Facciamo ridere tedeschi e francesi e lui non ha barzellette su di loro che ci facciano ridere. Però c’è anche chi fa pena, i suoi elettori e la lega.


 I titoli dei giornali di oggi, in merito alla riunione dei paesi europei, vanno dal facciamo ridere, Italia umiliata, ultimatum della Ue, e via di questo passo e nel web c’è un video che mostra la smorfia di Sarkozy Quando gli hanno chiesto se hanno fiducia del governo italiano, che nei fatti significa in Berlusconi, partono le risate loro e dei giornalisti.
.
Fortunatamente non c’era lui, il piduista comico-patetico, anche perchè le barzellette su c’era una volta un francese, un tedesco e un italiano che…
Negli ultimi tempi  racconta solo barzellette sulle suore o sulle puttane, alcune riciclate , altre inventate da lui.
Io, e milioni di italiani, non faccio ridere nè uno, nè l’altra, noto invece che anche i fenomeni della politica sono impotenti nei confronti dell’economia parassita, delle banche e della speculazione.
Cero che mi brucia, lo si capisce, li abbiamo presi in giro per decenni sulle fesserie ma nelle cose serie ci fanno il mazzo, giustamente.
Sono vent’anni che il mondo ride alla nostre spalle, che si domanda come facciano gli italiani a sopportare un bandito del genere, che anche loro all’inizio hanno sottovalutato, le sue leggi ad personam, il suo modo di vivere ma in primo luogo la sua capacità di corrompere e sedurre con la sua potenza economica cresciuta a dismisura in pieno regime comunista italiano. Stando a quello che dice la sua propaganda.
Bene, se Berlusconi fa ridere noi abbiamo milioni di elettori che facevano ridere ancora di più, gli elettori del piduista e quelli della lega.
Ebbene si, noi pensavamo che i fanatici di Berlusconi fossero solo Vianello, la Mondaini, Rita Dalla Chiesa, La Zanicchi, Barbara D’Urso, qualche tronista, qualche  centinaio di zoccolette televise , le macchiette che hanno fatto il direttore, in questi vent’anni, del Tg1, Tg2, Studio Aperto, TG4, Tg4, i patetici pensionati che ballano dalla De Filippi e i tanti sostenitori che si manifestano nei fari forum dell’web, da ok notizie a tutti gli altri.
Mai avremmo pensato che ci fossero tanti Capezzoni in giro, tante cap e cazz, come dicono a Napoli, o tanti pirla come diciamo al nord.
Questi non fanno ridere, sono patetici e distruttivi perchè dietro la loro ignoranza e adulazione ci sono le migliaia di malavitosi, evasori, imprenditori, grandi e piccoli economicamente ma tutti della stessa ampia misura, nell’etica del malaffare e dei favori di scambio.
Solo il voto delle puttanelle che ha ospitato nelle sue ville, delle loro famiglie che gli consegnano le figlie a domicilio, dei fratelli che sfruttando la prostituzione della sorella si sono fatti un avvenire, di quelli che si sono dati da fare per procurargliele, di chi ha arredato le sale per il bunga-bunga e dei tassisti che le hanno scorrazzate avanti indietro per anni, basterebbe per vincere le elezioni in una cittadina da 100.000 abitanti.
Figuratevi che danno hanno fatto sommati tutti insieme, si potrebbe sintetizzare in una frase delle sue battone più famose: questo ci mantiene tutte.
Non lui il problema, lui è un malavitoso evasore, corruttore, privo di moralità e di etica non solo sul piano personale con i suoi amori a pagamento, che non ci interessa per niente, ma anche negli affari e nella politica.
Si è costruito un consenso di massa con la “cultura” imposta dalle sue televisioni.
Con due mogli e cinque figli, un divorzio,  frequentando prostitute a centinaia per anni, comprese le minorenni, raccontando la storia delle zie suore si è fatto passare dal Vaticano e dai vescovi come un difensore della morale cattolica affidandogli persino l’organizzazione ed i posto d’onore nella manifestazione a favore della famiglia cattolica, il Family Day.Nemmeno Fortebraccio, Luttazzi, Vauro , Il Male e tutti gli autori di satira che abbiamo avuto nel cinema, teatro e nei giornali, sarebbero riusciti ammettere insieme uno spettacolo così comico e nello stesso tempo dissacrate.
Noi abbiamo poco da ridere, abbiamo dei grossi problemi e tra questi l’ultimo  è Berlusconi, prima viene il parlamento dei scilipoti, dei corrotti e venduti, a seguire la malavita organizzata che con questo governo ha trovato soci, contratti e coperture. Abbiamo qualche milione di imbecilli che ancora si ostinano a difenderlo e giustificarlo, abbiamo monsignori che contestualizzano bestemmie, puttane, corruzione, evasione.
Abbiamo i leghisti che pur di mangiare una parte della torta, mantenere le poltrone ed espandere l’infiltrazione nell’economia economica statale, bancaria e regionale, si è mangiata lo statuto del partito che parlava di legalità e correttezza contro lo sfascio di Roma ladrona.
Votano tutto ed il contrario di tutto, i paladini della giustizia giudiziaria sono diventati i nemici dei giudici e non gli danno del mafioso come nel 1998, non parlano più.
Sono come le escort del piduista, hanno sempre la bocca piena, impegnata e non parlano più.
Eppur si muove, disse Galileo Galilei, altrettanto non possiamo dire del cervello dell’elettore pidiellino e leghista, al massimo cammina da bradipo.

Annunci

6 Risposte

  1. Non c’è alcun dubbio che lui è un caso clinico da molto tempo. Ma i suoi ministri e la sua maggioranza raccogliticcia al mercato delle vacche (e chiedo scusa alle vacche!) non se ne rendono conto? La loro presenza è una continua provocazione per il Paese!

  2. Ma pensando a un puttaniere, che racconta le barzellette ai summit, che fa il cucù alla merkel, che ha il lettone di putin a casa, che cosa ci si aspetta se non risate ?

    E non ho citato volontariamente neanche un fatto politico, solo quelli personali, per i quali i berlusconiani vanno tanto fieri del loro capo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: