Vi spiego come Tremonti ed i suoi collaboratori preparano la manovra. Sembrano in confusione, ma è solo organizzazione.


Tremonti si è fatto prestare il computer dalla parrocchia dove ha fatto il chierichetto da giovane, lo vedete nella foto a sinistra, poi convoca i suoi esperti, Milanese escluso perchè alle prese con altri problemi, ed i maggiori esponenti del governo.
Posa sulla scrivania il computer, è il contenitore trasparente che vedete in foto a forma di palla tagliata nella parte superiore, consegna ad ogni partecipante un blocchetto di foglietti tutti, rigorosamente uguali, ed ognuno di loro scrive sui foglietti la sua proposta per combattere la crisi.
Qualcuno scrive, aumento di due punti dell’Iva, poi ripiega il foglietto e lo inserisce neo computer.
Un altro scrive, interveniamo sulle pensioni, a sua volta lo piega e lo inserisce nell’elaboratore computerizzato.
Un altro scrive, tassiamo del 5% i rientri dei capitali scudati, un buontempone ha scritto: tassiamo le rendite parassitarie, un altro i grossi patrimoni. Un ottimista ad oltranza ha scritto: combattiamo gli evasori, staniamoli tutti.C’è chi ha proposto di bloccare le tredicesime dei dipendenti statali, un provocatore ha scritto: tagliamo i costi della politica, un altro ha proposto di dimezzare i politici, dell’opposizione interna ed esterna alla sua corrente. Insomma è da metà luglio che scrivono proposte una più diversa dell’altra che poi, puntualmente vengono smentite.
Pensate che Alfano, non capendo una mazza di quello che stavano facendo, ha inserito un biglietto con scritto: faremo del pdl il partito degli onesti.
Gli hanno dato tutti del pirla tra le risate generali. Erano piegati in due dal ridere.
Hanno anche proposto l’abolizione del 25 Aprile, 1° Maggio e festa della Repubblica, l’abolizione dell’art. 18 e così via.
C’è da dire che di fantasia ne hanno parecchia.
Poi estraggono a sorte un bigliettino alla volta e lo discutono, uno prende nota di tutte le osservazioni perchè dopo, a parte, andranno spiegate anche a Bossi.
Il casino nasce da lì, la discussione sui bigliettini dure delle ore, fanno notte ed una volta che sembrano d’accordo su due o tre proposte Tremonti va a Palazzo Grazioli a riferire a Berlusconi.
Che, puntualmente le boccia tutte, in modo particolare quelle che riguardano la tassazione una tantum dei grandi patrimoni.
Quindi il gioco riprende, si svuota il vaso computer e si riparte da capo con le proposte.
Intanto l’Italia affonda, i lavoratori, i precari, i disoccupati, i giovani scioperano ed il paese va a fondo più della borsa.
Gli speculatori stanno alla finestra ad aspettare, i parassiti giocano una partita a carte con il Paese per ammazzare il tempo ed intanto aspettano l’occasione per dare la zampata finale all’economia.
Gasparri, non potendo proporre in maniera evidente un bel ritorno al fascismo, ha proposto di mandare in frantumi il computer della parrocchia.
Se non si fosse incazzato il prete perchè nona avrebbe più avuto il contenitore per la pesca di beneficenza della parrocchia il bavoso Gasparri l’avrebbe già presa a martellate.
Forse è il caso di passare la mano al Rag. Spinelli o alla Sig.ra Brambilla, sono precisi, affidabili, credibili ed efficienti.
Come Lui dava l’ordine tutto era eseguito all’istante, senza discussioni.

Annunci

2 Risposte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: