Noi, italiani, prima ci lordiamo la faccia e la coscienza mandando in parlamento personaggi impresentabili, poi pretendiamo di farci la doccia con l’antipolitica.


La feccia che riempie Camera e Senato, inquisiti, corrotti, condannati, fascisti, ex fascisti, piduisti, immanicati vari, non si sono alzati una mattina recandosi al Senato o alla Camera per sitemarsi sulla poltrona, li abbiamo mandati noi, anche se sono stati nominati da altri.
Ora, non per fare polemiche tra di noi, vittime, colpevoli,  di questa gentaglia
ma c’è una bella differenza tra votare per la Bindi o Scilipoti, tra Gasparri e Di Pietro.
Tutti sapevamo da dove veniva Berlusconi ma, qualcuno, ci ha messo quasi vent’anni per rendersi conto che uno
che considera eroe un mafioso non può fare il Presidente del Consiglio.
E cosa dobbiamo dire della lega che è entrata con il cappio ed è finita impiccata sulla pubblica piazza della politica.
Cosa possiamo dire degli ex fascisti, che nella prima Repubblica, nonostante tutto, erano costretti nelle fogne e che la maggioranza degli italiani ha portato in Parlamento e ce li ha imposti addirittura come ministri?
Io non ho bisogno di farmi la doccia, in senso politico, non ho mai votato Berlusconi, Fini, Schifani e men che meno Scilipoti, l’unica che mi ha imposto Rifondazione Comunista è stata la Maiolo a Milano ed ancora adesso mi girano gli zebedei.
Adesso, la maggioranza degli italiani, fa l’offeso, mette tutti nello stesso letamaio e fa di ogni erba un fascio.
E’ questo che io considero populismo fascista, tutti quelli che buttano via il bambino con l’acqua sporca mi danno fastidio e non giustifico per niente gli errori commessi anche da partiti che avrebbero dovuto essere sani, come il Pd o l’ Idv.
Tuttavia non ritengo che sia tutto da buttare, che ci voglia un rinnovamento quello è certo, ma non mi viene la bava alla bocca quando vedo tutti i politici, buonaparte ma non tutti.
Inoltre ritengo che la politica sia una cosa giusta, democratica, molti li considero in buona fede e fanno quello che possono date le forze ed i numeri in campo, mi riferisco all’ultimo governo Prodi costretto a governare con due deputati in più grazie alla dabbenaggine dei miei compatrioti.
Il partito che mi rappresenterebbe in toto non c’è, temo che non ci sarà più sinchè la politica e l’antipolitica, populismo compreso, considereranno il capitalismo finanziario speculatore e parassita l’unico sentiero possibile.
Vedere molti indignati o giovani esponenti di movimenti che appena scrivi o parli di Marx e di sinistra arrivano con la bava alla bocca a dirmi che sono superato, di guardare alla Cina e ritengono che la democrazia ed i diritti siano un problema di class action e non di forze contrapposte come il lavoro ed il capitalismo mi fa ridere, sotto ad un certo aspetto, perchè il loro risveglio sarà ancora più amaro della situazione che stiamo vivendo.
Ieri ho scritto in un post: Oltre 100 anni fa, in occasione del I° Maggio Lenin affermava,Due mondi sono l’uno contro l’altro in questa grande lotta: il mondo del capitale ed il mondo del lavoro.
Non mi pare che si siano fatti passi in avanti, o meglio, ne abbiamo fatti negli anni 60/70 ma adesso stiamo tornando all’inizio del secolo scorso, intorno al 1900 più o meno.
E’ contestabile quello che ho riportato da Lenin?
Verificatelo voi che avete il futuro davanti, come lo ritenete più opportuno, io sono un vecchio rincoglionito legato al passato che non c’è più, mi ha scritto ieri uno incazzato e con la bava alla bocca che ha usato il maiuscolo, ed infatti lo sono perchè il MIO passato è rappresentato dallo Statuto dei Lavoratori, diritto alla maternità, art. 18 ed altri diritti che ci sono costati sacrifici, a noi ed alle nostre famiglie, e che le generazioni successive folgorate dalla Milano da bere si sono dimenticate di difendere e proteggere.
Adesso si segue la nuova moda, l’antipolitica in toto, e tutti corrono a farsi la doccia con la nuova illusione che, senza politica (sana ovviamente) si possa far meglio.
Anche spargere questa nebbia grigia che fa sembrare tutti uguali non è una novità dell’ultima ora, inventata dai movimenti, ci ha provato  Licio Gelli prima e ci è riuscito Berlusconi dopo. Infatti, grazie alla maggioranza degli italiani che adesso sono indignati, ce lo ha messo in quel posto per quasi vent’anni e ci ha ridotti alla fame.
Tutti ladri? Tutti uguali? Tutti corrotti, tutti da eliminare. Anche questo è stato già detto, l’ho già sentito e sabete chi sbraitava in questo modo?
Gli stessi che gridavano al nemico riferendosi al terrone prima ed all’immigrato poi, quelli che vogliono difendere la razza padana e la superiorità religiosa, i leghisti.
Anche questi slogan sono copiati, se Gelli, i fascisti e Bossi fossero furbi potrebbero pretendere i diritti d’autore.
Io ritengo, ma è solo il  io punto di vista, che il problema non siano la destra o la sinistra ma capitalismo si o capitalismo no, nel caso la maggioranza decidesse per il capitalismo chiedo a loro quale tipo di capitalismo, quello che detta le regole o che rispetta le regole stabilite dalla politica?
Insomma un capitalismo condizionato che agisca nell’interesse di tutti o il capitalismo alla Reagan, della Goldman Sachs, quello del liberismo sfrenato e senza controlli?
Aspetto notizie.

Annunci

9 Risposte

  1. […] noi, vittime, colpevoli,  di questa gentaglia ma c’è una… Continua a leggere la notizia: Noi, italiani, prima ci lordiamo la faccia e la coscienza mandando in parlamento personaggi impresen… Fonte: […]

  2. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. Io ci aggiungo altro. Questo qualunquismo e populismo squallido porta dritti dritti al fascismo. Ma questi stronzi di italiani (che respirano la mia aria e poi me la ributtano fuori inquinata) lo capiscono o no che senza partiti non si va da nessuna parte? Se togli l’anima alla Costituzione Repubblicana (costituita, appunto, dai partiti e dalle organizzazioni sociali) ci potrà mai essere sviluppo del paese e della persona umana? Ma si rendono conto del male che fanno, soprattutto i giornalisti che, pieni di livore e scarso senso di professionalità e dello stato, che stanno dando fiato al populismo di tutti contro tutto? Io ho schifo ad ascoltare questi giornalisti (e le peggiori sono le donne, spesso squallide e saccenti) che invece di educare le masse alla partecipazione ed alla presenza all’interno dei partiti, sputano sentenze e schizzano veleno senza accorgersi che stanno portando acqua alla fonte della demagogia e del qualunquismo. Anche in internet una donna sta raccogliendo firme per chiedere la restituzione ai cittadini dei soldi del finanziamento pubblico dei partiti. Una niziativa ricca di una demagogia vergognosa e sponsorizzata solo per esibizionismo personale e vacuo visto che siamo tutti cosciente che questo non potrà mai avvenire fino a quando le leggi non saranno modificata.
    Ed anche sul finanziamento pubblico dei partiti ma ci rendiamo conto o no che senza risorse non si va da nessuna parte e resterebbero solo a galla le lobbies che finanzierebbero solo determinati partiti di destra e non certamente quelli dei ceti popolari che sono la maggioranza? Si stanno rendendo conto che questo populismo suscitato da rabbia ed indignazione fa la gioia solo di chi mira proprio a questo per eliminare senza bisogno dei carri armati l’opposizione?
    Un’altra cosa è il discorso sulla moralità dei partiti, sul ricambio della dirigenza e sul controllo che i soldi dei finanziamenti servono solo a dare ossigeno ai partiti e non permettere speculazioni o usi impropri del denaro pubblico. Ma che colpa ne ha la maggioranza dei membri di un direttivo partitico se un paio di delinquenti, sfruttando il loro potere personale e la fiducia dei componenti di una segreteria politica, distolgano denaro dalle casse di quel partito e lo utilizzino per fini personali o a vantaggio di una ristretta cricca interna del partito in cui militano?
    Ed allora a questo popolo di merda, ai tanti giovani con i quali parlo e che dimostrano un qualunquismo che sconforta, dico solo che è giunto il momento di svegliarsi e li invito a partecipare alla vita sociale perchè solo la partecipazione è garanzia non solo per il ricambio degli organismi ma anche per il controllo degli apparati politici e del loro funzionamento corretto.
    Possibile che nessuno si accorga che da questo sparare a zero ne uscirà un popolo più diviso e più isolato e che un siffatto qualunquismo porta direttamente alla dittatura?

    …e mi scuso per gli errori perchè non ho voglia di rivedere il testo….

  4. Lo so. Ma io sono un uomo vivo, loro dei morti viventi. Ed io ho 74 anni e loro quanti ne hanno di hanno? 25, 30, 40? Sono dei vecchi di 90 anni e non se ne accorgono. Dei rimbambiti!
    Ho difeso anche i pensionati baby in un altro blog. Ma che stiamo a andare dietro a degli imbecilli che criminalizzano le persone che hanno usufruito di leggi dello stato allora vigenti? Ma abbiamo buttato il nostro cervello all’ammasso? Erano i governanti, ovvero gli uomini votati dai padri di tanti imbecilli che stanno a ridere dietro le battute di avanspettacolo di Peppe Grillo, che facevano le leggi mica io, e neppure mica i baby pensionati. E chi è andato in pensione allora ci è andato facendo i propri calcoli di convenienza come ognuno di questi buffoni che saltellano nelle piazze oggi avrebbero fatto se si fossero trovati in quelle identiche condizioni. Ed allora che favole raccontiamo? Ma lo sappiamo tutti che di fronte ad una crisi così pesante si cercano i capri espiatori. Ma tutti quei giovani che affollavano le piazze sventolando le bandiere di Berlusconi si sono almeno resi conto che questa crisi è figlia proprio di ventanni di berlusconismo che non ha fatto nulla per porre freno all’indebitamento dello stato? Mi ricordo quando Berlusconi andava alle assemblee dei giovani imprenditori prima di salire al potere. E cosa diceva loro? “Votate me che vi faccio diventare ricchi! E come si fa diventare ricca una classe in un paese normale? Distribuendo in modo distorto il reddito ed i profitti e facendo impoverire quelli già poveri. Ma tu credi che quei giovani siano stati attenti a certi discorsi che oggi io rammento e che loro magari applaudivano? Cosa vogliono oggi? Ringrazino i loro padri che hanno saputo lottare per migliorare le loro condizioni perchè se oggi fossimo rimasti ai livelli dei primi anni ’50 non so se andrebbero alla mensa di Berlusconi per farsi dare un piatto di minestra. Sono catttivo? Si! Di fronte alla stupidità umana lo sono! Ed io dovrei adesso unirmi alla massa degli asini raglianti che non hanno ancora capito quello che sta succedendo? Ma lo vogliono capire che in questo modo andiamo dritti dritti in mano ad una dittatura? Ma non del popolo ma delle banche e dei finazieri. E grazie ancora che c’é l’Europa che ci tutela (e ci tutela anche sotto il profilo della difesa del valore dell’euro). Altrimenti se ci fossimo isolati che fine avremmo fatto? Chi avrebbe garantito la nostra democrazia in caso di golpe da destra?
    Ma vaff e lo dico alla Grillo a pieni polmoni a tutti questi incoscienti che stanno buttando il loro cervello all’ammasso e non riescono a capire che non bisogna protestare ma PARTECIPARE e farlo sempre. Solo così si ostruiscono e si controllano le decisioni e si contribuisce anche al ricambio generazionale della politica. Mi odino pure. Chi se ne frega! Ma se sono intelligenti e leggono allora potrebbero anche riflettere ed alla fine darmi anche ragione.
    AMEN, SI AMEN!!!!!!!

    • Non sei cattivo, sei realista. Pensa che qccusano noi pensionati di essere privilegiati, sono ignoranti delle nostre lotte e dei nostri sacrifici, infatti si stanno facendo fregare tutto quello che noi avevamo conquistato.

  5. Scsua al primo capoverso volevo dire solo quanti ne hanno?

  6. E nella homepage del tuo blog c’é questa scritta.
    “Ogni parola che non impari oggi è un calcio nel culo che prenderai domani”.
    Don Milani
    L’avessero letta bene diversi anni indietro forse non ci saremmo trovati in queste condizioni perchè avrebbero imparato che la conoscenza è potere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: