Paniz, da juventino speravo di trovarlo nel parcheggio dello stadio, per investirlo. Da ieri gli voglio bene.


Pensavo fosse uno stronzo, un grandissimo figlio di buona donna, come ce ne sono anche tra gli juventini, ed invece da ieri sera me lo trovo più vicino, non riesco più a odiarlo per il suo servilismo, patetico quanto intenso, a favore del bandito.

Se Alessandro Del Piero è uno di noi, Paniz è uno dei miei, della mia classe sociale, quella che paga e fa i sacrifici.
Quelli che questi banditi non dimenticano mai di colpire con una mira micidiale più di un missile intelligente.
Paniz, in collegamento da Torino con La zanzara di Radio 24 ha detto quanto segue:


“Con tutti questi tagli alla fine del mese non mi rimane in tasca niente… anzi ci perdo”.

Da ieri sera non aspiro più di incontrarlo nel parcheggio dello stadio, con la bandiera della Juve al vento, per cercare di investirlo. Io ho la Musa, è piccolina, pochi quintali.
Da ieri sera vorrei incontrarlo mentre sono a bordo di un rullo compattatore come quello della foto e passargli sopra, avanti ed indietro, una decina di volte sino a ridurlo ad uno spessore di un millimetro.
Come il suo cervello.
Questo paraculo complice di un delinquente ha pure la pretesa di prendere pure per il culo?

Annunci

4 Risposte

  1. Il problema sembra serio, bisogna che facciamo una colletta

  2. Pestarlo porta fortuna, dicono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: