48.000 euro al mese ed un ottobre che non arriva mai. La voglia, la necessità, l’urgenza, di ghigliottine per fare pulizia.


L’informazione, le indagini della Guardia di Finanza ci danno conferma di quanto parecchi di noi già pensavano, la maggior parte degli arricchiti hanno raggiunto lo scopo con l’evasione, la corruzione ed il malaffare, parte integrante di tutti i sistemi sociali con i politici corrotti e senza regole , controlli.
La crisi, la mancanza di lavoro, sta massacrando milioni di persone e vengono colpiti tutti i giovani e buona parte dei 40/50 enni per i quali le vie d’uscita si riducono sempre di più.
Ovvio che non tutti i ricchi non sono delinquenti o evasori, molti di loro diventano evasori dopo che si sono arricchiti a dismisura quando iniziano ad avere un commercialista o più.
Una volta un giornalista disse a Guttuso, che dipinse i funerali di Togliatti il quadro che ho inserito nel post, prendi 100.000 ad ogni quadro che vendi e vieni qui a fare il comunista.
Guttuso rispose: non c’è un bullone della mia Mercedes che sia stato pagato sfruttando un’altra persona. IL lavoro di un altro.
Non so se ho riportato fedelmente, vado a memoria, ma la sostanza è la stessa.
Ci sono persone che per doti naturali e poi coltivate guadagnano cifre iperboliche che a prima vista destano scandalo, ne cito alcuni per dare l’idea di quello che voglio dire. Messi, Rossi, Dalla, Del Piero e tanti altri che vediamo sulle pagine dei giornali tutti i giorni.
Dalla l’ho citato perchè dopo la sua fine improvvisa sono usciti articoli inerenti a quanto ha lasciato in immobili, diritti e ricchezze varie.
Ebbene, secondo me, questa gente merita tutta la loro fortuna, uno che ha fatto quello che ha fatto Rossi, gioca come giocano Messi e Del Piero, scrive una canzone come Caruso ed altre centinaia una più bella dell’altra meritano la loro fortuna e le loro ricchezze.
Altra cosa è se, una volta arricchiti, cercano di eludere il fisco o evaderlo, magari perchè consigliati male da qualche loro parassita che gli fa da commercialista. Lì entra in campo l’etica e l’intelligenza individuale ed ognuno ha la sua, faccio notare che la legge fornisce delle scappatoie infinite per eludere il fisco ed alla fine se ne sentono autorizzati e si ritengono innocenti. Ma non è questo quello che mi interessa.
Sono gli altri che mi fanno venir voglia delle ghigliottine in piazza, i palazzinari, la nuova borghesia arricchita e parassita che ha sostituito la vecchia nobiltà, re, principi, duchi conti e contesse, tutti parassiti che imponevano gabelle e viveva sullo sfruttamento dei sacrifici altrui.
E’ per questo che ad un certo punto i francesi fecero al rivoluzione e diedero una bella ripulita tagliando un po’ di teste.
Per qualche genio meritevole di ricchezza, penso ad esempio ad un chirurgo che grazie alle sue doti salva la vita a migliaia di persone, ci sono migliaia di parassiti dotati di spudoratezza, coraggio ed anche di una certa scaltrezza commerciale che si arricchiscono attraverso la corruzione, le ruberie, le furbate, le elusioni  e non alludo certamente alla malavita organizzata, quello è un altro discorso ancora più grave ma che esula dal mio ragionamento odierno.
Parlo della malavita che prospera vive e cammina a cavallo tra la legalità e l’illegalità, che accumula ricchezze immense direttamente proporzionali alla loro mancanza di etica, moralità e di rispetto delle regole.
Alludo a Berlusconi ed ai berluschini, ai suoi emuli, che più fregano lo Stato, noi, e più sono felici e si sentono furbi, intelligenti, scaltri.
Ostentano la loro ricchezza senza nessun ritegno, anzi più è stata ottenuta con artifici e fuori dalle regole e più viene esposta, esibita, al contrario della vecchia borghesia parca e riservata.
So di fare un paragone che sarò come un pugno in un occhio ma ci provo lo stesso.
Prendiamo Gianni Agnelli, molto più ricco di Berlusconi e da generazioni. Ovviamente anche lui ha fatto la sua parte con i commercialisti, ma quanti di noi sono al corrente di quante ville aveva e con quante donne si accompagnava? L’unica cosa che esibiva, con orgoglio, era la Juventus ed anche lì pur vincendo molto agiva con un certo riserbo, non faceva planare la squadra al comunale su decine di elicotteri, al massimo planava con il suo a Villar Perosa in agosto.
Berlusconi la sua ricchezza che puzza di mafia a chilometri di distanza, di corruzione, clientele, raggiri e ruberie, come l’acquisizione  di Villa San Martino di Arcore in combutta con Previti che è in pratica uno scippo, la esibisce spudoratamente e senza ritegno.
Non manca di farci sapere, orgogliosamente, di quanto spende per mantenere le sue concubine, il suo casino privato con tanto di ragioniere che fa da mamascia e di puttanieri come Fede, Mora, La Vitola e Tarantini che si danno da fare per il cambio delle quindicine, come nei casini di Stato.
A questo degrado esibito e del quale ne va fiero, vanno aggiunte le brave famiglie che in letizia gli portano a domicilio le loro bambine atte a soddisfare la bramosia del sultano arrapato, naturalmente lautamente ricompensate, non è da tutte avere 8, 9 appartamenti a meno di 18 anni con un padre che ha uno stipendio di mille euro al mese. E’ un miracolo direi.
Una minorenne che intercettata confida ad una amica: mi da 48.000 euro al mese è uno scandalo non di costume o di morale bacchettona e cattolica, ma di etica indegna come quella della nobiltà francese della quale parlavo prima.
Qualcuno viene a dire che sono soldi suoi, che non è il caso di fare il moralista, se uno vuole andare a puttane o portarsele a casa deve essere libero di farlo come le donne sono libere di prostituirsi.
Quelle belle, come ci ha detto Terry De Nicolò, quelle brutte devono starsene a casa.
Poi arriva la stoccata finale dei fans del mafiopiduista corruttore ed evasore, tu parli così perchè sei solo invidioso, lui va con belle gnocche e tu devi tenerti tua moglie.
No, non ci siamo, intanto perchè non sapete com’è mia moglie, ma questa è una vanteria privata e personale, ma per il fatto che il piduista utilizzatore finale pedofilo, che voi mi avete imposto come presidente del consiglio per quasi un ventennio è sceso in campo, non come piace dire a lui per salvare l’Italia dai comunisti, ma per salvarsi dalla galera, dalla bancarotta e con 7.000 miliardi di lire di debiti. Aveva un piede nella fossa.
Tanto per essere chiari si è arricchito, a dismisura, grazie alla politica, alla corruzione, al malaffare del quale hanno beneficiato anche chi lo ha aiutato nell’impresa di pagarsi i debiti e governare il Paese mandandolo in rovina, alludo in modo particolare alla lega.
A me non interessa che lui vada a puttane, che qualche famiglia gli porti la figlia minorenne a casa  per guadagnarsi una Mini cabriolet o una busta da 2000, 5000, 10.000, euro o una rendita mensile di 48.000, per la più meritevole che non ricatta, raccatta.
A me interessa che a pagargli l’harem siamo noi, dopo avergli pagato i debiti delle sue società garantendogli il monopolio ed il conflitto di interessi.
E’ di questa feccia sociale e politica che ci dobbiamo liberare, è urgente che anche per noi arrivi un ottobre di rivoluzione, che si mettano le ghigliottine nelle pubbliche piazze di ogni paese e città e che si faccia pulizia, e giustizia, di questi parassiti malavitosi.
Quando il paese tornerà normale, quando ogni cittadino pagherà la sua puttana con i soldi suoi, potremmo dire di essere, finalmente, un paese civile, equo.
Naturalmente tra gli acari e le incrostazioni del water Italia che dovremmo ripulire con le ghigliottine ci sono anche i parassiti della finanza, gli speculatori, i politici che gli hanno protetti e che si sono fatti corrompere e tutti quelli che ingrassano sulle nostre disgrazie che loro ci hanno imposto e procurato.
Ecco perchè da anni aspetto, auspico, questo ottobre che non arriva mai.

Annunci

4 Risposte

  1. […] la mancanza di lavoro, sta massacrando milioni di persone e… Continua a leggere la notizia: 48.000 euro al mese ed un ottobre che non arriva mai. La voglia, la necessità, l’urgenza, di … Fonte: […]

  2. Bellissimo post, anche io sarei per le ghigliottine in piazza, perché il puttaniere è stato quello che è stato, ma la feccia che lo ha sostenuto è assolutamente complice! L’ho condiviso sulla mia pagina facebook. 🙂

  3. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: