Qualche certezza ce l’ho, l’aumento del gas e della luce dopo l’assicurazione, la svalutazione ed il taglio della pensione. C’è pure la scomparsa per il fisco del 10% di italiani che hanno il 44% della ricchezza nazionale.


Il nostro sport nazionale è cercare un colpevole sul quale scaricare le colpe, per noi sono sempre gli altri i colpevoli, nessuno che faccia autocritica eppure sarebbe il momento di farla, una bella autocritica generalizzata, di massa e direttamente proporzionale all’età più è avanzata e più siamo colpevoli, recidivi.
Non è colpa di Monti è colpa nostra, della maggioranza degli italiani se il sistema, dalla liberazione in poi, va avanti così è colpa nostra che abbiamo tollerato il capitalismo parassita che ha arricchito i pochi ed impoverito i molti, che tollera la malavita organizzata e la politica complice e l’evasione, autentico sport nazionale praticato più del calcio.
Si spegne il riscaldamento ed aumenta il gas del 10%, da qui a ottobre ci saremo dimenticati e ci sembrerà normale, due o tre bollette senza riscaldamento ci illuderanno che, tutto sommato, non è una mazzata è solo un piccolo furto.
La luce aumenta di meno, per adesso, appena si accenderanno  i condizionatori ci sarà l’altra botta ed è lo stesso sistema che usano con i carburanti, a Pasqua ed in estate l’aumento è garantito, appena la gente si muove arriva la mazzata ed è così dagli anni 60.
Ma la crisi riduce i consumi ed allora cambia la strategia, gli aumenti sono settimanali ed a piccoli passi, centesimi, ogni giorno i giornali annunciano il nuovo aumento le l’obiettivo dei due euro al litro è raggiunto senza che nessuno si sia lamentato, siamo talmente assuefatti che non ci facciamo più caso, oppure abbiamo perso le forze in attesa di esalare l’ultimo respiro come fosse una liberazione.
Dopo il taglio delle pensioni, l’iscrizione del posto fisso al precariato, l’aumento dei beni di consumo basilari come gli alimentari, l’arrivo dell’addizionale Irpef regionale e comunale, l’aumento della disoccupazione, della cassa integrazione, dei disperati che arrivano al suicidio arriva la solita presa in giro la pubblicazione delle statistiche sulle denuncie dei redditi.

Seicentomila ricchi tra fondi, barche e Suv
ma per il fisco sono venti volte di meno

Non voglio più dire niente, mi sono stancato, lo sento inutile ed alla fine passo per pirla. Da mesi scrivo che la colpa è della maggioranza degli italiani che hanno votato questo sistema per decenni e quando hanno deciso di cambiare hanno votato la P2 e la lega peggiorando le cose.
Per salvarci dal fallimento abbiamo dovuto affidarci ad un rappresentante del capitalismo finanziario e parassita che ci dice che il problema per gli investitori stranieri è l’art. 18 e non l’evasione fiscale, la concorrenza sleale, la malavita organizzata e le mazzette alla politica. No, gli investitori stranieri non investono per via dell’art. 18.
Queste cose le scrivo da mesi, nel blog ed ovunque mi capita, giovedì sera ho sentito Travaglio ripetere le stesse cose a Servizio Pubblico, e non credo che le abbia dette perchè le ha lette nel mio blog, penso che ci sia arrivato da solo come dovrebbero arrivarci la maggioranza degli italiani, specialmente adesso che l’ha detto Travaglio.
Anche a sinistra non scherziamo per niente quando andiamo a caccia del capro espiatorio, la Camusso, il Pd, i sindacati che lavorano per i padroni, non quei sindacati, tutti.
Tutti bravi a criticare Bersani, Veltroni, Calearo e così via e mi ci metto io per primo che non risparmio qualche battuta feroce verso questo o quest’altro.
Poi rifletto e penso che la sinistra è fuori dal Parlamento, che il Sinistra e libertà guadagna nei sondaggi ma è fuori dai giochi nazionali, tutti i partiti che si richiamano al comunismo sono fuori, non ne cito i nomi perchè li hanno cambiati tutti e non li ricordo nemmeno, che i sindacati di base sono una nicchia, quasi una elite,  e se riuscissi a mettere insieme tutti i criticoni, partendo ma me stesso, dovremmo arrivare al 70% di contrari al sistema capitalistico parassita.
Domanda, ma dove cazzo vanno tutti questi indignati quando ci sono le elezioni?
Il 30% non vota, non so quanti protestano con la scheda bianca, lasciando spazio alla P2 ed al socialismo democratico che ha accettato, in tutto e per tutto, il capitalismo parassita.
Ma non basta, adesso su facebook c’è pure il gruppo, più gruppi, che si chiamano: Non andiamo a votare, Non andiamo più a votare, Basta! Alle prossime elezioni non andiamo più a votare, Riprendiamoci la nostra dignità, non andiamo più a votare.
A parte il fatto che, in queste condizioni, si fa solo un favore alla P2, al regime capitalista parassita, ai boiardi di Stato, agli speculatori che non fanno nemmeno la denuncia dei redditi.
Credono di fare la rivoluzione con la scheda bianca o il non voto?
Credo che lo spappolamento di massa dei cervelli abbia compiuto la sua opera, siamo al capolinea.
Pensavo di avere toccato il fondo con il berlusconismo, era solo una tappa, andremo ancora più a fondo.
La soluzione non è l’antipolitica, non è un movimento gestito come una monarchia, il problema è l’obiettivo da combattere: il politico ladro, corrotto ed il capitalismo finanziario e parassita. Non la politica.
Domanda a Monti ed a tutti noi con una premessa, lasciando perdere i motivi che elenco da mesi per i quali, secondo me,  gli investitori stranieri non vengono in Italia ed esposti prima nel post ed arrivo alla domanda:
perchè gli investitori stranieri dovrebbero accorrere in Italia, dopo l’abbattimento dei diritti e dell’art. 18 che secondo Monti e la Fornero bloccavano gli investimenti degli stessi, quando basta un pc e da un paese qualsiasi del mondo puoi tranquillamente investire, speculare, fare il parassita con i nostri titoli di stato senza nemmeno un dipendente, un capannone, una linea telefonica, chiedere l’allacciamento di gas e luce, i permessi e tutta la burocrazia che ci vuole per aprire un’impresa?
Solo un cretino farebbe una cosa del genere e Monti lo sa, perchè è un campione del capitalismo finanziario, bancario e parassita come la Goldman Sachs. E’ uno che viene dalla Bocconi, le sa queste cose. 

 

Annunci

2 Risposte

  1. Non dire esalare l’ultimo respiro, che se no si ricordano che c’è ancora l’aria da tassare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: