Forse l’Umberto non si è reso conto che, in 25 anni, anche un leghista può imparare a leggere e scrivere, o usare il telecomando.


Per distrarre la base è tornato all’antico,nel disperato tentativo di distrarre la base dalle vergognose complicità con Berlusconi e tutti i suoi compari di affari o in odore di mafia, panzane sulla secessione, milioni di padani cornuti pronti alla rivolta, ed alle offese per chi ama il tricolore.
Ieri ci ha provato ancora: Chi espone il tricolore è un somaro.
Io sono uno di quelli, orgoglioso.
Faccio solo notare all’Umberto che, per adesso, l’unico somaro certificato e riconosciuto da tutta Italia è suo figlio che sventola, oltre che la sua ignoranza, la bandiera della lega.
Ma qualcuno del profondo nord, leghista della prima ora, si è accorto che Bossi predica bene e razzola male, non si ferma ai titolo ed alle figura della padania e si è reso conto che le menzogne della lega sono al capolinea che l’assorbimento dei vizi capitali della prima repubblica della democrazia cristiana e dei socialisti.
Hanno imparato a leggere e scrivere ed a usare il telecomando, forse qualcuno ieri ha visto Rai tre dove ospite dell’Annunziata c’era il ministro Romano, il ministro siciliano in odore di mafia che i loro rappresentanti 
in Roma ladrona si apprestano a salvare in parlamento. Da appassionati del cappio al collo per delinquenti e mafiosi, a complici dell’avvocato siciliano in odore di mafia. Un terrone, tra l’altro.Io non l’ho visto ma ho letto un articolo che racconta del campionario, nell’articolo fanno riferimento al Bignami, che il ministro Romano   rappresenta tutto ciò che il leghista tipo detesta, dal modo di parlare, dal suo essere siciliano, dalla sfrontatezza con cui ha risposto all’Annunziata quando gli ha ricordato che Alberto Provenzano, boss agrigentino per i leghsiti distratti, avesse il suo numero di telefono alla voce: Pronto pizza.
Ma sa, io sono un avvocato, milioni di siciliani hanno quel numero…
Vuoi vedere che Provenzano era un suo cliente a sua insaputa?
E’ inutile che l’Umberto viaggi nel profondo nord a parlare di secessione o ad offendere chi espone il tricolore, molti che hanno votato lega vogliono sapere come mai il loro partito, nato come bandiera della legalità, da una decina di anni protegge un piduista, i mafiosi e tutti i suoi amici corrotti o corruttori.
Sono entrati a tempo pieno a far parte di Roma ladrona? E Maroni, il nemico giurato dei mafiosi, che farà mercoledì suonerà il sassofono per distrarsi?
E’ tanto sicuro di essere salvato, il ministro Romano, che l’unica sua preoccupazione era per il suo Palermo, impegnato sul campo della Lazio.
Ha pareggiato, non sarà il massimo, ma è meglio assicurasi che mercoledì la vittoria sia garantita, forse è il caso che un accusato di mafia telefoni al ministro Maroni che i leghisti ritengono il nemico numero uno della mafia, e gli chieda un impegno scritto che la lega voterà per salvarlo.
Il Palermo ha pareggiato, Romano il siciliano  vincerà alla grande e la lega subirà l’ennesima sconfitta di questi anni.
Questo è il guaio, qualche leghista evoluto oltre a leggere la padania guarda la televisione, legge i giornali nel nel web e si rende conto delle panzane che raccontano Bossi, Calderoli, Maroni e compagnia bella contro Roma ladrona, secessione ed il tricolore sono tutte balle per i gonzi.
Ci sono dentro sino al collo e qualcuno se ne rende conto se la lega ha chiuso i suoi forum, siti, o come cavolo si chiamano per non farsi invadere dagli insulti dei militanti.
A noi viene da ridere, lo sapevamo già, ma loro sono incazzati di brutto.
Il bandito Berlusconi ha nominato Romano ministro per proteggerlo dalle imputazioni legate alla mafia.
Sino a prova contraria è innocente, per adesso, ma è l’atteggiamento di Berlusconi, Romano e dei leghisti al governo che è colpevole.
Se non sono mafiosi, sono dei fiancheggiatori, se impediscono che la giustizia faccia il suo percorso.
Questo deve spiegare Bossi ai suoi, non promettere una secessione che non avranno mai perchè saranno sempre minoranza, anzi se continua così saranno sempre meno, alle ultime elezioni di Milano hanno perso in due roccaforti, Rubattino ed il mio quartiere.
In tutti e due hanno perso circa l’8%, e non avevano ancora salvato Milanese e Romano, vedremo alla prossima quanto perderanno ancora.
Vorrei quasi che si facesse un referendum sulla secessione, per ridere di gusto per qualche mese.

Annunci

Una Risposta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: