Per me il bandito non molla, i suoi problemi non sono la crisi e l’Italia, sono le sue aziende e la giustizia. Punta i piedi, dobbiamo vedere quanti vorranno affondare con lui.


Non si è mai visto che un premier dimissionario detti le condizioni sembra un dittatore al capolinea che vuole trattare l’uscita di scena garantendosi la libertà in uno stato complice come successe nel caso di Marcos, dittatore delle Filippine che riparò alle hawaii.
Solo che lui ha la pretesa di avere le garanzie qui, nel Paese che ha distrutto, perchè dell’Italia se ne frega, condiviso in questo dalla lega forcaiola e secessionista, della crisi ancora meno in quanto ha accumulato, sappiamo come, ricchezze esagerate  i suoi interessi sono le sue aziende, i suoi eredi e, ancora più importante, i suoi problemi con la giustizia.
A questo punto perchè si dimetta, sempre che lo faccia, dovremo vedere quanti dei suoi mercenari sono disposti ad affondare con lui o a salvare il Paese dalla rovina.
Questo è un piduista che ha sempre avuto come obiettivo lo sfascio dello Stato e l’accumulo di ricchezze, affari illegali o al limite della legalità, l’attacco allo Stato ed alla democrazia che era il progetto primario della P2.
Sintomatica la pretesa che non venga toccata la legge elettorale, curiosa la proposta di nomi in alternativa a Monti e butta lì il nome di Alfano, un pupo nelle sue mani, o Dini un trasformista che fa concorrenza a Brachetti, solo che Brachetti è un artista, Dini è solo un trasformista.
La lega ha solo interesse a giocare allo sfascio, la base ha capito che il fondatore ed i suoi sodali hanno pensato solo ai loro interessi e adesso giocano la carta dell’opposizione per recuperare un po’ di credibilità sperando che la base abbocchi come ha fatto per 25 anni.
Finchè non esce il comunicato ufficiale dal Colle io non ci credo, mi auguro solo che, se si dimettesse, l’opposizione usi tutta la responsabilità che ha verso il Paese e tiri fuori un minimo di dignità e di etica necessaria a  mettere a lato gli interessi di parte e si faccia l’interesse del Paese.
Impegno massimo contro la crisi, patrimoniale e nuova legge elettorale se questo sarà l’obiettivo potremmo dire di avere una classe politica responsabile e non una casta disinteressata al Paese.
Altre vie non ce ne sono.
Le sue aziende in borsa hanno dimezzato il valore, ne hanno ancora tanti, ma quello che lo preoccupa di più sono i processi, senza lodi, senza scudi, senza voti ridicoli che offendono l’intelligenza degli italiani può anche darsi che sia venuto il momento che saldi il conto con la giustizia. Senza impedimenti.
Io voglio vedere la carta con la firma sulle dimissioni, dopo ci crederò.
Questa volta, nel mercato degli acquisti parlamentari, si giocherà tutto, sino all’ultimo centesimo ed alle sue puttanelle non rimarranno nemmeno le briciole.
Spero solo di sbagliare, in toto, che abbiano ragione gli ottimisti. 

Annunci

10 Risposte

  1. …solo ed unicamente mercoledì pomeriggio, quando le azioni Mediaset hanno avuto un mega tracollo ( -12% non è robetta da poco!), ha capito la necessità di un passo indietro o a lato. Non perché l’Italia fosse in pessime acque o altro, ma solo per le sue tasche.

    Come dici, finché sarà libero di condizionare pesantemente con i suoi giornali, telegiornali e i suoi servi non saremo fuori dai guai. Non ha alcun timore di provocare disastri, se questi gli possono dare un mano per riprendere il potere.

    O.

  2. Io non conosco la politica, ma mi chiedo seriamente: oggi chi è che ha la capacità di guidare l’Italia?

    Abbiamo bisogno di aria fresca, di nuove persone che siano in grado di fare gli interessi della gente, di fare riforme tenendo in considerazione le fascie più deboli.

    C’è tanta ingiustizia, chi ha tanto e chi… niente.

    Senza dimenticare chi aveva risparmiato tutta la vita per affrontare meglio gli anni del tramonto, ma si è vista sparire il proprio conto proprio dalla banca che doveva conservare bene i risparmi.

    Mi chiedo:
    Quale rispetto e credibilità può avere questo Governo se di fronte alle gravi accusa formulate da Innocenza Maria e inviate ai Ministri Tremonti e Alfano sulla Banca San Paolo IMI, gli stessi Ministri tacciono.

    Per quale motivo i Ministri hanno taciuto sul fatto che San Paolo IMI ha nascosto il c/c 10/645629 alla Magistratura di Ragusa?

    Il Governo attuale, per avere il rispetto, deve dare delle risposte di fronte a situazioni molto pericolose, quali il diritto alla tutela dei propri soldi di chi ha un conto corrente.

    Il silenzio di Tremonti su questa vicenda è molto inquietante!

    Ma chi è che ha governato veramente l’Italia?
    Damiano Nicastro

  3. […] di avere le garanzie qui, nel Paese che ha distrutto, perchè… Continua a leggere la notizia: Per me il bandito non molla, i suoi problemi non sono la crisi e l’Italia, sono le sue aziende… Fonte: […]

  4. Noto che anche tu hai gli stessi timori che io ho espresso subito, lo stesso pomeriggio quando il caiNano scese dal Quirinale avendo lasciato al Capo dello Stato solo LA PROMESSA che si sarebbe dimesso.
    Oggi pomeriggio quella promessa giungerà a scadenza e vedremo se sarà mantenuta, anche se siamo consci che il soggetto non ne ha mai mantenuta una con nessuno anche se oggi, come anticomunista, ha ottenuto la solidarietà e l’apprezzamento di Putin. “Asinus, asinum fricat” dicevano gli antichi romani. L’asino cerca l’asino, cioè i simili solidarizzano tra loro come fanno di solito i delinquenti.
    Se, ma io continuo a dubitare, oggi pomeriggio raggiungeremo il primo obiettivo, subito dopo porremo all’attenzione gli altri problemi connessi.
    Ricordi che avevo scritto che accettavo scommesse? Nessuno mi ha sfidato e, nei giorni scorsi, anche molti giornalisti ed economisti hanno dimostrato di avere i miei stessi timori, anche pubblicamente, come è successo da Santoro giovedì scorso.
    Anche Fini, che dovrebbe conoscerlo meglio degli altri interlocutori, non ha dimostrato in merito molte sicurezze.
    Per qualche ora ancora possiamo solo sperare!

    • Io ho un imbecille personale, del quale non pubblico i commenti, che mi conferma, costantemente, come un delinquente del genere abbia potuto reggere 18 anni, e non sappiamo ancora se è finita.

  5. C’è poco da fidarsi del nano.
    Chi ci dice che accetti di dimettersi, che non ceda alla tentazione (anche un po’ senile) di “appelli al popolo” o altre cagate, che non invochi golpe o gesti di forza?

  6. Non credo, “Faunita” che oltre ad un appello al suo elettorato ormai straridotto all’osso possa permettersi altro come gesti di forza. Di Salò ce n’è stata già una e poi sono finiti a Piazzale Loreto! Lui questo lo sa e, come tutti i vigliacchi, ci penserebbe bene prima di finire contro una cancellata.
    Comunque grazie per las stima che hai dei “vecchi”. Io ho un anno più di lui! Ma sono un comunista!

  7. MA è un incubooooooo!!!
    Ma quando se ne va???
    Alloraaaaaaaa??
    Non se ne può più!!
    (scusate lo sfogo…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: