Tutta la politica,la finanza, banche e Confindustria contro il referendum indetto da Papandreu. Immaginate se lo facessero gli altri, Berlusconi.


Probabilmente il referendum che Papandreu sottoporrà ai greci riguarderà la permanenza della Grecia nell’Eurozona.
In parole povere se accettare i dictat della Germania e della Francia sui sacrifici da imporre al popolo greco.
Saranno disposti i greci in nome dell’unione europea a sacrificarsi sino allo stremo per salvare le banche e mettere le toppe alle ruberie, l’evasione, e le speculazioni che la finanza ha prodotto con la complicità della politica mondiale?
Tema difficile, pensate se Berlusconi e Tremonti sottoponessero le loro manovre a referendum popolare, che risultato avrebbe dopo i massacri di scuola, sanità, servizi, pensioni, lavoro, licenziamenti , imponendoli agli italiani senza che abbiano nessuna possibilità di opporsi?
Dopo che hanno fatto lo scudo fiscale per i ladri al 5%, depenalizzato il falso in bilancio, aver favorito l’evasione fiscale più imponente d’Europa, mantenuto tutti i privilegi della politica, sperperato in auto blu ed aerei da caccia, neanche fossimo in guerra.
Dopo aver buttato miliardi di euro per un ponte sulle stretto che soddisfi la megalomania del caudillo piduista corruttore, puttaniere, evasore, antidemocratico e demolitore della Costituzione?
Dopo aver passato anni al governo a fare leggi che lo salvassero e lo proteggessero dalla Giustizia senza preoccuparsi minimamente dei problemi del Paese?
Hanno negato la crisi imputandola al catastrofismo della sinistra, alla propaganda odiosa verso Berlusconi, il salvatore della Patria, delle sue aziende ed in conflitto di interessi permanente.
Una maggioranza che si è preoccupata di votare solo ed esclusivamente quello che interessa al piduista e che è arrivata al punto di fingere che la Ruby Rubacuori, prostituta minorenne, fosse ritenuta dall’utilizzatore finale la nipotina di Mubarak  e le avesse elargito 46.000 euro in pochi mesi perchè non si prostituisse, agli altri?
Non solo non è la nipotina di Mubarak ma non si sono nemmeno resi conto che, se lo fosse, le avrebbero dato della prostituta.
Fortunatamente a Mubarak ci hanno pensato gli egiziani, ma non illudiamoci che pensino a sistemate anche Berlusconi.
Ce lo lasciano, volentieri, a noi ed è un problema nostro.
Purtroppo da noi la manovra pilatesca e ladrona che non tocca i ricchi, gli evasori ed i parassiti non verrà sottoposta a referendum.
Ci sara solamente imposta e pagheranno i soliti noti che da sempre tengono in piedi il Paese stringendo la cinghia mentre i ricchi nelle loro ville continuano imperterriti a dare le feste, balli, puttane e musica. 

Annunci

5 Risposte

  1. Se le banche sono alla ricerca del cittadino investitore, Le chiedo:
    il cittadino investe i suoi soldi nella banca, ma chi proteggerà in singolo cittadino nel caso la banca decida di fare “sparire” l’investimento, al punto di negare lo stesso investimento alla Magistratura?
    Le racconto una storia, la Signora Innocenza Maria Campo, consigliata dal proprio avvocato apre un conto corrente n. 10/645629 presso San Paolo IMI, dove vengono versate ingenti somme di denaro e parte di queste somme vengono investite su prodotti consigliati dagli stessi funzionari bancari. Un giorno (fine ottobre 2003) la Signora Innocenza Maria si reca in banca (io ero con lei) e chiede di avere un resoconto, ma in banca le dicono che ormai si deve rivolgere all’avvocato dove usa tenere la documentazione sugli investimenti e che a lei non possono dare nessuna informazione. La Signora protesta molto violentemente, grida che vuole il resoconto, supplica i funzionari bancari ma è inutile.
    Si rivolge ad un altro legale e presenta denuncia alla Guardia di Finanza nel dicembre 2003.
    A seguito del decreto emesso dal Magistrato, la banca nel comunicare le posizioni, non comunica il c/c 10/645629 che di fatto sparisce con tutti i soldi e investimenti.
    La Signora Innocenza Maria pur essendo anziana, non si arrende, presenta denunce, invia esposti-denuncia ai Ministri Tremonti e Alfano, alla Banca d’Italia, alla Consob, all’Adusbef e alla Banca San Paolo IMI, accusando la banca San Paolo IMI di avere omesso il c/c 10/645629 alla Magistratura di Ragusa, di non averlo riportato e che questi è sparito con tutti i soldi, ma nulla succede.
    Nemmeno a fronte di un’accusa così grave, San Paolo IMI risponde. E i Ministri non rispondono.
    A seguito della denuncia, un’indagata dichiara alla Guardia di Finanza di avere curato l’apertura del conto corrente 10/645629, ma il conto continua a non risultare dagli accertamenti della stessa Guardia di Finanza. Nonostante Innocenza Maria abbia depositato perizie calligrafiche redatte da un famoso perito capitolino e attestanti la falsa firma apposta in un assegno di lire 30.000.000 tratto dal c/c 10/645629, lo stesso conto che la banca omette riportare alla Magistratura di Ragusa.
    Innocenza Maria muore lo scorso agosto, e prima mi chiede di continuo che vuole sapere chi ha operato sul suo conto corrente e quali operazioni sono state svolte a sua insaputa da fare sì che la banca San Paolo IMI arrivi a non riportare il conto 10/645629 alla Magistratura di Ragusa.
    Mi chiede di continuare a chiedere anche dopo che non ci sarà più, perchè vuole Giustizia, ha sete di Giustizia. Ha anche inviato un ulteriore esposto all’Ispettorato generale del ministero di giustizia chiedendo del c/c 10/645629.
    Adesso io le chiedo, come ci si può fidare delle banche se neanche tutte le istituzioni interessate alla vicenda di Innocenza Maria, non sono riuscite in otto anni, a darle delle risposte?
    Questo può succedere a qualunque cittadino, e questo è molto grave.
    Damiano Nicastro
    Ho pubblicato dei video che spiegano meglio la vicenda su:
    1) http://www.youtube.com/watch?v=LpoR1bnJyv8
    2) http://www.youtube.com/watch?v=wyKOrRVLIoU
    3) http://pensareliberi.com/2011/10/28/cronache-di-un-conto-corrente-bancario-scomparso-nel-nulla-e-lomerta-della-magistratura/
    4) http://pensareliberi.com/2011/10/12/puo-sparire-un-conto-corrente-bancario-con-tutti-i-nostri-risparmi/
    5) http://www.youtube.com/watch?v=HPvC_VUsSoY
    6) http://www.youtube.com/watch?v=2QIg1BY6Cdc

    Sono Nicastro Damiano di Ragusa. Una grande banca ha fatto sparire il conto corrente numero 10/645629 di Campo Innocenza, la banca lo ha nascosto alla Guardia di Finanza ed alla Magistratura di Ragusa. Campo Innocenza di 78 anni è morta il 26 agosto 2011 dopo avere atteso per otto anni una risposta. Ha presentato numerose denunce, esposti ai vari Ministeri ed alla Banca d’Italia, il dottor Traini, dirigente della Banca d’Italia di Torino nel febbraio del 2010 ha detto a me che sarebbero intervenuti presso la banca in questione invitandola a chiarirsi con la cliente, ma questo non è mai avvenuto. Questo può succedere????
    Può una banca prendersi i risparmi di una vita e negare l’esistenza del conto corrente alla Magistratura senza che succeda nulla????
    La signora Campo Innocenza Maria ha scritto alla banca a cui ha anche inviato formale diffida, ma nulla è successo. La Banca San Paolo IMI il 10/08/2004 ha comunicato alla Guardia di Finanza che svolgeva le indagini, un solo conto corrente omettendo il conto corrente numero 10/645629, conto del quale è sparita ogni traccia con tutto il suo contenuto, e nonostante il dott. Roberto Traini della Banca d’Italia di Torino il 4 febbraio 2010 mi ha dichiarato che avrebbero come Banca d’Italia chiesto alla San Paolo IMI di chiarirsi con la cliente Campo Innocenza, la banca non ha mai risposto, mai. Campo Innocenza in una lettera del 1 aprile 2010 al Presidente del Consiglio ha scritto: “Onorevole Silvio Berlusconi, trova Lei possibile, che un conto corrente possa sparire con tutto il suo contenuto, e la banca ne ometta l’esistenza alla Magistratura senza alcuna conseguenza?” “Quali operazioni sono state effettuate a mia insaputa sul conto 10/645629? Dove sono finiti tutti i miei soldi? “.

  2. Papandreu si e ritirato indietro, pensavo che avesse le palle. questa e la dimostrazione che al’europa la demokrazia diretta non piace.

    • Forse l’hanno isolato, comunque ha sfidato la destra politico economica. Sono andati in bambola, avrebbe creato un precedente che le banche non avrebbero retto.

  3. Nella trasmissione PRIMASERATA il Presidente ABI Giuseppe Murrari alle 21:30 ha dichiarato con enfasi che i soldi nei conti correnti, sono al sicuro.
    Ha detto una cosa non vera, assolutamente non vera!!
    Presidente Murrari, dov’è finito il conto corrente di Campo Innocenza Maria n. 10/645629 di Intesa San Paolo ??
    E’ ancora in essere ?? Che tipo di operazioni vi sono transitate ??
    Quale Presidente dell’ABI lo sa?
    I soldi depositati sui conti correnti non sono affatto al sicuro, lo dimostra quanto successo:
    la Magistratura di Ragusa in data 8 marzo 2004 emette decreto ed ordina la comunicazione entro 10 giorni, di qualsiasi rapporto intrattenuto tra la signora Campo Innocenza Maria e gli Istituti e Agenzie di Credito.
    Il 10/08/2004 San Paolo IMI non riporta il conto corrente n. 10/645629, il quale sparisce con il suo contenuto.
    In tutti questi anni, Innocenza Maria ha chiesto, inviato diffide alla Banca San Paolo IMI, presentato denunce, inviato esposti alla Banca d’Italia e al Ministro dell’Economia Giulio Tremonti, ma nessuno mai le ha dato una risposta su dove sia finito il c/c 10/645629 e dove sono finiti tutti i soldi.
    Questi sono fatti.
    Presidente Murrari, non è bello far credere agli Italiani che i loro soldi sono al sicuro perché nelle mani delle banche, bisogna dire la verità!
    Damiano Nicastro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: