Io faccio satira e qualcuno mi prende sul serio. Non lo faccio nemmeno io,ma ho provocato l’indignazione popolare.


 Ho pubblicato una stupidata su ok notizie e su facebook, una notizia molto seria alla quale ho aggiunto quello che basta per disinnescarla con ironia.
Pensano a tagliare le pensioni ma, 29 miliardi di euro per navi, caccia, bombardieri ed elicotteri. È ora di tagliare la spesa, quella militare. Almeno li comprassimo per bombardare il governo, la maggioranza.
Io ho messo le prime sei parola e le ultime nove, era evidente il sarcasmo, l’ironia, il tentativo di metterla in burla per non diventare un terrorista ed ammazzarli uno per uno solo per la faccia tosta che hanno nel continuare prenderci per il culo, almeno lo facessero solo con i loro elettori pidiellini e lega.
Uno mi ha lasciato un commento: Basta esercito e missioni all’estero. Reimpieghiamo i soldati nella forza pubblica. O pula o caramba o gdf. punto!
E’ più forte di me, quando leggo certe cose mi rendo conto come ci ha ridotti la propaganda del regime, la paura che sono riusciti ad iniettare nella massa, per giustificare il ritorno al fascismo con la scusa della sicurezza e dell’ordine pubblico.
Allora gli ho risposto: hai dimenticato i black bloc, stiamo ancora usando quelli di Genova.
Forse sono troppo ermetico, è tutto nella mia testa e non riesco ad esporre il concetto come si deve, mi frega il gusto per la battuta che deve essere secca, diretta, concisa.
Con la risposta intendevo dire che per avere l’ordine ci vuole prima il disordine ed infatti, polizia, carabinieri, guardia di finanza, vigili urbani armati, ronde padane, fanno tutte parti del teatrino della paura che questo governo porta avanti da diciotto, 18 per i leghisti bottegai che conoscono solo i numeri, anni cercando, e trovando, il consenso della massa per avviarci verso il regime.
Infatti, per creare il disordine, spingere l’opinione pubblica verso il regime, un nuovo fascismo, ci vogliono i corpi speciali che creino il disordine.
Quatto pirla esaltati da stadio non bastano, ci vogliono i corpi speciali ed organizzati da infiltrare nelle manifestazioni pacifiche e creare distruzione e panico. I black bloc servono a questo.
Micidiale Corrado Guzzanti nella parodia del massone quando dice alle forze dell’ordine: non facciamo casino, chi fa il black bloc non può fare il poliziotto o viceversa. O si fa uno o si fa l’altro, si deve decidere prima che cosa si vuole fare.
Io penso che, più o meno, sia proprio così, che siano organizzati, aiutati e tollerati dal sistema per discreditare qualsiasi manifestazione pacifica contro il governo, servono alla propaganda ed ad alimentare l’indignazione e la paura nelle masse per stringere la vite della libertà e della democrazia.
Faccio ironia, satira, scrivo supercazzole perchè tanto non serve a niente scriverne seriamente, buona parte degli italiani abboccano ancora alle cazzate di Maroni, Gasparri, Cicchitto, La Russa e per non farmi il sangue marcio la butto nel ridicolo, tanto questo Paese non merita altro che essere preso per il culo.
Se avessi fatto un discorso serio sui miliardi gettati al vento per le armi e le missioni di “pace”  mi avrebbero detto, che c’entra questo con le pensioni, con la riduzione dei politici, con le banche in crisi e tutto il resto?
Dai, compriamo le bombe intelligenti e poi inseriamole nel cervello dei vari Scilipoti della maggioranza, avremo una classe politica migliore, leggermente, di chi li vota. 

Annunci

3 Risposte

  1. […] per bombardare il governo, la maggioranza. Io ho messo… Continua a leggere la notizia: Io faccio satira e qualcuno mi prende sul serio. Non lo faccio nemmeno io,ma ho provocato l’in… Fonte: […]

    • Ho impiegato un po per capire come “funziona” un blog wordpress in fatto di commenti, voti ai post e condivisione degli stessi… eppure, giuro, non sono leghista e non ho mai votato pdl. Devo preoccuparmi? Forse, no. Non ero mai stato in un blog di questa piattaforma. Comunque, ne ho approfittato per leggere alcune delle tue riflessioni.

      Non mi sembri “ermetico” ed il tuo gusto della battuta aiuta il lettore a capire, con la giusta dose di ironia. Altrimenti, a guardare ciò che avviene intorno a noi, c’è da rischiare la depressione acuta.

      Nei miei ultimi 3-4 post, all’inizio della riflessione che propongo, ho inserito una frase di un colloquio preso dal film Matrix. Perchè? Perché, come hai espresso anche tu “…buona parte degli italiani abboccano ancora alle cazzate di Maroni, Gasparri, Cicchitto, La Russa…” ed io ci aggiungerei pure la Gelmini di ieri sera a Ballarò o il Cainano delle risate internazionali, senza rendersi conto che stanno vivendo una realtà “costruita” intorno a loro, falsa, ingannevole ma, soprattutto, che li trasforma in strumenti a disposizione di un “potere” che sta stravolgendo le nostre vite.

      Si, forse i nostri politici hanno bisogno di “bombe intelligenti” installate nei loro miseri cervelli ma rimarrebbe, come anche tu ricordi, il problema di chi vota.

      • Carlo ho aperto un blog su Splinder il 17 maggio del 2007, Slash era il nome del mio cagnino ed io, non sapendo l’inglese, l’ho usato come nik scrivendo Slasch16. 16 erano i suoi anni allora.
        Detto questo ci ho messo 4 anni per capire come funziona Splinder, mi sono comprato uno spazio e poi l’ho mollato perchè ne aveva sempre una, mi veniva l’esaurimento, e nessuno che avvisasse che c’erano problemi.
        A marzo ho aperto questo su wordpress, tutto in inglese e mi salva la traduzione di google, sono convinto di utilizzarlo si e no al 20% delle sue potenzialità, ho perso un sacco di contatti ma ho voluto lanciarmi nell’avventura da pensionato neofita di internet e di pc.
        Forse avrei bisogno anch’io di una bomba intelligente nel mio cervello per imparare ad usare questo strumento.
        Pensa che ho un figlio che lavora nel settore ma, mi faccio onore, del fatto di non chiedergli mai aiuto se non per cose inerenti al pc.
        Io ci cazzeggio, qui, lui ci deve campare con queste cose.
        Detto questo è molto più importante l’ “intelligenza” applicata alla vita che allo strumento che si fa usare da tutti ma non cambia i cervelli.
        Web o non web rimane sempre il problema di chi vota, hai ragione.
        Ciao e grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: