Per ribattere alle cattiverie che emergono dalle procure di mezza Italia contro Berlusconi il Pdl ha deciso un’altra edizione di Una storia italiana. Aggiornata.


Berlusconi già nel 2001 era vittima di campagne di odio, di maldicenze a suo carico e la Mondadori con seimila tonnellate di carta, due miliardi e mezzo di pagine stampate, diede vita alla più splendida biografia che sia mai stata scritta, Una storia italiana, la vera storia del presidente del consiglio migliore degli ultimi 150 anni
Che ristabilisse la vera verità sulla storia dell’italiano più famoso al mondo, dopo Al Capone.
Volenti o nolenti la biografia dell’ unto dal signore fu infilata in ogni casella della posta esistente in Italia.
C’è chi l’ha imparata a memoria per non rischiare di trovarsi impreparati, nel caso venissero intervistati dal Tg4 o da Studio Aperto, e chi l’ha buttato direttamente nella differenziata.
Oggi, che dalle procure di mezza Italia riemergono le calunnie e le cattiverie contro il puttaniere che si sacrifica per noi dedicando il tempo perso, dopo aver visto anche il Milan, a salvarci dai comunisti  il Pdl, la Mondadori, il Foglio, Libero, il Giornale ed il Tempo, hanno deciso di stamparne una nuova edizione aggiornata e riveduta con le meravigliose imprese dello statista dal 2001 ad oggi.
La prima edizione, se qualcuno l’ha ancora nella libreria di casa tra i preferiti potrà verificare, era una cosa modesta, di 125 pagine, giusto il minimo per esaltare la storia d’amore della sua famiglia, un padre che è un esempio per le figlie ed un nonno premuroso e delle sue capacità di imprenditore che attraverso la corruzione e l’evasione ha costruito un impero.
La foto di Veronica, Silvio ed il nipotino ha fatto piangere tutte le comparse di Uomini e donne, C’è posta per te, Darwin, Pomeriggio 5, grande fratello e così via.
Ma dal 2001 lo statista più bravo al mondo, stando ad Emilio Fede  giornalista imparziale, il fenomeno dell’imprenditoria italiana prestato alla politica ha dato il meglio di se e l’aggiornamento della nuova edizione, per raccontare tutte le imprese dell’uomo che ha cambiato l’Italia, è composta da dodici volumi di 1.500 pagine ciascuno.
Ovviamente comprenderà tutti i particolari e le fatiche, le opere e parole spese in politica per noi e gli ultimi aggiornamenti sulla sua, meravigliosa, famiglia.
Particolarmente emozionante il capitolo dedicato alla figlia Marina ed alla sue reazione alla condanna per il risarcimento a De Benedetti in seguito alla corruzione del giudici per avre la sentenza favorevole che ha permesso il furto della Mondadori al legittimo proprietario. Se il padre è un piranha la figlio lo è all’ennesima potenza, più falsa ed avida di lui, credetemi non è facile.
Altro capitolo da non perdere è il famosissimo Family Day del 12 maggio 2007, la nascita dell’idea,l’organizzazione il successo dell’iniziativa e la gioia del Vaticano tutto, Papa, Vescovi, Cardinali, preti e chierichetti.
Non si era mai visto, nella storia ultra secolare della Chiesa, affidare la difesa della famiglia cattolica e dei suoi valori ad una congrega di divorziati, puttanieri, pedofili tutti insieme sul palco principale. Sembrava di essere tornati ai tempi dei Borgia, di Papa Alessandro VI, il miglior Papa degli ultimi due secoli e mezzo.
Solo un trafiletto è dedicato alla separazione della coppia del mulino bianco, senza nemmeno citare al lettera con la quale Veronica, con un dolore che rasenta lo strazio, ci avvisa che il tipo è ammalato, ha urgente bisogno di un dottore, di uno psichiatra.
L’ha fatto per noi e non l’abbiamo ascoltata, i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Delle 18.000 pagine dell’opera completa 6.500 riguardano la politica, il Milan, e tutte le promesse che ha fatto nell’ultimo decennio, naturalmente nessun accenno al fatto che sono tutte in divenire, non mantenute, basti pensare al ponte sullo Stretto che è già costato come l’aeroporto giapponese in mezzo al mare senza nemmeno mettere la prima pietra.
Altre 10.500 pagine della nuova edizione di Una storia italiana sono dedicate alla parte migliore del puttaniere che a tempo perso, dopo che è passato a Milanello e dallo stadio Meazza, fa il presidente del consiglio della Repubblica Italiana perchè milioni di idioti gli hanno dato il voto.
La parte migliore di se comprende tutti i ruffiani che gli procurano le minorenni e le maggiorenni, la storia della famiglia Letizia che gli portava il giocattolo a casa ed alla quale è molto affezionato. Inoltre tutto l’elenco delle puttane che ha conquistato con il suo fascino, al quale sono riuscito a fare un primo piano con una tecnica particolare, non per vantarmi ma sono il primo che riesce a fotografare il fascino, non ci era riuscito nessuno.Racconta le feste, le ammucchiate, le telefonate, gli assalti ai suoi palazzi da parte di femmine disposte a tutto per una comparsata in tv, insomma tutti i particolari che mettono in risalto l’unica cosa che riesce bene al bravo imprenditore, andare a puttane.
Purtroppo è riuscito a mandarci anche l’Italia intera.
L’elenco delle zoccole comprende foto, misure, prestazioni, doti istintive e coltivate, piccola biografia e meriti acquistati nel campo, ed anche negli hotel e senza disdegnare qualche marciapiede. Di ognuna si ricordano le origini e la famiglia che nella maggior parte dei casi ha partecipato al sogno della figliola impegnandosi alla realizzazione dello stesso.
Insomma( per i leghisti) erano le famigliole che spingevano le figlie a prostituirsi a casa del puttaniere.
Le ulteriori 1000 pagine sono dedicate al riepilogo delle barzellette che ama raccontare in ogni occasione ed a un elenco dettagliato, con data, occasione, elenco dei presenti, di ogni figura di merda che ci ha fatto fare nel mondo.
La distribuzione sarà gratuita a tutte le famiglie italiane, sperando che porti buono come l’altra volta, ovviamente un po’ a rilento questa volta non si tratta di opuscoli, stiamo parlando di enciclopedie.
Hanno già fatto sapere che se emergeranno novità dalle procure e dalle intercettazioni spediranno l’aggiornamento in automatico a tutti, è compreso nel pacco servizi.

Annunci

2 Risposte

  1. Absolutely worth to bookmark this article. Lots of important information we can get in this web page. Superb!

  2. Thank you for your thoughtful post!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: