Come è strana la vita, alle volte, non riesci ad incastrarlo come colpevole e forse ci si riesce come vittima.


Come colpevole ha sempre trovato dei paraventi, li ha comprati o si sono offerti.
Qualche volta ci è andato di mezzo il fratello scemo, Paolo, già condannato in conto terzi, nel senso del fratello.
E’ toccato a Previti condannato in solitaria mentre il complice è libero, è toccato all’avv. Mills e chissà quanti altri prestanome o dipendenti che si sono sacrificati per lui.
Mi viene in mente Sleepers il film con il mitico De Niro, Brad Pitt, Dustin Hoffman, Brad Renfro, Kevin Bacon, Jason Patric ed uno splendido Vittorio Gassman nei panni del mafioso.
Un colpevole si riesce  a salvare comunque se la difesa è organizzata in modo geniale, anche se non si dovrebbe simpatizzare per gli assassini, guardando quel film è impossibile non fare il tifo per gli assassini e le ragioni ci sono, corpose, la violenza subita dai ragazzi è abominevole.
Ma la vittima è impossibile da difendere, sembra un controsenso, soprattutto se è vittima di se stesso e delle proprie miserie, debolezze.
Alludo, chiaramente, al Berlusconi vittima dei ricatti di Lavitola, Tarantini e la di di lui moglie, che in questo “film” ha il doppio, triplo, ruolo di moglie, mamma ed amante.
Se fosse un film alla Sig.ra Tarantini, Angela Devenuto, detta Nicla potrebbe anche fare la cassiera, sa fare tutti i ruoli.
Riprendo un post di Peter Gomez molto chiaramente perchè il bandito Berlusconi, nonchè capo del governo, rischia più come vittima che come mandante o colpevole, perchè non potrà farsi valere della facoltà di non rispondere nè di mentire.
Come vittima non può.
Eccovi il post di Gomez.
Cavaliere, poche balle.
Peggio dei casi Mills, escort minorenni e toghe sporche messi assieme. Ecco cosa rappresenta per Silvio Berlusconi l’inchiesta per estorsione che ha portato in carcere Gianpi Tarantini e la moglie. Dopo la sua segretaria, Marinella Brambilla, tra qualche giorno anche il premier si troverà costretto a deporre come testimone davanti ai magistrati di Napoli senza potersi avvalere né della facoltà di non rispondere, né di mentire. Dovrà insomma spiegare, un po’ più credibilmente di quanto non abbia fatto finora, perché ha versato centinaia di migliaia di euro in contanti a un indagato per corruzione e favoreggiamento della prostituzione, già condannato per spaccio di droga.

Di fatto, se si eccettua una breve comparsata in procura a Roma per la scalata alla Bnl da parte di Unipol, era dal 15 ottobre 1996 che non accadeva una cosa del genere. Allora Berlusconi aveva deliziato il Tribunale di Torino, che stava processando Marcello Dell’Utri per le fatture false di Publitalia, con un elogio dell’evasione fiscale (“Quando lo Stato chiede al cittadino più di un terzo del frutto del suo lavoro, il cittadino si sente moralmente in contrasto con lo Stato”) e arditi paragoni tra l’imputato e Giorgio Washington. Risultato: Dell’Utri si beccò tre anni e il verbale del leader del centrodestra fu trasmesso in procura per valutare gli eventuali profili di falsa testimonianza. Poi solo altre balle o scene mute. Con il premier-imputato che dice 80 bugie in 115 minuti di deposizione spontanea al processo Sme-Ariosto (pari alla media record di una ogni 86 secondi) e che, in qualità di ex indagato di reato connesso, si rifiuta di rispondere ai giudici di Palermo andati fino a Palazzo Chigi per ascoltarlo su Dell’Utri e la mafia.

Ora però lo scenario cambia. Se quando sarà sentito, Berlusconi non sarà convincente, è prevedibile un’accusa di reticenza. In un momento politico ed economico come questo, con anche i presunti santi in Paradiso della Procura di Bari sotto osservazione a Lecce, quasi una nemesi giudiziaria si abbatte su un uomo che chi lo conosceva bene, come Indro Montanelli, definiva così: “È allergico alla verità. Ha una voluttuaria e voluttuosa propensione alla menzogna, chiagne e fotte dicono a Napoli dei tipi come lui”. A Napoli, appunto.

Annunci

Una Risposta

  1. Un buddista direbbe….ma che cosa abbiamo fatto di così orribile nelle nostre vite precedenti per meritarci tutto ciò ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: