Bersani comprati un taxi, o una farmacia, vedrai che Monti e la Fornero si piegheranno come giunchi al vento.


Il governo della borghesia parassita e speculatrice si dimostra  quello che mi aspettavo che fosse, forte con i deboli e debole con i, poteri, forti delle lobbies.
Hai visto come sono stati veloci mel tagliare le pensioni? Per equità, sbandierata ma mai frequentata, mi aspettavo una bella patrimoniale per quel famoso 10% di italiani che hanno nelle loro mani, banche o palazzi, il 50% della ricchezza nazionale.
Possono dormire sonno tranquilli, i parassiti, e continuare ad esportare valuta all’estero per cautelarsi nel caso ci fosse una rivolta di piazza.
Su questa ipotesi li posso tranquillizzare io, non ci sarà, e non lo dico perchè sono il capo branco delle pecore, sono uno dei tanti che scrive e parla per niente da decenni, lo dico perchè la maggioranza degli italiani non ha ancora l’acqua alla gola e manca della percezione dell’ondata in arrivo che travolgerà anche loro.
Per il momento sono ancora impegnati con la farfallina della Belen, il campionato di serie A e la champion. A Napoli non si parla più di rifiuti ma dei tre gol rifilati al Chelsea, impresa che è finita in prima pagina persino su Il sole 24 ore.
Come hai detto che il si del Pd non è scontato , dopo l’affermazione di Monti  che il treno del governo non è la locomotiva di Guccini  lanciata a bomba contro l’ingiustizia ma andrà comunque avanti lo stesso contro i sindacati ed i diritti, anche la Fornero ha tirato fuori le unghie: Il si del Pd non è scontato? Andremo avanti lo stesso.
Io mi auguro solo una cosa e non scherzo, mi auguro che procedano a tutta velocità come da loro dichiarato e si schiantino contro il muro dell’equità, della decenza, della giustizia e che facciano una sola fermata per fara salire sulla locomotiva anche la Marcegaglia, per vedere l’effetto che fa.
L’ unico modo per essere ascoltati, coccolati, protetti, da questo governo delle banche , delle grandi famiglie borghesi ed imprenditoriali è comprarsi un taxi o una farmacia, magari con il logo del Pd, ed ecco che miracolosamente la liberalizzazione sbandierata a difesa del consumatore si inceppa come l’Ici del vaticano.
Le minacce del governo diventerebbero aria fritta e tutto rimarrebbe come prima.
Oppure si potrebbe provare un’altra strada, più complicata, Landini dovrebbe iscrivere tutti i lavoratori della Fiom al sindacato dei tassisti o dei farmacisti ma non so se lo Statuto della Fiom lo prevede.
La Cgil, ed anche gli altri sindacati, devono smetterla di difendere i lavoratori tanto non capiscono niente, se va male se la prendono con il sindacato e se va bene è stato bravo il governo e qui voglio essere più chiaro.
Tolto lo zoccolo duro del lavoratoti politicizzati e sindacalizzati gli altri sono tutti parassiti per i quali il sindacato viene buono quando c’è qualche vertenza o licenziamento di massa, non partecipano ai dibattiti, non fanno sciopero e guardate che non è una novità, avveniva anche negli anni 70 quando si riempivano le piazze e già allora molti lavoratori utilizzavano le giornate di sciopero per allungare l’ weekend al mare, vendemmiare o mietere il grano nella campagna dei genitori.
Gli stessi che non partecipavano alla lotta erano in prima linea nella critica ai sindacati, accusavano i sindacati di nepotismo alla Bossi e di losche macchinazioni a danno dei lavoratori mai provate, mai documentate.
La propaganda diffamatoria del regime capitalista contro i sindacati va avanti da oltre mezzo secolo sino al punto di far scrivere dalla destra che il sindacato è una casta pagata dai contribuenti, una bestemmia, come è falso quello che mettono nelle teste del popolino imbecille che la Cassa integrazione è un merito del governo, magari quello di Berlusconi, e non un fondo di lavoratori ed imprese per superare i momenti di crisi. Imprese e lavoratori hanno visto meglio e più lontano della politica.
Al sindacato si iscrive solo  il lavoratore che ritiene giusto iscriversi, non è obbligatorio tanto è vero che ci sono migliaia di aziende piccole e grandi dove il sindacato non c’è.
Quando i lavoratori non iscritti al sindacato vengono toccati sul vivo allora, solo allora, si ricordano che esiste un sindacato e chiedono aiuto, mai rifiutato da nessun sindacato.
E qui, oltre al danno arriva la beffa, nel senso che è ovvio che il sindacato per darti copertura legale ti chieda l’iscrizione, costa molto ma molto meno che prendersi un avvocato in proprio, ed è qui che oltre al danno economico per il sindacato arriva la beffa.
Se vinci il sindacato è bravo, se perdi il sindacato è parassita, non fa niente di buono e pensa solo ai suoi interessi.
Questi sono la maggioranza dei lavoratori italiani, sono solo dei tifosi e se la squadra del cuore vince il merito è loro, se perde sono tutti venduti che non amano la maglia e dovrebbero andare a lavorare.
Camusso, Bonanni, Angeletti, vi metto sullo stesso piano anche se non è così, voi siete per la destra e per la maggioranza dei lavoratori una casta ed allora fate la casta come si deve ed invece di tutelare i lavoratori, irriconoscenti, tutelate gli investitori che se non altro leggono i giornali e vi saranno riconoscenti.
Quando vedo un lavoratore che invece di chiedersi cosa ha fatto il padrone sbraita, offende, attacca il sindacato e si chiede: cosa ha fatto il sindacato per noi?
Quello che gli hai permesso di fare in decenni di indifferenza e di non partecipazione, quando girava bene e ricevevi i rinnovi di contratto ed i relativi aumenti grazie alla lotta dei tuoi compagni alla quale non hai mai partecipato.
Il sindacato è come un partito, ha la forza degli iscritti che ha e non ha potere di legiferare ha solo quello della contrattazione e la maggior aparte delle volte, la massa, non sa e non vuole sapere nemmeno di cosa si discute.
IL governo della destra negli ultimi 18 anni ha goduto di una maggioranza forte, compatta, ed i cittadini che hanno risentito delle ruberie, del mancato rispetto della Costituzione, della mancata equità della P2 dei fascisti e della lega al potere se la sono presa con l’opposizione ed in modo particolare con il PD, hanno fatto scomparire la sinistra dal parlamento, questo è avvenuto anche per colpa sua dividendosi in decine di rivoli senza unità, hanno votato centrodestra e quando si sono accorti del fallimento hanno dato la colpa all’opposizione.
Temo che l’ignoranza della maggior parte degli italiani faccia ancora la parte del leone e non solo in Italia, Grecia e Spagna non sono messe meglio visto che vanno a destra e poi manifestano in piazza, come se la destra l’avessero votata i fantasmi, ed allora mi viene da pensare che siamo un popolo per il quale non vale la pena di impegnarsi o sacrificarsi e quindi invito i sindacati a difendere gli investitori ed i parassiti e Bersani a comprarsi un taxi o una farmacia, solo in questo modo potrà avere l’attenzione, il rispetto e l’ascolto da parte del governo dei banchieri e dei parassiti.
Io me ne frego dei loro redditi on line, mi preoccupo delle mie spese , delle mie bollette e del fatto che ho un figlio di 40 anni che per lavorare ha dovuto farsi la Partita Iva, individuale, un cappio al collo al quale sono appesi milioni di italiani.
La Marcegaglia, anche se è più giovane di me, è rimasta ai tempi dell’Alfa Sud  costruita con i nostri soldi, dello stato, presso la quale hanno assunto in modo clientelare e l’assenteismo era alle stelle, si mettevano in malattia e lavoravano nel negozio di famiglia, nella bancarella del mercato o quant’altro e l’assunzione in fabbrica serviva per la malattia e la pensione.
Queste cose il sindacato le ha sempre denunciate e chi ha pagato per queste clientele spudorate è stato il lavoratore onesto ed il sindacato.
Il lavoratore ladro, assenteista, pelandrone ha fatto sempre e solo il gioco del padrone, il ruffiano, il delatore e quando andavi a trattare serviva al padrone per negarti il dovuto per via del fatto che molti non facevano il loro dovere ed erano un costo.
Certo che i fannulloni sono un costo ma la Marcegaglia dimentica di dire che sono un costo per i colleghi e non per il padrone , sono i colleghi devono farsi il culo anche per loro come è successo a me.
Un giorno, io sono piccolino ma ero talmente incazzato che ho appeso ad un ponte per alzare le auto uno più grande di me, e gli ho detto: paraculo tu credi di metterlo nel culo  al padrone facendo il parassita e imboscandoti ma lo metti nel culo a noi perchè dobbiamo fare il lavoro anche per te e per garantirti lo stipendio che rubi.
Da quel giorno tutti vigilavano sui colleghi e nessuno si è più nascosto o imboscato.
Siamo noi che creiamo la ricchezza sull’investimento dell’imprenditore, siamo il valore aggiunto ed è sulla nostra forza lavoro che vengono scaricati i costi.
Quindi, la Marcegaglia,  ha fatto un doppio autogol, i parassiti fanno il gioco del padrone.

Lavoro, Fornero: avanti anche senza partiti Bersani insiste: ci sia accordo e Pd darà l’ok

 

Annunci

6 Risposte

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. […] quel famoso 10% di italiani che hanno nelle loro mani, banche… Continua a leggere la notizia: Bersani comprati un taxi, o una farmacia, vedrai che Monti e la Fornero si piegheranno come giunchi … Fonte: […]

  3. Ciao, Nat. Perfettamente in linea con ciò che hai scritto.Mi piace sottolineare l’arroganza fascista di Monti e della Fornero nei confronti delle parti sociali che significa solo nei confronti dei sindacati e come è stato subito facile per Monti calarsi le braghe nei confronti della lobby dei tassisti e dei farmacisti e come l’IMU sugli immobili commerciali del Vaticano sia stata rimandata a data da stabilire, cioè mai.
    Esattamente come Berlusconi anche questo governo dei sedicenti tecnici sta portando i cittadini tartassati all’esasperazione. Io spero che sia la rivolta popolare a spazzare via governo e partiti reggicoda che si stanno preparando a fare la “grossa coalizione” per continuare a fare i loro porci comodi tra ladri, corrotti, corruttori e delinquenti. Bisogna spazzarli via prima prima. Solo Bersani fa finta di fare resistenza ma continua ad inciuciare col Pdl che, intanto, fa gli incontri separati con Monti per ricevere la “linea” da seguire che tenga al riparo la loro “Roba” e mandando in TV Gianni Riotta a fare da pompiere persino con Augias che non è certamente un rivoluzionario anche se, come te e me, fa un’analisi corretta sulla delusione che ci ha procurato Monti ed il suo governo che difende e tutela solo gli interessi di quel 10% che, non dimentichiamolo, possiede il 50% delle risorse economiche del Paese mentre l’altro 90% deve vivere con il restante 50% che continua ad essere eroso perchè paga da solo almeno l’80% delle tasse dirette con l’Irpef e quelle indirette sui consumi, le più odiose perchè uguali per tutti, ricchi e poveri.

    • Ho visto anch’io Riotta da Augias, dalla discussione e dalle domande, intelligenti, dei ragazzi non è venuto fuori il vero problema che è sul piatto, il capitalismo. Cercare di migliorare una cosa che è marcia e corrotta da più di 100 anni, invitare i giovani a protestare ma non con violenza significa solo inibire l’unica strada che abbiamo per demolire il Dio profitto, la speculazione e lo sfruttamento di esseri umani.
      Ma quale pace sociale qui si deve dare fuoco al pagliaio e se brucia anche la stalla pazienza, tabula rasa è l’unica speranza.
      Se non abbiamo ancora la pancia toppo piena.
      Tutti i giorni scriviamo delle stesse cose sperando che ci sia una reazione, un segno di vita da parte di chi vuole un futuro più equo e democratico.
      Bersani è una brava persona e si espone, ci mette la faccia, qualcuno trama alle sue spalle ed altri, IDV ed i partitini comunisti, sperano di rubargli le briciole quando gli verrà presentato il conto per il suo coraggio. Da anni parla di lavoro e di lavoratori e noi stiamo qui a vedere cosa ne pensa Veltroni e cosa ne pensavano, prima, la Binetti e Rutelli.
      Che vadano affanculo tutti e per primi gli indignati che danno i numeri appena parli di sinistra.

  4. Le lacrime della fornero a questo punto, si capisce che erano di felicità, visto che riusciva a mantenere tutti i suoi benefit. che ti devo dire hai ragione e non c’è modo di farlo capire. c’è un qualcosa che non scatta nel cervello e non c’è verso di farlo ragionare, eppure mi sembra elementare come si fa ad andare a destra se veramente a sinistra non ci si è mai andati veramente. potrei anche capire gli spagnoli possono avere un dubbio, ma italiani e greci non hanno possibilità di avere dubbi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: