’autista ufficiale che organizzava i trasferimenti delle orgettine: ore 19 ritrovo in V.le Monza davanti all’ufficio di Lele. Ore 19,30 l’appello, 19,45 passava in rassegna le orgettine per controllare che le divise fossero in ordine. Quella da poliziotta, quella da infermiera, quella da odalisca, quella da suora con relativo crocifisso in mezzo alle tette.
L’unica cosa che non controllavano erano i documenti, le minorenni venivano catalogate come nipotine di Mubarak.
Alle ore 20,30, precise, attraversavano V.le Monza per andare al garage dove erano pronti i Suv addetti al trasporto delle orgettine e si pariva per Arcore.
Le preferite  le primizie e le novità salivano in auto con Lele che le portava a destinazione.
Era lui l’autista di fiducia.
Ci vuole una nuova guida affidabile come Lele, che sappia seminare i giornalisti al seguito e che non chieda soldi in continuazione.
Chissà se tra i lettori del giornale, a bordo con lui nella crociera della libertà, non ci sia la persona adatta alla bisogna?
Dopotutto saranno stati selezionati da Sallusti in persona, avrà preso i migliori.
Ho notato una cosa, guardando su internet la prima pagina del giornale, non si è asfaltato la testa come al solito.
Ha la pelata.

Annunci

4 Risposte

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. […] i portafortuna, abbiamo già visto dove ha portato l’Italia… Continua a leggere la notizia: Berlusconi: serve una guida vera, ed è salito in barca con il navigatore satellitare. Ma non era Le… Fonte: […]

  3. Good website! I really love how it is simple on my eyes and the data are well written. I am wondering how I could be notified when a new post has been made. I have subscribed to your feed which must do the trick! Have a nice day!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: