Stavo giocando al burraco quando ho sentito un coro dalla strada, arrivava da Varese, si è sentito sino a Milano: Cosentino, ricordes de nù.


Non avevo ancora acceso la radio, su Radio Popolare ma non ho dovuto andare sul sito dell’Unità o Repubblica per leggere le ultime: la lega ha salvato Cosentino.
Sui radicali non ho mai avuto dubbi e le mie certezze le ho espresse sin da ottobre quando Pannella è stato a cena da Berlusconi  e si è venduto anche il culo per avere i finanziamenti per Radio Radicale.
Se avesse avuto la passera gli avrebbe dato anche quella anche se mi risulta che sia un esperto di karaoke, potrebbe competere con Noemi e Ruby la bocca del deserto, ma non credo che Silvio apprezzi il genere gli piacciono femmine e fresche ancora con il profumo del latte.
L’errore l’ha commesso il PD quando ha visto che Capezzone è passato al pdl ed ha pensato che i radicali rimasti, liberi, ha pensato che fossero i migliori e li ha messi in lista.
Oggi ha scoperto che i radicali liberi sono quelli di Radio Radicale simpatizzanti della camorra, il finanziamento è arrivato puntuale e loro hanno provveduto al pagamento della prima rata, forse siamo già alla terza.
Comunque Pannella mi fa schifo da quando avevo vent’anni ed era già in pista, figuriamoci adesso. Tra l’altro pubblicavo nel sito dei radicali ma, da qualche mese, non posso più.
Hanno cambiato il sistema,credo, oppure hanno iniziato a leggere i miei post dove scrivevo da tempo queste cose.

Lasciamo perdere e passiamo alla lega di lotta e di opposizione che ha sputtanato Maroni e darà luogo ad incendiare ulteriormente l’ambiente  leghista.
Maroni ha detto che la base non capirà, lo tranquillizzo io hanno capito gli investimenti in Tanzania, mentre loro si tassano per pagare le spese delle sezioni, figuriamoci se non capiscono l’appoggio ad un camorrista proprio adesso che la camorra investe nel nord, in casa loro.
Infatti si sono subito radunati in piazza, non so se a Varese, Gemonio o Pontida, quello che è certo è che ho sentito forte, distintamente, potente uno slogan che credo ripeteranno ogni volta che faranno il rito dell’ampolla:
Cosentino!!!! Ricordes de nù!!!
Certo che ne è passata di acqua dal Po dai tempi in cui davano la caccia al terrone, al mafioso, al camorrista ed a Roma ladrona ed i tempi sono cambiati anche per l’Umberto.
Prima Borghezio andava a caccia di negri, adesso, investono in Tanzania. Prima gli davano al terrone ,a fioso adesso salvano un camorrista.
Che strano effetto fa la poltrona, i danè, le mazzette e gli affari.
La base capirà Bobo, non ti preoccupare, c’è da finire la pedemontana e ci vogliono i camion del movimento terra, magari con un presentino.
Cosentino, ricordes de nù perchè, siamo razzisti, ma l’odore dei soldi fa passare tutto.
Anche lo schifo che avete fatto oggi.
Adesso la secessione fatela con la camorra, loro hanno le armi non i fucili delle giostre che ha l’Umberto.
Ed il conduttore di radio campania libera dà del cretino e dell’ignorante al leghista che si lamenta. 

Annunci

3 Risposte

  1. […] è stato a cena da Berlusconi  e si è venduto anche il culo… Continua a leggere la notizia: Stavo giocando al burraco quando ho sentito un coro dalla strada, arrivava da Varese, si è sentito … Fonte: […]

  2. che post, chapeau!..
    (m’hai ricordato che devo cancellare qualche radicale amico per caso su Facebook)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: